lunedì 5 agosto 2019

Le recensioni di Jessica: "Come innamorarsi del capo" di Whitney G


"Come innamorarsi del capo" è l'ultima lettura di Jessica. Come avrà trovato il romance firmato Whitney G. ed edito Newton Compton Editori? Scopriamolo!

Titolo: Come innamorarsi del capo

Autore: Whitney G.

Editore: Newton Compton

Prezzo: 4,99 e-book

Data di pubblicazione: 20 luglio 2019

Genere: romanzo rosa



Sinossi 

Il motivo che ti ha convinta ad andartene è lo stesso che ti spinge a restare


La mia lettera di dimissioni era pronta. Avevo finalmente deciso, dopo due anni infernali, di prendermi una rivincita sul mio capo, un individuo arrogante e insopportabile. Certo, anche sexy in modo ridicolo, ma non è questo il punto. Quello che non potevo aspettarmi è che avrei visto le dimissioni rifiutate per uno stupido cavillo legale del contratto, che mi obbligava a sopportare ancora le angherie dell'uomo più odioso sulla faccia della terra. E così adesso sono costretta a rimanere qui un altro po', mentre rifletto piuttosto seriamente sull'eventualità di commettere un omicidio. Ci mancava solo una chiamata, nel bel mezzo della notte, a stravolgere nuovamente tutte le mie certezze...





Recensione


Alzi la mano chi ha pensato almeno una volta nella vita “io lo ammazzo, il mio capo”. Ecco, probabilmente quel pover’uomo è un agnellino in confronto a Preston – lo stronzo – Parker. Nessun assistente personale è mai durato più di due settimane, nonostante lo stipendio da capogiro. Le sue pretese assurde, le chiamate a ogni ora del giorno e della notte, i miliardi di e-mail giornaliere e il suo caratteraccio sono un deterrente per chiunque, ma non per Tara Lauren. O meglio, Tara odia il suo capo con tutto il cuore, ma non è scappata via piangendo dopo due settimane, anche se la sua vita privata è andata in frantumi nel momento esatto in cui Preston ha posato gli occhi su di lei, per terra, nella hall di uno dei suoi hotel… che rubava la colazione. Invece di chiamare la polizia, Mr Parker la porta nel suo ufficio e indaga su di lei, scoprendo di avere di fronte la candidata perfetta: con tre lauree in economia e diritto, capace di parlare ben tre lingue straniere e senza un briciolo di esperienza nel mondo del lavoro. Il fatto che sia attratto da lei, non sarà certamente un problema. Preston non si lascia incantare facilmente. Oppure sì? 

Ammetto che quando ho iniziato a leggere il romanzo ho creduto che si trattasse della solita storiellina tra capo e segretaria. Ammetto che non avevo grandi aspettative in proposito, se non passare qualche ora in compagnia di un libro poco impegnativo. E poi sono stata risucchiata dall’uragano Preston. E poi all’improvviso ho posato il kindle ed erano le 2 di notte. 

Niente è andato come avevo immaginato, ad iniziare dal primo incontro tra Tara e il suo nuovo capo. Vedere il modo in cui si evolvono le loro dinamiche nel corso del tempo è stato divertente ed eccitante, ma anche dolce in alcuni momenti. Perché nonostante quello che pensano tutti, anche Preston Parker ha un’anima… 

In questo romanzo troverete uno “sfortunatissimo principio”, una “penosa parte centrale” e ovviamente una “amara fine” e credo che ne amerete ogni parte, anche se la mia preferita inizia senza alcun dubbio quando Preston rifiuta la lettera di licenziamento di Tara. 
Quando trovi l’assistente perfetta, non puoi lasciarla andare, giusto? E se l’unico modo per liberarsi dell’odioso capo fosse farti licenziare? 
È l’inizio di una guerra senza esclusioni di colpi… 

Dal mio incontenibile entusiasmo avrete già capito quanto abbia adorato questa storia, a ogni livello: i personaggi sono tridimensionali, completi, complessi e inquadrati da diverse angolazioni; la storia è narrata al passato, in prima persona dai due protagonisti; Preston Parker è uno stronzo-non-davvero-così-stronzo, come piace a me. Tara Lauren è una donna con gli attributi, che non si lascia calpestare. 

Insomma, se state cercando una storia frizzante e divertente, questa è quella giusta.



Nessun commento:

Posta un commento