giovedì 18 luglio 2019

Le recensioni di Vanessa: "Un maledetto per sempre" di Bianca Marconero


Scopriamo ora che ne pensa Vanessa del nuovo romanzo di Bianca Marconero... Dopo aver amato "Un maledetto lieto fine", il nostro disastro non poteva perdersi il seguito!


Titolo: Un maledetto per sempre

Serie: Seguito Un maledetto lieto fine

Autore: Bianca Marconero

Genere: rosa contemporaneo

Editore: self publishing

Data di pubblicazione: 15 luglio 2019


Sinossi

Cosa sei disposto a fare per la persona che ami?
Cosa sei disposto a fare per ritornare a casa?
Brando e Agnese si sono lasciati. Sono trascorsi tre anni dalla loro separazione. I ricordi sono i loro compagni silenziosi ma entrambi cercano di ricostruire le proprie vite. Brando, dopo le vicende accadute a Montréal, desidera una felicità di base, fatta di amicizia, lavoro e affetti. Mentre consolida il successo della sua band, gli Urban Knights, desidera innamorarsi di nuovo. Quando incontra Penny, una giovane fotografa, si convince di aver trovato la persona che può aggiustare il suo cuore spezzato.
Agnese vive a Milano e ha un unico obiettivo: proteggere la persona più importante della sua vita. Affronta le difficoltà a testa alta, in fuga dal padre, il senatore Goffredo Altavilla e in lotta continua con Lucio, divenuto ora l’avvocato del senatore.
Dopo una serie di appuntamenti mancati con il destino, Brando ritrova Agnese e scopre l'esistenza di Jacopo. L'incontro fornirà l'occasione per ripartire un'altra volta o sarà l'ennesima caduta verso un finale sbagliato? In che direzione va il "per sempre", quando i segreti del passato diventano troppo ingombranti, quando l'amore deve essere gridato da un palco, quando la fiamma brucia ancora, pronta a divampare, per l’ultima volta?
Capitolo conclusivo della storia di Brando e Agnese, protagonisti di "Un maledetto lieto fine".




Recensione

Disastri sono qui per raccontarvi la mia lettura di “Un maledetto per sempre” di Bianca Marconero.
Ho aspettato mesi che l’autrice desse un segno relativo ad un seguito sulla storia di Brando e Agnese, e quando finalmente il mese scorso all'improvviso l’ha annunciato con quella magnifica cover, dovevate vedermi! 


Quando poi ha dato l’opportunità ad alcuni blog di leggerlo in anteprima, la mia ansia ne era felice! Avrebbe avuto una settimana in meno di sofferenza! Certo è stato più facile acquistarlo lunedì che ricevere la copia ARC la settimana prima, ma che volete sono un disastro al 100%, le cose facili ed io non andiamo d’accordo! Ho rischiato di far esaurire Bianca e chi l’aiuta a gestire il tutto, quindi un GRAZIE PARTICOLARE a loro.

Ma tornando a noi…

Vi ricordate come li avevamo lasciati? Il vostro cuore soffre ancora per la fine di "Un maledetto lieto fine"? Cosa?? Non l'avete ancora letto? Allora fermatevi qui! Andate a recuperarlo immediatamente e poi tornate da me. Se invece siete temerari e volete proseguire, vi avviso, potreste incappare in qualche spoiler.

Abbiamo lasciato un Brando devastato, un ragazzo che deve fare i conti con la vita bastarda, con una sofferenza profonda. Quando il dolore è troppo forte delle volte si sa non si vede altro che nero. Non si notano più quelle mille sfumature che ci circondano. Allontani anche le persone che più ti sono vicine, come Brando ha fatto con Agnese. Una storia dove l’amore solo delle volte non basta.

In questo secondo volume li ritroviamo tre anni dopo (esattamente dove li abbiamo lasciati nell'epilogo). Entrambi hanno provato ad andare avanti con le loro vite, Agnese non è più la stessa ragazzina del primo libro, adesso è una donna matura, si è trasferita a Milano per prendere in mano la sua vita e sfuggire dalle grinfie del padre che le voleva portare via il bene più prezioso.

Brando dopo aver toccato il fondo a Montreal ha deciso che fosse l’ora di risalire. Con la sua band, gli Urban Knights, i suoi amici e chissà magari un nuovo amore riuscirà a tornare il Brando di prima, quello che non pensa tutti i giorni all'unica ragazza che gli faceva incendiare il cuore.

Fuoco che divampa quando rivede Agnese. Nonostante lui stenti a riconoscerla, il legame con Agnese torna vivo come non mai. La ragazza in questi tre anni di lotta, corse e fughe è cambiata parecchio. Nonostante questo però non è passato un solo momento in cui lei non abbia pensato a Lui, come i ricordi del loro amore le abbiano fatto compagnia ogni giorno, come solo la presenza di Jacopo l’abbia fatta andare avanti, nonostante il suo cuore fosse fermo a tre anni prima.

Per Brando e Agnese sarà arrivato il momento giusto? Riusciranno finalmente a parlare? Questa volta sarà la direzione giusta per il loro Per Sempre o prenderà un imbocco sbagliato e finirà definitivamente male? Se poi a complicare il tutto ci si mettono segreti ingombranti e persone malvagie come finirà?

Disastri questa lettura mi ha devastato. Bianca Marconero ha un lato sadico lasciatevelo dire! Con la sua scrittura ti connette ai personaggi in maniera totalizzante. Avevo voglia di lanciare il tablet al 3% solo per la menzione di un personaggio! Questo vi fa capire quanto io fossi dentro la storia di Brando e Agnese. “Un maledetto per sempre” è un libro che merita assolutamente. Scritto in prima persona a pov alternati, ti fa entrare nella testa e nei cuori di Brando e Agnese, e ti fa venir una voglia pazzesca di entrare nella storia e scuoterli, obbligarsi a chiarire una volta per tutte! Una menzione speciale va anche ai personaggi secondari, che con i loro caratteri, le loro personalità hanno arricchito la storia in maniera perfetta. Un ringraziamento speciale va a Jacopo però, ha reso il libro perfetto. Mia cara Bianca vi rivolgo direttamente a te. Grazie per questa conclusione, grazie per le ansie, i batticuori, i sospiri, il maalox che ho dovuto prendere per sopportare chi sai tu! Grazie per quello sfigato di Brando che arriva un po’ tardi alle conclusioni, ma l’importante è che ci arrivi. Grazie per Agnese, per questa giovane donna che ti dimostra cosa si può fare per amore. Grazie per Jacopo. Io resto in attesa di una storia su di lui ricordati!

1 commento:

  1. Ma grazie a te, Vanessa, per non aver lanciato il Kindle dopo il primo tre percento! Per esserti fatta strapazzare e per aver ascoltato questa storia e per averne saputo parlare in un modo così bello 💖

    RispondiElimina