venerdì 26 aprile 2019

Review Tour: Alice di Barbara Abel


Review Tour organizzato per Barbara Abel. Dal 22 aprile potete leggere il suo nuovo thriller edito Leone Editore e Stefania lo ha letto per il blog in anteprima. Venite a leggere cosa ne pensa!

Titolo: Alice

Autore: Barbara Abel

Editore: Leone Editore

Genere: Thriller

Data di pubblicazione: 22 aprile 2019


Sinossi

Per quanto ogni famiglia sia infelice a modo suo, i destini delle famiglie vicine a Alice, diciottenne inquieta, sono accomunati da incomprensioni e discordie di pari intensità. Eppure, in un pomeriggio che sembra come tanti, mentre Alice e Bruno fanno l’amore e fumano marijuana, nessuno dei loro cari può sapere cosa sta per succedere: un’auto senza controllo, la lamiera sfondata di uno scuolabus, le vite di Bruno e di un bambino, Thibaut, perdute per sempre. Non può immaginarlo il padre di Alice, che fatica a gestire le turbolenze della figlia, né la sua nuova compagna, impegnata nell’eterna ricerca della quiete domestica. Non possono immaginarlo la madre di Thibaut né quella di Bruno, che nella vendetta cercheranno l’unica consolazione al lutto. E Alice, inghiottita da una spirale di accuse, si ritroverà a sprofondare sempre più in basso, sempre più sola, sempre più in pericolo.

Recensione

“… Maude, Solange, Nicole e Alice. Quattro donne le cui strade s’incontreranno seguendo a volte il loro modo di amare, spesso quello di odiare. 
Perché niente si avvicina all’amore quanto l’odio.”

Quattro nomi che si alterneranno mostrandoci il loro punto di vista in una storia che non smetterà di stupire fino all’ultima pagina.
Quattro famiglie che dovranno affrontare situazioni più grandi di loro, dove la ragione lascerà il posto alle emozioni e l’odio, la vendetta, il risentimento saranno le uniche forme di espressione esistenti. Sentimenti che sfoceranno in follia e guerre psicologiche crudeli con l'unico scopo di farsi giustizia da soli.

Maude, dopo la fine del suo matrimonio, trova di nuovo l’amore in Simon. Simon a sua volta, dopo la perdita della moglie, trova in Maude conforto e felicità. La loro quotidianità è scandita dal lavoro e da tre figli (due di Maude e una di Simon) irrequieti, a tratti ingestibili, in quell'età dove la ribellione è all'ordine del giorno.
Solange dopo anni a desiderare un figlio, finalmente la vita le ha concesso una grazia e Thibaut è il suo miracolo. Un bambino di sette anni che troverà la morte sullo scuolabus per mano di Bruno, diciannovenne figlio di Nicole, mentre sta tornando a casa dopo aver accompagnato a casa quella che considera la sua ragazza, Alice.

Ed ecco che Alice è la diciottenne che unisce tutti con un filo invisibile. Figlia di Simon, ragazza di Bruno, è la sola colpevole agli occhi di chi la considera il male peggiore. È colpa sua se Bruno è cambiato, se fa uso di droghe leggere, è colpa sua se è andato a sbattere con la sua auto contro uno scuolabus pieno di bambini e uno ha perso la vita, è colpa sua se in casa non c’è armonia e Maude non riesce ad instaurare un rapporto con lei.
Ma Alice è veramente l’unica responsabile?

Sicuramente la sua colpa, se così vogliamo chiamarla, è che grazie a lei esce fuori un quadro tremendo, dove in tutte le famiglie, anche nelle più perfette, c’è una nota stonata, e ogni suo membro nasconde e/o mente per tornaconto, per tutelare se stesso o chi ama.

“L’amore è una potenza la cui forza può fare o disfare un destino. Così dolce da poter essere selvaggio, così esaltante da poter essere patetico, così divino da poter essere demoniaco, è molteplice, complesso e incostante.”

Ho letto questo thriller tutto d’un fiato. Da subito ho capito che questa volta non avevo davanti un libro come tanti perché Alice scava nella psiche e ci mostra quanti errori, quante decisioni sbagliate si commettono in nome dell’amore.

Barbara Abel, con uno stile lineare e l'uso di un linguaggio semplice ma d'impatto, ha creato un intreccio che porta alla luce tutto ciò che si nasconde in un contesto familiare, mostra come le varie personalità reagiscono al dolore, alla perdita, allo stress emotivo. Dipinge le varie forme di amore e il come l’amore influisce sulle decisioni da prendere. L’amore è irrazionale, potente, ma priva le persone di ragionare con intelligenza. È questo che evidenzia Barbara Abel, il come ai nostri occhi il problema non può risiedere vicino a noi perché si idealizza chi ci sta accanto considerandolo perfetto e limpido al primo sguardo.
Ci mette di fronte a come un sentimento si trasforma quando qualcosa o qualcuno minaccia la serenità, mostra come l’odio e il bisogno di vendicarsi cambino una persona.
Una guerra che vede tutti perdenti e tutti vincitori.

Vi consiglio Alice? Si, vi raccomando questa lettura con un unico monito: osservate bene ogni dettaglio, prendetevi il tempo per assimilare ogni informazione e non lasciatevi condizionare da ciò che ognuno dirà.




Nessun commento:

Posta un commento