venerdì 9 agosto 2019

Le recensioni di Maria Rosa: Gli scomparsi di Chiardiluna - L'attraversaspecchi 2 di Christelle Dabos


Il fine settimana è alle porte, prima però fermatevi qui da noi per leggere le recensioni dei libri che tanto amiamo. Partiamo con Maria Rosa e "Gli scomparsi di Chiardiluna - L'attraversaspecchi 2" di Christelle Dabos, fantasy edito Edizioni E/O.

Titolo: Gli scomparsi di Chiardiluna - L'attraversaspecchi 2

Autore: Christelle Dabos

Edizione: Edizioni E/O 

Genere: Fantasy

Data di pubblicazione: 9 gennaio 2019

Prezzo: E-book 12,99 Cartaceo 13,60


Sinossi

Sulla gelida arca del Polo, dove Ofelia è stata sbattuta dalle Decane perché sposi suo malgrado il nobile Thorn, il caldo è soffocante. Ma è soltanto una delle illusioni provocate dalla casta dominante dell’arca, i Miraggi, in grado di produrre giungle sospese in aria, mari sconfinati all’interno di palazzi e vestiti di farfalle svolazzanti. A Città-cielo, capitale del Polo, Ofelia viene presentata al sire Faruk, il gigantesco spirito di famiglia bianco come la neve e completamente privo di memoria, che spera nelle doti di lettrice di Ofelia per svelare i misteri contenuti nel Libro, un documento enigmatico che nei secoli ha causato la pazzia o la morte degli incauti che si sono cimentati a decifrarlo. Per Ofelia è l’inizio di una serie di avventure e disavventure in cui, con il solo aiuto di una guardia del corpo invisibile, dovra difendersi dagli attacchi a tradimento dei decaduti e dalle trappole mortali dei Miraggi. È la prima a stupirsi quando si rende conto che sta rischiando la pelle e investendo tutte le sue energie nell’indagine solo per amore di Thorn, l’uomo che credeva di odiare più di chiunque al mondo. Sennonché Thorn è scomparso...

Recensione

Il mistero si infittisce, mentre a Chiardiluna spariscono sempre più persone, Ofelia deve capire perché più si avvicina il matrimonio con Thorn più lui diventa sfuggente, vuole solo appropriarsi del suo potere per leggere il libro di Faruk, diventare importante e riscattarsi dal fatto di essere il bastardo di una traditrice o lo fa per proteggerla??

Ofelia, che diventa sempre più insofferente alle finzioni dei Miraggi, e sempre più sola, non fa altro che mettersi nei guai trascinando con se chi le sta vicino, fino a diventare la Vicenarratrice nel teatro di Faruk, lo spirito di famiglia del Polo, sempre smemorato, ma ossessionato dal suo libro , dove pensa di trovare tutte le risposte. Ma mentre Ofelia narra a Faruk la storia di una bambola che decide di essere un'attrice, scopre che quello non è il suo desiderio, ma quello della sua padrona. La bambola fa tutto quello che decide la padrona perché senza volontà propria proprio come Faruk che scatena la sua ira. Quando Thorn diventa il rappresentante per riabilitare i decaduti all'assemblea per gli stati familiari e subisce un attentato, e Ofelia si rimette nei guai con Faruk col suo negozio di “lettura”, Berenice decide di portarla dall'altra parte del polo.
E, mentre Ofelia è dall'altra parte del polo, la sua famiglia sta arrivando per il matrimonio, Berenice sta per partorire, gli scomparsi aumentano, e anche gli attentati alle loro vite, scopre di essere molto più forte e autonoma di quello che pensava di essere, e che Thorn tiene realmente a lei come persona e non solo come lettrice.

Scoprirà chi è l'artefice delle scomparse ed il perché viene accusato Thorn? Scoprirà il mistero del libro di Faruk? Riusciranno a sposarsi? Ed il libro verrà letto e svelato il mistero? Tutto si fa sempre più complicato e pericoloso...

Libro perfetto, pieno di misteri e dalla trama sempre più coinvolgente, non c'è mai un particolare di troppo, anzi l'autrice lascia briciole di indizi sparsi per il libro con flashback della vita di Faruk che stupiscono il lettore. L'originale e inaspettato mondo che l'autrice ha creato fa perfettamente da sfondo ad una storia che unisce mistero, magia e amore.
Ogni personaggio è ricco di sfumature, Archibald con la sua trascuratezza nel vestire e un'attenzione maniacale per tutto quello che gli accade intorno, Thorn che sembra gelido per il suo “disturbo ossessivo-compulsivo” ma che è il Drago che tutti pensano che sia se si tratta di proteggere la donna della sua vita, Berenice che sembra crudele, ma l'unica cosa che desidera è l'amore e l'attenzione di Faruk per se e loro figlio e la protezione per suo nipote Thorn, nel polo dei Miraggi. Niente è come sembra, ed il finale lascerà tutti a bocca aperta, niente potrà far capire al lettore quale sarà il possibile finale, perché tutto sarà ribaltato da un personaggio inaspettato.
Il secondo libro è molto più avvincente ed incalzante del primo, che è molto più descrittivo, mentre qui l'azione e i misteri si dipanano pagina dopo pagina, tenendo avvinto il lettore fino all'ultimo e lasciando che l'immaginazione e la curiosità per il terzo libro lo divorino.
Complimenti!! Non vedo l'ora di leggere il prossimo libro



Nessun commento:

Posta un commento