giovedì 25 luglio 2019

Review Party: "Per sempre al tuo fianco" di A.L. Jackson


Buongiorno Disastri! Oggi partecipiamo alla tappa finale del Review Party organizzato dalla traduttrice Paola Ciccarelli per l'uscita del sesto volume della "Bleeding Stars" di A.L. Jackson. A parlarcene sarà Ilenia e, questa volta, lo farà anche in inglese! Scopriamo insieme cosa ne pensa.


Titolo: Per sempre al tuo fianco

Autore: A.L. Jackson

Serie: Bleeding Stars #6

Genere: music romance

Editore: Self publishing

Prezzo: 3,45 €

Data uscita: 10 luglio 2019


Sinossi

Dalla suggestiva e inconfondibile penna di A.L. Jackson, autrice bestseller del New York Times, arriva l'ultimo volume autoconclusivo della serie Bleeding Stars, una delle serie più amate ed apprezzate degli ultimi anni.

Zachary Kennedy non è mai stato famoso per essere un combattente, ma non rimpiangerà mai di aver combattuto per lei...
Sono Zee Kennedy.
Tranquillo. Riservato. Prevedibile.
Quando mio fratello è morto, tutti pensavano che fossi solo il bravo ragazzo che si era fatto avanti per prendere il suo posto nella band.
Nessuno sapeva cosa stavo nascondendo. L'unica cosa per cui stavo combattendo.
Per sei anni non ho mai perso di vista il mio obiettivo.
Non finché non mi sono imbattuto in Alexis Kensington.
Adesso, lei è diventata la mia più grande tentazione.
Sapevo bene di non doverla toccare, ma ora che ho avuto un assaggio, non riesco ad averne abbastanza.
Il suo bacio è diventato la mia aria, il suo corpo la mia salvezza.
Alexis aveva bisogno di un salvatore, ma in qualche modo è divenuta lei la mia salvatrice.
Farla mia è stato un tradimento, e tenerla significa mettere a rischio ogni cosa.
Tuttavia, mi basta guardarla per sapere che vale la pena lottare per lei.
Il mio passato continuerà a schiacciarmi, o troverò finalmente la forza per tirarmi su e combattere?




Recensione


Da quando siamo stati catapultati nel mondo dei Sunder abbiamo pianto, ci siamo arrabbiati ed emozionati con loro. Fin dal primo volume abbiamo capito di aver trovato la balena bianca, neanche fossimo piccoli Capitan Achab. A.L. Jackson ha immaginato una famiglia di persone, legate non dal nome o dal sangue ma dalle passioni. Ce li ha fatti conoscere tutti, incuriosendoci lasciando qui e lì degli indizi su cosa succederà.

Il successo di questa serie sta nel non avvertire il tempo che scorre, come se stessimo vivendo con loro, ai loro ritmi. Ogni storia è legata alla precedente e alla successiva, è indipendente proprio nella sua dipendenza dagli altri membri. I Sunder sono tutti, non c'è spazio per l'io: ma il loro rapporto va altro alla musica, è qualcosa di viscerale, qualcosa di raro. Potranno essere successe mille cose, magari 999 brutte... ma loro sono quell'unica cosa bella che li fa andare avanti, che invoglia il lettore a sperare.

No, questa non è una recensione, diciamo che è il prologo di quello che verrà!! Vi ho raccontato gli altri volumi della serie e, nonostante non vedessi l'ora di leggere di Zee, temevo questo momento: con questo libro, devo trovare il modo di dire addio a tutti loro e lo faccio in una valle di lacrime, a notte fonda, appena sfogliata l'ultima pagina. A.L.Jackson dimostra quanto sia brava ancora una volta, alzando nuovamente l'asticella e creando qualcosa di sublime.

La storia di Zee e Alexis si può racchiudere in poche parole chiave: dolore, sogni, punizione, destino. Non è un rebus, ora ve le spiego!
       
  • Dolore
Zee e Alexis sono due protagonisti segnati nel profondo dell'anima. Zee è il batterista dei Sunder e, come sappiamo dai volumi precedenti, ha preso il posto di suo fratello Mark, morto per proteggere Shea. Quello che scopriamo di Zee - finora mostrato come un ragazzo libero, senza grilli, lontano dalle tentazioni (alcool, droga e donne) - è che vive nel senso di colpa, non ha mai superato la perdita di suo fratello, il suo migliore amico, un pilastro di tutta una vita. Zee vive per lui, per onorarlo, per espiare alle sue colpe e trovare la via per la redenzione.

Alexis soffre per la sua gemella, caduta nelle avide braccia della dipendenza e "ostaggio" di un uomo senza scrupoli. Se Avril sta male, anche lei lo sente. Non vive una vita sua, troppo concentrata a cercare di salvare la sua metà perfetta, quella sorella che è sempre stata la voce della ragione, il freno a un'anima spericolata.
Lo capivo. Anche fin troppo bene. Conoscevo quel senso di impotenza di amare qualcuno ed essere costretto a guardarlo spegnersi e consumarsi finché non restava nient’altro che distruzione.
  • Sogni

"In cerca di una risposta, di coraggio, sollevai il viso verso il firmamento che brillava come se fossi sull’orlo di un nuovo giorno senza la promessa di un’alba. Le stelle erano oscurate. Nascoste. Stelle che sapevo splendevano e luccicavano luminosamente quando ti allontanavi dai riflettori e dalla depravazione di questa sordida città. Per qualche ragione, avevo sempre creduto che quelle stelle lucenti fossero i guardiani dei desideri che esprimevo da bambino quando le vedevo cadere. Come se li custodissero in modo protettivo lassù nel cielo fino al giorno in cui li rilasciavano e il sogno diventava realtà. In quel momento, avrei giurato di sentir pronunciare una silenziosa maledizione che li lasciò perennemente offuscati. Da bambino, avevo sussurrato un milione di desideri. Innumerevoli. Infiniti. Adesso potevo sentirli cadere tutti intorno a me. Bruciando e spegnendosi. Disintegrandosi nel nulla."
Finito il libro, vi verrà voglia di aprire le finestre e guardare il cielo. Le stelle e quello che significano hanno un peso importante... tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo alzato gli occhi al cielo, espresso un desiderio alle stelle sperando di vederlo realizzato.

Alexis sogna di salvare sua sorella, di trovare qualcuno che la ami in modo viscerale, come se lei fosse l'unica cosa che lo tiene in vita.
«Sei tutto ciò che ho sempre desiderato. Ancor prima di sapere cosa fosse.»
Zee ha smesso di sognare qualcosa, troppo bloccato nel suo dolore, troppo convinto di non meritarsi niente di bello. Il cielo lo ha maledetto, per lui non ci sono stelle cadenti pronte a trasformare un sogno in realtà.

"I sogni non significavano nulla se le persone più importanti per te non erano al tuo fianco."
Ma le stelle nascondono il potere più grande del mondo, quello di custodire la nostra speranza... finché ci sarà una stella, avremo la possibilità di alzare gli occhi e far prendere il volo alla speranza.

  • Punizione

«A chi appartengono quei pezzi?» Scossi il capo. «A chi appartieni, Zee?» Una bassa e straziante risata scaturì da qualche parte nel profondo di lui. «Appartengo ai miei errori. Alle scelte che ho fatto molto tempo fa. Adesso, non mi resta che rimanere fedele ad esse. Ricordare i miei obblighi» 
Ho letto tanto, davvero. Ho conosciuto tanti personaggi segnati da traumi, ma nessuno di loro è Zee. Nessuno mai si è annullato come lui in nome dell'amore. Sì, è l'amore che lo porta a punirsi. Suo fratello gli ha fatto conoscere l'amore vero, quello che lega due persone profondamente. Con Mark ha imparato a vivere avendo al suo fianco una persona che lo amava, che lo sosteneva, che credeva in lui. Senza Mark, Zee si punisce, si vieta di vivere, rinuncia a sentire la musica (capirete... capirete...).

  • Destino

«No, scherzo. A quel tempo ti avrei preso a calci in culo, ma adesso non ci sono dubbi nella mia mente che certe cose sono semplicemente destinate ad essere.» Destinate ad essere. Quelle parole mi serrarono il petto e minacciarono di prendere il sopravvento.
Okay, io ho la mia piccola mania per queste parole, grey's anatomy docet! (Permettetemi un OT... lexie in GA muore dicendo queste parole... la protagonista si chiama Alexis, Lex... io fangirlo a occhi a cuoricino!)
Tornando a noi... il destino ci mette lo zampino. Zee capita casualmente proprio dove e quando Alexis ha bisogno. Non lo fa con una qualsiasi, ma con la persona destinata a lui. Si sono trovati per caso, erano destinati.
Quando pensate che tutto sta andando a rotoli, ricordate che è il destino ad avere l'ultima parola..

"Si ritrasse leggermente e mi guardò in maniera così dolce da far male. «Lex» sussurrò, come se anche questo gli causasse dolore. Le cose migliori lo facevano sempre."
Per quanto faccia male, il destino avrà sempre una carta pronta a cancellare il dolore. Bisogna avere fede.

Insomma... non so se si è capito, ma ho amato profondamente questo libro... e non lo pensavo possibile, perché anche tutti gli altri erano belli impegnativi!!!

Ma Zee&Alexis mi hanno fatto male, mi hanno lacerato l'anima per ricucirla nel modo corretto. Mi hanno ricordato di sognare sempre, di non perdere la speranza, perché tutto può succedere. Mi hanno pregato di amare senza freni, di Vivere e basta, di non avere paura perché abbiamo solo questa vita.

A.L. Jackson con il suo modo delicato di lasciare messaggi, di toccare il cuore del lettore, è riuscita nell'intento di finire con il botto... e riesce in un'impresa titanica per chi scrive: far incidere a vita, nel cuore del lettore, un personaggio. Da oggi e per sempre, nel mio cuore ci saranno Zee & Alexis.

A.L. Jackson, di cuore.


Nessun commento:

Posta un commento