Le recensioni di Viola: "La cattedrale di Jasper" di Cristiano Pedrini


Buongiorno disastri, Viola oggi ci parla di "La cattedrale di Jasper" m/m di Cristiano Pedrini.


Titolo: La cattedrale di Jasper

Autore: Cristiano Pedrini

Edizione: self publishing

Genere: romanzo contemporaneo mm

Data di uscita: 2 maggio 2018

Prezzo: 2,99€ ebook


Sinossi

Federico, un trentenne italiano di successo, vive la sua vita chiuso nella prigione della sua anima e del suo lavoro. Quando conosce attraverso a una chat Jasper, trasferitosi dall'Inghilterra per un corso di studi universitari, sa di non poter sperare molto per loro, ma quando il giovane ragazzo si materializzerà nella sua vita accendendo in lui mille emozioni, si troverà costretto a respingerle proprio per il terrore di ferirlo. Jasper ama la sua terra, le sue leggende, i suoi castelli e la sua cattedrale. Federico, esperto di marketing per una casa editoriale, non conosce le sfumature della vita né crede di sapersi emozionare per l'arte e la storia. Cosa potrà unirli e aprire i loro cuori?




Recensione

 I protagonisti sono Federico, trentenne con un lavoro degno di nota, dal cuore d'oro per quanto riguarda aiutare gli altri ma quando riguarda se stesso tende a chiudersi a riccio e a non permettere a nessuno di penetrare la sua corazza.
 Jasper è uno studente di vent'anni, di origine inglese e volato a Milano per proseguire i suoi studi.
Si conoscono tramite una chat e finiscono con l'incontrarsi.
Federico farà subito l'errore di parlare senza filtri e mettere paletti fin da subito a tutto ciò che potrebbe essere o non essere proseguendo la conoscenza con Jasper.
Federico avrà bisogno di Laura, la sua segretaria, che col tempo passato a lavorare con lui è riuscita a far cedere il suo essere ermetico e a far si che lui si sentisse sicuro nel confidarsi con lei.
Laura per caso scopre qualcosa su Jasper e, con una scusa, riuscirà a far aprire gli occhi al suo superiore sulla reale situazione di Jasper e porterà i due ad confrontarsi e a capirsi.

Quando esiste un sentimento e si riconosce l’esistenza di questo sentimento non esistono barriere, età, ceto sociale e tutto ciò che distingue i nostri due protagonisti diventa irrilevante. L'unica cosa che conta è l'amore e il desiderio di difendere l'altro.
Già perché in questo libro si parla di un argomento delicato ma che lascio al lettore scoprire quale.

Lo stile dell’autore è sempre lineare e la lettura è scorrevole, mi ha lasciato un senso di protezione per quanto riguarda Jasper e forse io sarei stata giusto un pelino meno delicata rispetto a Laura nel dare una “svegliata” a Federico.
Voglio essere onesta e dirvi che tra i romanzi letti di questo autore in questo, con  la struttura utilizzata, ho avuto qualche difficoltà a capirne il messaggio finchè non lo ha proprio rivelato tramite i suoi protagonisti. Sicuramente il problema, se così lo si può definire, è prettamente mio, quindi mi perdonerete se la valutazione che darò sarà per lo più per il messaggio che trasmette, e che vi invito a scoprire, a promuoverlo per il lessico usato dall’autore e a dirvi che molti uomini dovrebbero imparare a fare complimenti come fa Federico nei confronti di Jasper e alla sua “cattedrale” interiore.



Commenti