lunedì 15 luglio 2019

Review Party: "Fashion Victim" di Amina Akhtar


Buon lunedì Disastri! iniziamo la settimana con un review party: Barbara ha letto il thriller di Amina Akhtar pubblicato a fine giugno da Leone editore... come avrà trovato "Fashion victim"? scopriamolo insieme!


Titolo: Fashion Victim

Autore: Amina Akhtar

Editore: Leone Editore

Collana: MISTÉRIA

Genere: Thriller

Data di pubblicazione: 20 giugno 2019

Prezzo: 14,90 euro


Sinossi

Reduce da un passato oscuro e intriso di sangue, Anya St. Clair si crea una nuova identità e si fa assumere come editor da una celebre rivista di moda, La Vie. L’unica ragione di questo passo, a ben vedere, sembra essere l’ossessione per Sarah Taft, la seguitissima influencer che lavora per la stessa rivista. Forse non è un caso se la mente fragile di Anya comincerà presto a vacillare, schiacciata dalle umiliazioni subite in redazione; e così, perso ogni contatto con la realtà, le manie sfoceranno nel delirio assoluto. Tra stagiste vessate, armi improprie, vendette in grande stile e ironica ferocia, Anya metterà in piedi una grande macchina della morte, nel cui vortice cadranno tutti i suoi colleghi.




Recensione

Anya, la nostra protagonista completamente pazza e fuori di testa, lavora per una rivista di moda, il suo sogno da tutta una vita; così come il suo sogno sarebbe assomigliare a Sarah, biondissima, bellissima, magrissima, invitata a tutti gli eventi che contano nel Moduniverso (termine da lei coniato per identificare il mondo della moda e tutto ciò che vi ruota intorno). Vorrebbe diventare la sua migliore amica ed entrare così a pieno diritto nella cerchia della gente che conta ma il suo aspetto fisico, è infatti castana e non entra in una taglia 38, la tengono sempre un gradino sotto ed è costantemente vessata dalle colleghe, dal capo e soprattutto da Sarah, nonostante il suo lavoro da giornalista e le sue idee siano sempre al top.

Anya nasconde un segreto, per riuscire ad entrare a LaVie ha falsificato il curriculum e soprattutto ha un passato in un istituto mentale ed è sotto supervisione di uno psichiatra. Tutte le angherie subite in ufficio la faranno vacillare sull'orlo della pazzia e ogni persona che cercherà di contrastarla e non farà parte del suo personalissimo #teamAnya subirà la sua vendetta. In un crescendo di ansia, frenesia, realtà e fantasia delirante, si creerà un complesso intreccio di persone e situazioni in cui la protagonista sceglierà chi preservare e chi eliminare, vendicando ogni piccolo torto subito ed eliminando quindi ogni apparente ostacolo tra lei e la realizzazione del suo personale successo.

Tutto il romanzo, ironico, originale, attuale e appassionante, si muove attorno al mondo della moda, delle sfilate, dei fashion blogger e delle foto su instagram , dove tutto ciò che conta è apparire ed essere al centro dell'attenzione, dove l'amicizia serve solo per profitto personale. La scrittura è perfetta, i dialoghi sono ben strutturati , le situazioni fin troppo veritiere della realtà dei nostri tempi, il rapporto con i social network, l'influenza che hanno sulla nostra vita e il bullismo psicologico più che fisico, danno quindi vita ad una storia ricca di segreti , ironica e tragica nello stesso momento.

Mi sono davvero divertita a leggere questo libro dal titolo così esplicativo. Per la prima volta in vita mia, carissimi disastri, ho fatto il tifo per l'assassino e poi sfido chiunque a non aver mai avuto istinti omicidi nei confronti del capo e dei colleghi!!! Lo consiglio!


Nessun commento:

Posta un commento