mercoledì 10 luglio 2019

Le recensioni di Vanessa: "Ti prego non lasciarmi andare" di Carian Cole


Buongiorno Disastri! Iniziamo la giornata con una recensione di Vanessa: dopo aver minacciato le colleghe e aver accampato diritti sul libro, ha letto il nuovo contemporary romance di Carian Cole, uscito a fine giugno grazie a Newton Compton Editori. Scopriamo insieme come l'ha trovato!


Titolo: Ti prego non lasciarmi andare

Autore: Carian Cole

Edizione: Newton Compton Editori

Prezzo: 1.99 €

Genere: contemporary romance

Data di pubblicazione: 28 giugno 2019



Sinossi

La mia infanzia venne rubata il giorno in cui mi rapirono, condannandomi a una prigionia di undici lunghi anni. Anche una volta libera non conoscevo più il significato di amore, speranza o felicità. Ero smarrita in un mondo che non mi apparteneva e cominciavo a pensare di non aver diritto ad alcun futuro. Non avrei mai potuto immaginare che il mio principe azzurro sarebbe arrivato con le sembianze di un uomo schivo, coperto di cicatrici e tatuaggi, incapace di pronunciare una singola parola. Il momento in cui i nostri occhi si sono incontrati le nostre anime hanno vibrato e ho capito che era l'unica persona al mondo in grado di salvarmi. E adesso desidero soltanto riuscire a sentire il suono della sua voce.




Recensione
Sono l’alba e il crepuscolo. Non sono più luce o buio, ma qualcosa di indefinito, un luogo confuso e incasinato che sta a metà fra le due cose. Sono la zona grigia
Queste sono le parole che usa Tyler Grace per definire sé stesso. Un uomo che il mondo ha cambiato, un ragazzo segnato dalle scelte sbagliate che ha compiuto nella vita. Una persona solitaria che preferisce vivere nei boschi piuttosto che avere contatto con altre persone.
Lo definiscono lo psicopatico, il pazzo, il solitario dei boschi, ma qualcuno lo conosce veramente? Chi è in realtà Tyler Grace? Perché ha deciso di abbandonare sua madre e tutti i suoi fratelli per vivere nei boschi?

Holly Daniels è una giovane donna che ha perso la sua infanzia per colpa di un uomo malvagio, "l'uomo cattivo" , come lo chiama lei. All'età di 5 anni venne rapita in un parco giochi e tenuta prigioniera per ben 11 anni. Un'infanzia rubata, una vita difficile da ricostruire.
Holly deve affrontare un mondo a lei sconosciuto, ri-adattarsi ad una vita che ha sempre visto solo in televisione. Una ragazza che dovrà imparare ad amare, sperare, ad immaginare quel futuro che ha sempre creduto non sarebbe mai arrivato.
Ho desiderato tanto tornare a casa, e stare di nuovo con la mia famiglia, e ora che posso è troppo tardi. Il tempo mi ha rubato ogni cosa.
Due anime spezzate, due persone segnate con cicatrici visibili e altre più profonde non visibili.
Tyler e Holly riusciranno a trovare nell'altro una comprensione, un legame che li legherà in una maniera molto speciale.
Per la prima volta, in tutta la mia vita, mi sento come una ragazza normale. Non sono mai stata meglio.
Carian Cole ha uno stile che incanta. Sia con la storia di Tor e Kenzi, " Ti prego non spezzarmi il cuore" che adesso con Tyler e Holly riesce a tenere incollato il lettore al kindle.
Amante della differenza d'età, la Cole riesce sempre a farti innamorare di due personaggi così diversi tra loro ma in egual modo cosi simili.

Vedere e sentire le sofferenze di Tyler e Holly è stato come viverle sulla mia pelle. Il rapimento, la voglia di ricominciare a vivere ma non sapere come fare, l'essere intrappolata in una vita che non riconosci, il senso di colpa, l'esser chiusi in sé stessi sono tutte sensazioni che vivi insieme a loro. Carian Cole è riuscita a descrivere bene sensazioni, sentimenti e situazioni in maniera quasi perfetta.

Carian Cole è riuscita a descrivere bene sensazioni, sentimenti e situazioni in maniera quasi perfetta.
Una storia indimenticabile per me,  nonostante qualche refuso ed errore di battitura che potevano essere evitati con un'osservazione maggiore. Ma nonostante questo "Ti prego non lasciarmi andare" entra a far parte della mia top ten di libri preferiti in assoluto. Un libro che vale la pena leggere.

Nessun commento:

Posta un commento