martedì 23 aprile 2019

Review party: Shameless di Belle De La Nuit


Review party per Belle De La Nuit. La nostra Vanessa ha letto il suo romanzo d'esordio, Shameless. Come avrà trovato questo M/M Romance? Scopriamolo!

Titolo: Shameless

Autore: Belle De La Nuit

Edizione: Self-publishing

Genere: MM Romance

Data di pubblicazione: 18 aprile 2019

Prezzo: 0,99€ E-book, 10,40€ Cartaceo


Sinossi

Se qualcuno, un giorno, mi avesse detto che sarei diventato dipendente dal corpo di un uomo, io, che ho perso il conto del numero di donne che si sono susseguite nella mia vita, gli avrei riso in faccia. E mi sarei pure offeso, a dirvela tutta. Ma poi ho conosciuto lui: Joel.
Fa lo spogliarellista in un locale, sapete? Ovviamente, quando l’ho conosciuto, non ero lì per lui. Quella sera, ero lì per le femmine, ma poi… Poi è successa una cosa strana.
Lui mi ha guardato.
E mi ha baciato.
E non so dirvi che è successo. So solo che da quel momento ho come vissuto a testa in giù, o in su, in base ai punti di vista.
Perché ci sono storie semplici, quelle normali e poi ci siamo io e Joel: la follia della casualità.

Ah, dimenticavo.
La tizia che ci ha creati, l’autrice, suggerisce di dirvi che ci sono scene esplicite di sesso, che il romanzo è autoconclusivo e che io faccio uso del Dirty Talking. Io mi dissocio, voglio che lo sappiate. Ma vi pare? Essere giudicato così, dico io… Che poi ha obbligato me a parlare e non l’altro… Io non sono bravo con le parole, ma Joel si è rintanato nel camerino del locale in cui lavora e allora… Ma sorvoliamo.
Mi chiamo Jason Hofman, sono un pubblicitario, vivo a New York e questa è davvero una strana, stramba storia assurda.
Fidatevi di me che di storie ne ho esperienza.




Recensione

Ci sono libri che attirano l'attenzione da subito: il passaparola dei conoscenti, la copertina, i commenti di amici, la trama particolare o un estratto letto per caso in un gruppo Facebook. E' così che mi sono avvicinata a questo libro. A volte, la curiosità ci fa compiere scelte giuste, altre volte, però, sbagliamo, ed è questo è il caso.
Dalla trama e dagli estratti letti mi aspettavo una storia, nella realtà mi sono trovata tutt’altro... E' difficile raccontarvi qualcosa della trama, senza svelarvi qualcosa di spoiler; secondo me nella descrizione l'autrice nasconde un dettaglio che per me avrebbe dovuto mettere invece. Ma ovviamente non ve lo dirò, dovrete leggere per capire!

Da una parte abbiamo Joel: un ragazzo che conosce bene il non avere niente, il doversi vendere, il non poter desiderare niente più di quello che ha. Nato in un bordello, Joel vive molto alla giornata, senza sperare o desiderare qualcosa di più. Il suo corpo è il mezzo per ottenere un tetto sulla testa e del cibo da mettere sullo stomaco. E' circondato da tre donne completamente diverse l'una dalle altre, che considera la sua famiglia.
Dall'altra c'è Jason: bello, ricco, intelligente, il pubblicitario della Grande Mela è marito e padre, anche se con colei che ha sposato è ai ferri cortissimi, mentre non riconosce più il rapporto che aveva con i figli. E' arrogante, al lavoro, nel letto, con gli altri. Se vuole una cosa e se la prende, chi se ne frega del modo. Il Dirty talking non lo usa solo quando è nudo, ma in ogni aspetto della sua vita. A chiunque scappa la parolaccia (delle volte enfatizzano meglio il concetto), ma ho trovato intere frasi che iniziano con un "Fanculo" o un "cazzo", e secondo me questo le ha rese troppo eccessive. Fin da subito, non sono riuscita a entrare in sintonia con Jason... Amo i personaggi maledetti, i belli e dannati, ma la sua arroganza, il suo vantarsi di cosa può o non può fare e ottenere, ha ottenuto l'effetto opposto. Non ho apprezzato il modo spesso aggressivo che utilizza con chiunque, dal ragazzo che importuna la figlia alla dirigente scolastica.

La passione che li lega, in modo inaspettato, è qualcosa di potente, che arriva al lettore. Peccato che Jason sia etero, che abbia una famiglia, una lunga lista di donne portate a letto. Ed eccoci al tasto dolente: lui vuole togliersi dalla testa Joel, ma più gli sta lontano e peggio si sente. Scendere a patti con una sessualità che pensava di conoscere, di padroneggiare, non sarà semplice.
Il loro rapporto è, fin da subito, burrascoso: una grande passione che non sempre va d’accordo con i comportamenti che entrambi tengono, l'uno con l'altro. Quando Jason si comporta da arrogante prepotente, quando alza la voce, quando urla (praticamente per metà libro), quando è ruvido, Joel riesce a rispondere con strafottenza, atteggiandosi da diva, da poco di buono, facendolo infervorare di più: ma è quello che li avvicina, la rabbia che si tramuta in passione ardente, sconfinante, maschia.

Non è tutto da bocciare, sia chiaro. Ho apprezzato come entrambi gli uomini si siano, in qualche modo, redenti. Ho apprezzato come Jason abbia ripreso in mano le redini del ruolo da padre, si sia messo il mantello per essere una figura importante per i suoi figli. Ha messo, finalmente, il loro bene al pari del suo, anche se ce ne ha messo di tempo per arrivarci.
Joel è sempre stato un punto di domanda, qualcuno che vorresti capire fino in fondo ma non ci riesci... ha sempre quel comportamento del passato che lo fa cadere in errori già commessi. Se per anni sei convinto di non meritare nulla di bello, quando arriva la tua occasione per essere felice ti boicotti… non è masochismo, ma conservazione. Ho apprezzato che, nonostante tutte le cadute, ci fosse qualcuno pronto a risollevarlo, a curarlo o a preparare la parmigiana di melanzane.
Un testo abbastanza pulito, chiaro, certo con un paio di errori che spero siano stati corretti prima di andare in pubblicazione, come ad esempio "si è dimagrito".

Disastri, vi voglio ricordare che la lettura è soggettiva, un libro che per altri vale 5, per altri può valere meno, ma questo non vuol dire che ci sia una mancanza di rispetto nei confronti di chi mette impegno nelle proprie storie, né tanto meno che il lettore (in questo caso il recensore) svolga il suo “lavoro” in maniera superficiale e senza rispetto. Detto questo, per me, purtroppo, "Shameless" è stata una lettura non positiva. Aspetto i vostri pareri!





Nessun commento:

Posta un commento