martedì 21 maggio 2019

Le recensioni di Vanessa: "Il Thè delle Streghe" di Marla Rubini e Monica Recinelli


Tocca ora a Vanessa parlarci di un urban fantasy letto nei giorni scorsi: IL THE' DELLE STREGHE di Marla Rubini e Monica Recinelli.

Titolo: Il Thè delle Streghe

Autore: Marla Rubini e Monica Recinelli

Genere: Urban Fantasy/Classic Fantasy

Data di Uscita: 11 Aprile 2019

Prezzo: € 12.53



Sinossi

"Le anime delle streghe della Congrega si reincarnano in nuove vite per permettere che la Magia fluisca attraverso il Tempo". "Il thè delle streghe" è la storia di alcune donne e uomini con poteri straordinari che attraverso il Tempo, rivivono le loro vite passate, incrociando i loro Destini per combattere un'antica Apocalisse. Il racconto segue il Destino delle Streghe in luoghi lontani, fino a raggiungere Stelle, Universi ed esseri eterni che affronteranno l'oscurità per proteggerle ed impedire la sconfitta della Magia.






Recensione

“Solo perché non ci credete non vuol dire che non sia vero.” - Katherine Howe

Che si creda o meno nella magia, è un elemento che da sempre circonda il nostro mondo.
Che sia visibile oppure no, fin dai tempi antichi c’è un potere superiore che ci circonda; molti lo chiamano destino, altri fato, i non credenti casualità, imprevisti.
Per me invece il mondo è magico.

Tranquilli disastri, non sono impazzita!
Dovete sapere che sono sempre stata affascinata dal mondo della magia, dalle serie tv ai film, infine ai libri che parlano di essa. La parte che mi affascina di più sono coloro che la gestiscono. Le streghe. Sono cresciuta insieme al fantastico trio delle sorelle Halliwell, (Il potere del trio coincide col mio!), e da allora appena mi capita qualcosa che contenga un pizzico di magia devo subito vederlo/leggerlo.
Ed è questo che mi ha portato al libro di cui vi parlerò oggi.
“Il thè delle streghe” scritto da Marla Rubini e Monica Recinelli.

Purtroppo il libro non è stato come mi aspettavo. La storia si svolge praticamente tra le quattro mura di una sala da thè, ad un incontro di persone che si confronta tra di loro e parlano dei poteri magici che possiedono.  Una riunione organizzata per aggiornarsi sulle loro vite, sui loro cambiamenti e sulle sensazioni che provano.
Il libro è strutturato in due parti. Nella prima parte avviene questo incontro dove viene spiegato come ogni componente della cerchia abbia ottenuto i potere e il modo in cui si sono conosciuti, narrato dalla protagonista principale. La seconda parte invece riguarda il destino di ognuno di loro, e il motivo originario per cui si sono ritrovati tutti insieme in quella sala da thè (non dirò altro per non fare spoiler).

La parte che più mi piace leggere in un libro che parli di magia, è l’intreccio che si crea all’interno di esso. Mi spiego meglio. Quando nasce una storia di magia, all’inizio si hanno molti punti interrogativi sullo svolgimento. Viene raccontata una storia con un alone di mistero che ti fa venir voglia di proseguire per riuscire ad incastrare tutte le tessere del puzzle, per arrivare all’epicentro della storia, al motivo scatenante della lotta tra bene e male, alla battaglia conclusiva tra le due fazioni.
Purtroppo in questo libro non ho trovato niente di tutto ciò. La storia è scritta da più punti di vista. Principalmente abbiamo quello della protagonista, ma nelle scene successive troviamo scene narrate da terze persone. Ho trovato questa scelta da parte delle autrici un po’ confusionaria. Forse dovuto anche alla mancanza dei capitoli (la scelta di inserire solo gli * per dividere una scena da un’altra mi ha fatto storcere un po’ il naso) che mi ha reso la storia un po’ pesante.
La scrittura delle due autrici è comunque pulita, semplice e di facile lettura; peccato non abbiano sfruttato di più il potenziale a loro disposizione. Una storia con un ottimo incipit che si è ahimè persa strada facendo.



Nessun commento:

Posta un commento