mercoledì 20 marzo 2019

Le recensioni di Ilenia: "Running with scissors" di L.A. Witt


Ogni tanto capitano quei libri che vengono divorati in poche ore, tanto piacciono... ma al momento di scrivere la recensione, fissi un foglio bianco per ore e non riesci a mettere giù una parola. Questo è quello che è successo a Ilenia, con il music romance di LA Witt, pubblicato da Triskell Edizioni a metà gennaio...


Titolo: Running with Scissors

Autore: L.A. Witt

Editore: Triskell Edizioni

Genere: music romance MM

Prezzo: 5,99€

Data di pubblicazione: 15 gennaio 2019



Sinossi

Sono passati diciotto mesi da quando il batterista Jude Colburn ha fatto lo sbaglio più grande della sua vita lasciando la sua band poco prima che raggiungesse il successo. Ora ha una seconda possibilità. Il bassista ha appena mollato il gruppo e Jude suona bene il basso quasi quanto la batteria. Gli altri membri della band non sono molto contenti di riaverlo con loro ma sono disperati.

I Running with Scissors hanno bisogno di lui, ma a una condizione: niente sesso tra i membri del gruppo. D’altro canto, è stato quello a rovinare tutto diciotto mesi prima. Jude accetta, ma nessuno lo ha avvisato del batterista che ha preso il suo posto. A.J. Palmer è timido e dimesso… fino a quando non sale sul palco. Cattura l’attenzione di Jude fin dal primo attacco di batteria e all’improvviso la regola del “niente sesso” non è più così semplice da rispettare.

Mantenere dei segreti sul pullman del tour non è facile ed è solo una questione di tempo prima che gli altri membri della band si accorgano della situazione. Quando le circostanze degenerano, Jude è a un bivio: sceglierà di avere una seconda chance nella carriera che rimpiange di aver lasciato o di avere una possibilità con l’uomo dei suoi sogni?




Recensione

A volte, quando leggo un libro mi capita di pensare già a quello che voglio scrivere nella recensione. A volte, invece, capita che inizio a scriverla appena finisco il libro. Ma, a volte, mi imbatto in quei libri che pensavo di aver inquadrato semplicemente dalla copertina e dalla trama... questi sono i peggiori!!! perché, se non sono come pensavo, mi mandano in confusione. Ed è questo il caso.... ma andiamo per ordine.

Jude Colburn sa cosa significhi avere una cosa bella tra le mani e rovinarla. Era il batterista dei Running with scissors (RWS per comodità!), gruppo fondato con i suoi amici più cari. Erano a un passo dal firmare un contratto con una casa di produzione, erano pronti a fare il grande passo, ma Jude ha mollato quando le cose si sono fatte difficili. E' un maestro nella fuga. Agisce senza pensare alle conseguenze. Ma ora ha la possibilità di fare ammenda, di ricucire il rapporto strappato malamente con i membri della band. I RWS, infatti, si ritrovano alle prese con un'altra fuga, poco prima del loro tour.

Jude accetta, la vita sedentaria in ufficio non fa per uno come lui, con la musica che gli scorre nelle vene, ma ci sono due condizioni da accettare. Il suo posto come batterista è stato preso da AJ e, sebbene tutti sappiano che Jude sia il migliore al mondo in quel ruolo, nessuno vuole detronizzare AJ dalla batteria. Ma Jude non è bravo solo con le bacchette: possiede una specie di potere magico, la musica è parte di lui, che sia con uno strumento o con un altro. Ecco perché Jude ha pochi giorni per imparare le canzoni da suonare con il basso. E se questo significa farsi sanguinare i polpastrelli tutte le sere, per quanto suona, ben venga! Lui è pronto.

Ma dicevo due condizioni... la più importante è sempre anche la più complicata, quella che rischia di far fallire tutti. Niente sesso tra i membri della band. E' il sesso che ha rovinato i RWS la prima volta, quando Jude se ne andò... ma è anche lo stesso motivo che giustifica la fuga del bassista. Per Jude è facile accettare, vuole tornare su un palco, vuole avere la possibilità di rimediare al suo errore.

Quello che non si aspetta ha le sembianze di AJ Palmer. Il ragazzo è timido e dimesso… fino a quando non sale sul palco: lì si evolve, diventa un uomo forte e sensuale, una vera bestia da palcoscenico. AJ possiede tutte le qualità che Jude cerca in un uomo, ma è una cattiva idea... non può permettersi di commettere nuovamente lo stesso errore. Non quando, con calma e con molta fatica, sta rimettendo in carreggiata il rapporto con gli altri. Jude riuscirà a non cedere alla tentazione o rovinerà nuovamente tutto?

Mi aspettavo di leggere un music romance MM, una storia semplice e lineare... mi sono ritrovata, invece, sulle montagne russe. Jude non è il classico ragazzo che non sa dire no alle tentazioni, che prende quello che vuole e al diavolo il resto. E' la facciata che mostra, quella usata per comodità. Perché rimboccarsi le maniche e lottare, piuttosto che scappare alla prima difficoltà, è un'impresa titanica per chiunque. Ma Jude è un ragazzo che sa riconoscere i propri errori, che non intende commetterli nuovamente... ho apprezzato il suo voler sistemare le cose, ricucire rapporti difficili ma importanti. La sua tenacia nel proseguire, nonostante le tante porte chiuse in faccia, da coloro che conosce da tanto tempo.

AJ è timido, odia gli scontri e si ritrova a fare da cuscinetto tra Jude e il resto della band. Inizia a passare con il ragazzo molto più tempo di quello che pensava, impara a conoscerlo a fondo. Messi nella stessa stanza, con la batteria tra loro, volano scintille. Lo strumento che entrambi amano li porta a provare qualcosa di unico tra loro, come se ci fosse una corrente che li trapassa, li avvicina. Ma se questa attrazione tra loro li potrebbe portare alla fine della carriera? Può valere la pena rinunciare alla musica, all'adrenalina che scorre nelle vene quando stai sul palco?

Un romanzo veramente ben scritto, dettagliato senza mai sembrare banale, o noioso né volgare nelle scene più erotiche. La loro è una danza lenta, sensuale, che coinvolge il lettore, tenendolo incollato fino all'ultima pagina e lasciandolo vuoto, una volta finito di leggere. Un romanzo sulle seconde possibilità, sugli errori che continuano a condizionarci la vita... un libro che ci insegna a non catalogare tutto come bianco o nero, perché sono le sfumature di grigio che colorano la nostra vita. Meraviglioso!












Nessun commento:

Posta un commento