lunedì 13 maggio 2019

Review party: "Sei sempre stata mia" di Megan Maxwell


Iniziamo la settimana con un review party. La nostra Yaya ha letto per il blog SEI SEMPRE STATA MIA di Megan Maxwell, edito Newton Compton Editori. Cosa ne pensa di Eric Zimmerman? Scopriamolo!

Titolo: Sei sempre stata mia

Autore: Megan Maxwell

Editore: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 09 maggio 2019

Prezzo: € 5,99


Sinossi

Mi chiamo Eric Zimmerman e sono un potente uomo d’affari tedesco. Sono sempre stato descritto come un tipo freddo e impersonale, che ama il sesso senza amore e senza impegno. Durante un viaggio di lavoro in Spagna ho incontrato una giovane donna di nome Judith Flores. Mi ha fatto ridere, mi ha fatto cantare, mi ha anche fatto ballare, cosa a cui non sono per niente abituato. Quando ho capito che ero coinvolto molto più del dovuto, mi sono allontanato da lei. Ma poi sono tornato, perché Judith mi attrae come una calamita. Da quel momento in poi abbiamo iniziato a frequentarci. Le nostre parole d’ordine: fantasia ed erotismo. Le ho insegnato ad abbandonarsi alla passione in un modo che non aveva mai immaginato.




Recensione

Parto dicendo una cosa fondamentale: forse sono una delle poche persone che non ha letto la trilogia di Megan Maxwell. Non conoscevo Eric Zimmerman e tutta la combriccola ma, nonostante questo, l'ho amato.

Lui tedesco, ricco, bello come un Dio, ma anche testardo, scontroso, burbero. E' stato ferito dall’amore e dalla vita che non concede sconti a nessuno; padre di un figlio non suo, sembra essere il classico stronzo, quello freddo e calcolatore, ma nel corso del libro scoprirete che non è così, e nonostante i suoi difetti, ci ha messo un secondo a rubarmi il cuore.
Dopo la morte del padre, Eric Zimmerman, è il proprietario della compagnia tedesca Müller e, su richiesta della madre, decide di recarsi in Spagna per visitare tutte le filiali del gruppo.
È qui che incontra Judith, una spagnola doc, ragazza focosa, divertente, battagliera, non la solita "verginella" bellissima, ma sprovveduta e sottomessa.
Tra loro nasce, fin da subito, un’alchimia in grado di creare un incendio e ha inizio così un turbine di desiderio e passione che li porterà a esplorare ogni forma di eros, a cercarsi e volersi, condividendo insieme ad altri la loro sessualità.

L’autrice secondo me è stata brava perché, fin dall’inizio, ha fatto capire che tutte le scelte dei protagonisti sono prese liberamente e consenzientemente e questo mi ha permesso di leggere tranquillamente il libro senza dovermi ritrovare a immaginare scene di violenza o di costrizione.
La nostra protagonista pian piano impara a conoscere così il vero senso della lussuria e della passione più sfrenate vivendo, giorno dopo giorno, le sue pulsioni e le sue fantasie, tutte cose che non aveva mai osato immaginare.
Ed è talmente tanto appagata, che non riesce più a farne a meno…

Quella che inizialmente doveva essere una semplice storiella, si trasforma ben presto in qualcosa di molto più forte e potente. Entrambi i nostri protagonisti, infatti, iniziano a provare qualcosa di molto importante. Eric cambia radicalmente, inizia a rendersi conto che condividere le esperienze con qualcuno che si ama è molto più divertente e appagante.
Nonostante tra loro l’amore sia vero e forte, i loro caratteri, nella maggior parte del tempo, impedisce loro di capirsi e accettarsi; il loro accanirsi contro l’altro, rinfacciarsi le parole, i gesti e le azioni fatte, li porta a separarsi continuamente per le loro differenze.

Nel corso del libro ad un certo punto Judith ed Eric decidono di prendere così due strade diverse, provando a fare a meno l’una dell’altro, ma ci riusciranno secondo voi?
Non vi resta che scoprirlo leggendo questo libro.
Scritto dal POV maschile, viviamo (o riviviamo) la loro storia, un testo con una scrittura  fluida e scorrevole che non ti fa nemmeno accorgere di essere arrivata alla fine, merito anche di una storia interessante e ben concepita.
Unico appunto che mi sento di fare all’autrice, è il mio non aver apprezzato molto il loro lasciarsi e prendersi continuamente, questo secondo me in alcuni momenti ha rallentato un po' il libro ma resta comunque un libro bellissimo che vi farà comunque riflettere se oltre all’aspetto sessuale riuscirete ad andare oltre, leggendo non solo con gli occhi ma anche con il cuore.
Vi auguro una buona lettura mie care disaster.



Nessun commento:

Posta un commento