venerdì 5 aprile 2019

Review party: "Partita doppia" di Bianca Ferrari


Renato Zero cantava: "Il triangolo no, non l'avevo considerato". Viola con questo ritornello in testa si è cimentata in una lettura inusuale per lei: Partita Doppia di Bianca Ferrari, edito Les Flaneurs Edizioni. Come lo avrà trovato? Scopriamolo!

Titolo: Partita Doppia

Serie: Double Trouble Series #1

Autore: Bianca Ferrari

Editore: Les Flâneurs Edizioni

Collana: Pigalle

Genere: Contemporary Romance

Prezzo: € 2,99 ebook - Cartaceo € 15,00


Sinossi

Cinnamon Miller ha portato con sé a Chicago un'educazione severa, una solida morale e il desiderio di trovare lavoro per contribuire all’economia della famiglia che ha lasciato a Wildrose.
Ma la grande città può fare paura se hai solo vent’anni e nessuna esperienza del mondo. Se per tutta la vita hai solo sognato l’amore, leggendolo sui libri, e non sai quanto possa fare male.
I fratelli Cavendish, invece, Chicago vorrebbero possederla. Dall’alto del loro attico, si affacciano sulle luci della città che stanno pian piano conquistando. 
Caleb vive la vita un giorno alla volta, una donna ogni notte, nessun legame. L’unica persona per la quale darebbe la vita è suo fratello Abel, che sogna di viaggiare zaino in spalla e chitarra in mano. Ma che rimane. Perché è l’unico capace di mantenere l’equilibrio di Caleb e di impedirgli di ripiombare nel baratro. 
Un colloquio di lavoro, una scommessa, la caccia di una preda facile. 
Un triangolo iniziato per gioco, senza pensare che alla fine ci sarà un solo vincitore. Ma chi arriva ultimo, stavolta, potrebbe perdere qualcosa in più che del puro e semplice sesso.
Due fratelli e una sola… Partita Doppia.




Recensione

Cinnamon Miller ha vent'anni, approda a Chicago per poter trovar lavoro e contribuire alle spese della sua numerosa e modesta famiglia. Capelli rossi, un visino acqua e sapone, una sana educazione, timida di carattere, spesso si sente fuori luogo ma quando richiesto sa rispondere pesando le parole in modo da non offendere il suo interlocutore.
Caleb e Abel Cavendish sono fratelli, hanno solo un anno di differenza ma non potrebbero essere più diversi tra loro. Caleb, il maggiore, ha capelli biondi e occhi di ghiaccio, non ha peli sulla lingua dice ciò che pensa senza mezzi termini. Abel ha capelli scuri, ricci e occhi verdi, sempre gentile nei modi e nel parlare. Sono i titolari della Broker Bross nonostante la giovane età.
La cosa che li accomuna per difetto? Per motivazioni diverse hanno scelto di frequentare tutte le donne che cadono ai loro piedi per sfogare il proprio appetito sessuale ed hanno anche una specie di modus operandi, (tranquille non sono serial killer ma sono solo appassionati alla patata e ad altro :P) che prevede invitare a trascorrere del tempo in loro compagnia, insieme o in separata sede, tutte le stagiste che entrano a lavorare per la loro azienda.
Mettiamo il caso che Cinnamon si ritrovi a sostenere un colloquio proprio in un'agenzia, che possa avere un battibecco proprio con uno dei fratelli e avere la "fortuna" di essere assunta  e finire nel mirino dei Cavendish e della loro scommessa su chi tra i due fratelli sarebbe riuscito a portarsela a letto. Cinnamon si troverà ad avere attenzioni da entrambi ma come dice lei stessa di se è ingenua ma non stupida anche se non riuscirà del tutto a resistere ai due adoni. E se uno dei due fratelli o entrambi volessero di più da quella ragazza che riesce a tener loro testa? Cinnamon sarà capace di scegliere tra i due fratelli? Se si, a che prezzo?

Bene voglio fare una premessa. Quando hanno proposto il libro tutte le mie college si sono tirate indietro snobbando i "triangoli" mentre io , che i problemi li ho solo con gli horror, volevo proprio leggere qualcosa di alternativo alle altre mie letture quindi, canticchiando Renato Zero, mi son proposta.
Altra premessa. Ero scettica, ma scettica all'inverosimile con la scelta dei nomi dei tre angoli del triangolo. Caleb, Abel e Cinnamon. Due fratelli dal nome che è uno scioglilingua e il nome di una spezia, ma l'autrice mi ha fatto cambiare idea mentre spiegava la scelta in modo ironico. Devo dire che mi son ritrovata a scervellarmi di ricordare come ragionavo a vent'anni perchè la nostra Cin è davvero inesperta in ambito amoroso anche se ha un'intelletto sottile e preparata ad ogni evenienza.
Ho apprezzato un dettaglio sulla scelta fatta per lei dall'autrice (forse mi capirete meglio leggendolo  ma non so come scrivere al meglio ciò che vorrei se non in modo molto esplicito). Alla mia veneranda età io ho scelto come preferito uno dei due fratelli ma avrei sicuramente avuto problemi a capire chi realmente avrei voluto accanto da giovane.
Quindi il libro mi è piaciuto, mi è piaciuto il modo di non sentirsi sola di Cinnamon e di immaginare la sua numerosa famiglia che la consigliava nell'immaginario. Ho adorato River e spero di approfondire la conoscenza nel secondo volume o perchè no in un volume dedicato a lui. E se siete anche appassionate di un po di suspanse, leggetelo, troverete quel quid in più che vi terrà ad avere il libro in mano anche quando dovrete far altro.



Nessun commento:

Posta un commento