martedì 2 aprile 2019

Le recensioni di Vanessa: Surrender di Jenny Anastan


Jenny Anastan è un'autrice che quando arriva il fatidico momento della richiesta recensione ce  la litighiamo fino all'ultimo respiro! Vanessa ha vinto la possibilità di avere Surrender in anteprima e ce ne parla oggi, a due giorni dall'uscita.

Titolo: Surrender

Autore: Jenny Anastan

Serie: The showdown series #1

Editore: Self Publishing

Data di pubblicazione: 30 aprile 2019


Sinossi

A volte fidarsi del prossimo è più facile che perdonare se stessi. Eppure Kian Sullivan, detective di Detroit, non riesce a fare nessuna delle due cose. Fuggito in Alabama per tentare di riconciliarsi con il mondo, dopo un caso particolarmente difficile e lacerante, è a malapena pronto a respirare. Galleggia, naviga a vista, ma non vive.

Almeno finché non entra in rotta di collisione con la figlia del suo futuro cognato, una vera e propria spina nel fianco. Più giovane di lui di qualche anno, Ivy rappresenta quella spensieratezza che Kian forse non ha mai sperimentato. La ragazza è animata da un’innocenza che lo travolge e sconvolge. Ma il buio che il detective si porta dietro è troppo profondo, troppo logorante, così come i segreti del passato che sono sepolti nel suo cuore, al sicuro e lontani da chiunque.

Recensione

Kian Sallivan, detective di Detroit. Un uomo spezzato, con un passato difficile. Un detective con oscuri demoni che non lo lasciano dormire la notte. Un uomo che ha perso fiducia nel mondo, che non riesce a perdonare se stesso. Un’anima distrutta che ha bisogno di ricominciare a respirare.
Ivy Taylor, proprietaria di un negozio di fiori a Silverville. Ragazza solare, spensierata, dall'ingenuità pura. Una ragazza socievole, con una propensione a fidarsi delle persone ad occhi chiusi. 
Cosa potranno mai avere in comune questi due personaggi?
Apparentemente niente, il loro primo incontro non si può certo definire idilliaco, anzi...

«Solo una stupida si apparterebbe con un uomo appena conosciuto in piena notte» sentenziò. Lo guardai sconvolta mentre lui in tutta tranquillità si accendeva un’altra sigaretta. «Per questa sera ti è andata bene, ragazzina. Ma stai più attenta, non hai idea della feccia umana che gira indisturbata»

Nonostante il primo approccio non sia andato come sperato, tra i due c’è quell’elettricità che ti fa rizzare i peli delle braccia, quel fuoco che ti fa battere forte il cuore, quelle scintille che ti fanno venire i brividi, di quelli positivi. 

L’amore non cresce piano, è una cazzata. L’amore divampa, brucia, e lo fa da subito. Uno sguardo, un bacio, una carezza… basta così poco perché si prenda tutto di te.

Dopo il primo incontro pensavano che le loro strade si sarebbero divise e invece il destino decide di testa sua, per quello Kian e Ivy rimangono spiazzati quando si incontrano il giorno dopo a casa del padre di lei. Ebbene si, Kian è il fratello della nuova compagna del padre di Ivy, un quasi "zio" diciamo, anche se Ivy non è d'accordo con questo termine. 
Cosa succederà tra un uomo segnato dalla vita che pensa di non meritare niente di bello e una ragazza ostinata a voler scoprire di più sui segreti di quell'uomo che le gira continuamente in testa?

Ero andata da lui disposta a correre qualsiasi rischio per nessun motivo particolare, solo per conoscerlo meglio. Solo per poter provare ancora quella sensazione allo stomaco che mi sconvolgeva tanto da mozzarmi il fiato. In quale casino mi ero infilata?

Beh disastri mollate tutto quello che state facendo e correte a leggere questo libro! 
Prima lettura per me uscita dalla penna di Jenny Anastan. Ho trovato la sua scrittura molto piacevole. Cattura come un incantesimo di Harry Potter (Jenny le citazioni di Harry Potter sono il top!). Una storia che ti incanta dalla prima all'ultima parola. Una storia che vorrai rileggere ancora e ancora! ( Ho riletto tutte le parti segnate, praticamente mezzo libro!) Ambientato tra Detroit e Silverville, un piccolo paesino dove si conoscono tutti e si ha quel senso di famiglia, l'autrice fa vedere due lati della stessa medaglia.

Non volevo restare più al buio da solo, mi serviva un po’ della luce che lei emanava, che emetteva senza neppure accorgersene. Volevo lei.

Una città piena di pericoli, di miseria e difficoltà, e un paese dove la cosa peggiore che ti possa capire sono i pettegolezzi della gente. Ho apprezzato questo intreccio tra buio e luce. Una menzione anche ai personaggi secondari, grazie per Gaby, Abby e Mason, ( se non ci fosse stato lui in alcuni momenti!) Ma anche per Bill e Charlotte. Ho apprezzato ogni singolo personaggio secondario (ecco forse la mamma di Harry non tanto!) Sono così curiosa dei prossimi personaggi che penso inizierò a pressare Jenny Anastan per darmi la loro storia al più presto!! 

«Afferra la vita. Non basta esistere, devi brillare».


Nessun commento:

Posta un commento