venerdì 19 aprile 2019

Le recensioni di Amira: "Promettimi che tornerai" di Lisa Destiny


Lo sappiamo... ultimamente avete letto poche recensioni di Amira, ma non è sparita. Dopo mille peripezie, Amira è riuscita a riprendere in mano il kindle e a recuperare alcune delle letture che erano rimaste ai box... oggi ci parla del libro di Lisa Destiny!


Titolo: Promettimi che tornerai

Autore: Lisa Destiny

Edizione: Self publishing

Prezzo: e-book 2,99€ / Copertina flessibile 15,59€


Sinossi

L’Esercito Americano è la sua sola famiglia. La base militare in Iraq è la sua sola casa. La guerra è l’unica vita che conosce.
Per troppi anni, da quando ha perduto ciò che aveva di più caro al mondo, Jason ha vissuto in un limbo di solitudine e malinconia. Quel passato gli ha lasciato ferite profonde mai rimarginate, ed è per questo che non permette a nessuno di avvicinarsi troppo.
Jason pensa di avere tutto sotto controllo, di aver eretto una barriera impenetrabile tra sé e il resto del mondo. Ma le sue difese crollano nel momento in cui incontra Liz, la dottoressa dell’ospedale da campo.
Liz Biel ha lavorato sodo per realizzarsi, ed ora è diventata un medico dell’Esercito Americano. Concentrata sul lavoro, dedita ai suoi pazienti, nella sua vita non c’è più spazio per l’amore. Non dopo quello che le è successo in passato. Non dopo quello che ha dovuto sopportare.
Tuttavia, quando il suo sguardo incontra quello del sergente maggiore Jason Taylor, Liz non può ignorare che i battiti del suo cuore accelerino. Liz sa che Jason è l’ultima persona al mondo per cui dovrebbe provare interesse, perché lui è un soldato. Sì, un soldato sexy, affascinante, coraggioso, con un bellissimo sorriso un po’ sbruffone, ma pur sempre un soldato. E questo dovrebbe bastare a convincerla a prendere le distanze da lui.
Ma Jason non sembra voler rassegnarsi, ed è pronto a tutto pur di far breccia nell’armatura che protegge il cuore della bella dottoressa.
E quando Jason viene assegnato ad una delle missioni più pericolose della sua vita, tutte le barriere, i dubbi e le paure passano in secondo piano.
L’unica cosa che diventa davvero importante per Jason e Liz è stare insieme… perché potrebbe anche essere l’ultima volta.




Recensione

Cari Disastri, vorrei precisare che io non amo particolarmente le storie di guerre moderne o ambientate in campi militari ai giorni nostri, eppure questo libro mi ha preso parecchio.
Questa scrittrice ha saputo tenermi incollata alle pagine del suo libro con la sua scrittura scorrevole, priva di errori, ricercata ma non complicata.

La storia è quella di Jason e Liz, due persone che nella vita ne hanno passate davvero tante e hanno scelto un tipo di vita che li porta vivere ogni giorno sofferenze e perdite: quella della vita militare.
Lui, figlio di una madre single e di un padre ignoto del quale si sa solo che era un soldato, si arruola non appena possibile per sentirsi più vicino a lui. Sin da ragazzino vive una vita complicata, fatta di perdite e rinunce, finendo per passare l’adolescenza tra una famiglia adottiva e un’altra.
Quando si arruola nell'esercito è chiaro che questo non può che continuare e peggiorare, e più perde i suoi uomini, quelli che ormai sono una famiglia, amici, fratelli compagni di avventure, più Jason si chiude in sé stesso.

Lei invece è una giovane e bellissima dottoressa dell'esercito americano, anche lei ha scelto la vita da campo, ma nonostante la bella e solida famiglia che ha alle spalle, anche lei ha sofferto per una perdita che le ha lasciato un profondo segno.
Ha deciso di votare la sua vita alla milizia perché vuole dare un senso a questo senso di vuoto a ogni perdita, perché vuole rendersi utile, dare una mano. E lavora duro, senza mai fermarsi, anche per non pensare a ciò che le fa male.

Entrambi hanno alzato muri intorno per non soffrire, entrambi hanno rinunciato a ogni forma di amore. Ma quando i due si conoscono, come due calamite si attraggono, senza sapere come neppure come evitarlo. Non pensavano di poter provare di nuovo forti sensazioni come quelle che sentono ogni volta che sono insieme o persino quando non lo sono ma si pensano.
Lei non vuole innamorarsi si un soldato, vivere con la paura di perdere ancora qualcuno che ama, lui non ha mai sentito qualcosa di così forte per una donna, ma non vuole amare ancora, anche lui non può provare ancora quel dolore per una perdita.
Quando però si provano sentimenti così, non si ascolta mai la ragione, si ascolta solo il cuore.

Il libro inizia a prendere il lettore dalla prima pagina, subito incalzante ti rapisce. Siamo in Iraq, Jason sta per rientrare alla base con la sua squadra, ma vengono attaccati. Liz li raggiunge in ospedale e trova il suo Jason ferito quasi a morte. È forse arrivato il momento che tutti e due temevano? Sarà l’ultima volta in cui si sono potuti vedere, sentire, stringere?
Jason in balia del dolore comincia a pensare e a ricordare. Da qui parte un lungo flashback che ci racconta la sua vita, dall'adolescenza all'incontro con Liz, raccontato da entrambi i punti di vista.
Ho apprezzato molto questo inizio, un flashback utilizzato in modo corretto e senza forzature, ma soprattutto ho apprezzato lo sviluppo di tutta la trama e della storia d’amore. Finalmente un’autrice che non corre e ti fa assaporare insieme ai protagonisti ogni sensazione ed emozione, senza fretta.
È una storia d’amore dolce ma non diabetica, frizzante, divertente. Due anime tormentate che nella distruzione e tra le macerie fisiche e spirituali, si trovano e insieme ritrovano la strada.

Se vi piacciono le storie che parlano di quegli amori sofferti, quelli che piano piano, come a chiedere permesso, si fanno strada anche nei posti più impensabili, nei cuori più aridi o che hanno solo gettato la spugna, beh questo è il libro per voi.
Attenzione!! C’è anche un breve seguito, non è un libro auto conclusivo, leggere solo questo potrebbe lasciarvi con l’amaro in bocca, ma la consapevolezza che non finisce qua rincuora, perciò non disperate e buttatevi senza paura tra le pagine di questo gioiellino!



Nessun commento:

Posta un commento