mercoledì 13 febbraio 2019

Review Party: "Un maledetto lieto fine" di Bianca Marconero


e ora un Review Party: Vanessa ci parla dell'ultimo libro di Bianca Marconero, uscito una settimana fa grazie a Newton Compton Editori. Scopriamo cosa ne pensa!


Titolo: Un maledetto lieto fine

Autore: Bianca Marconero

Edizione: Newton Compton Editori

Prezzo: 0,99€ Ebook 7,43€ Cartaceo

Genere: New Adult / Music Romance

Data di pubblicazione: 7 febbraio 2019


Sinossi

Agnese ha diciannove anni, è la figlia di un senatore piuttosto influente e ha ricevuto un'educazione rigida. Le piace disegnare ma ha messo i sogni nel cassetto e si è iscritta a Giurisprudenza. Dopo la morte della madre, ha imparato a nascondere a tutti i suoi veri sentimenti ed è diventata la classica ragazza ricca, perfetta, composta e fredda, ma in realtà piena di insicurezze. Quando la sua incapacità di lasciarsi andare allontana il ragazzo di cui è innamorata da anni, Agnese capisce di avere bisogno di aiuto. Vorrebbe qualcuno che le insegni a essere meno impacciata e Brando, il suo fratellastro appena acquisito, sembra proprio la persona giusta. Lui lavora di notte, suona in una band, e cambia ragazza ogni sera. Peccato che il bacio che i due si scambiano per "prova" sia lontano anni luce da un esercizio senza conseguenze. Così le loro lezioni di seduzione ben presto diventano qualcosa di più... Brando saprà insegnare ad Agnese che la lezione più importante di tutte è abbandonarsi alle emozioni? Basta un corso di "seduzione" per imparare a lasciarsi andare?




Recensione

"Pentole e bicchieri, sono lì da ieri, esco a far la spesa poi ti aiuto volentieri..."
Vi ricordano niente queste parole? Sono parte della sigla de "I Cesaroni" fiction italiana caratterizzata dalle vicenda di questa grande famiglia allargata, formata da due fazioni, i maschi Cesaroni e le femmine Cudicini... Al centro c'è la storia d'amore che nasce tra due dei protagonisti, Marco ed Eva. Diventati fratellastri quando i rispettivi genitori si son sposati, per loro iniziare a provare dei sentimenti più che fraterni ed iniziare una storia essendo considerati tali da tutti, non è facile come potrebbe sembrare e dovranno affrontare mille difficoltà... Per provare ad avere il loro lieto fine...

Tranquilli disastri, non sono impazzita. Tutta questa premessa era per dirvi il motivo che mi ha attirato verso "Un maledetto lieto fine" di Bianca Marconero, libro di cui vi andrò a parlare. Amo profondamente quando c'è un amore che viene considerato proibito, perché ammettiamolo... finché non ci sono legami di sangue con quella persona, un amore non è mai veramente proibito. La trama mi ha stuzzicato fin da subito, tant'è che ho lottato per poterlo recensire.
Agnese e Brando sono due persone diametralmente opposte, o almeno così sembrerebbe a prima vista. Lei ricca, viziata, occhi azzurri, capelli biondi, una piccola barbie. Lui occhi scuri, sorriso dannato, capelli dalle molteplici tonalità, un carattere duro alle volte.
Lui musicista Indie Rock che vuole sfondare nella musica con la sua band e nel mentre laurearsi in lettere; lei appassionata d’arte, iscritta a giurisprudenza solo per far felice il padre.
Vivono sotto lo stesso tetto da anni ormai, da quando il padre di lei ha deciso di sposare la madre di lui. Non hanno praticamente niente in comune… vite opposte, pensieri opposti, convinzioni sociali opposte… Allora cosa potrà mai portarli ad un avvicinamento?

Agnese ha solo 19 anni, e nella sua vita è sempre stata innamorata di un ragazzo, Mattia. Cotta che si è portata dietro fin dalla tenera età, quindi diciamocelo non ha mai avuto esperienze in campo amoroso, ed è proprio questo che un amico di Mattia le rinfaccia, una volta che quest’ultimo prende le distanze dalla ragazza e ritorna con la sua ex.  Agnese si sente ferita, ma in fondo pensa che le accuse che le siano state rivolte abbiano un fondo di verità… Come può essere ancora vergine a 19 anni? Cosa può fare per far cambiare idea a Mattia? Per questo inizia a studiare il modo per esser meno rigida, più aperta ad alcune esperienze… Ed è proprio qui che entra in gioco Brando. Playboy incallito, a soli 22 anni ha una considerevole lista di avventure con altre donne, quindi perché non chiedere aiuto proprio a lui su com’esser sciolta con l’altro sesso? Brando è pur sempre un uomo, uno che ha due occhi ben funzionanti e che non può negare l’evidente bellezza di Agnese, per questo accetta di essere il suo insegnante…Secondo voi cosa può succedere quando due persone che non si sopportano, che non hanno mai passato più di 5 minuti nella stessa stanza, che partecipano alle stesse occasioni solo se costretti, debbano passare del tempo insieme per lezioni intime relazionali? Fuoco e fiamme, ecco cosa!

“Un maledetto lieto fine” è il primo libro che leggo di Bianca Marconero. Ho trovato la sua scrittura scorrevole, coinvolgente e facile da seguire. Per quanto riguarda la storia invece è stato un susseguirsi di alti e bassi. Mi sembrava di essere sulle montagne russe. Ci sono stati momenti dove mi dovevo fermare e fare una pausa dalla lettura, altri invece dove non riuscivo a staccarmi dal Kindle perché dovevo assolutamente andare avanti a scoprire il resto della storia.
Più volte mi è capitato di voler entrare nel libro e dare una scossa, ma bella forte, ai due protagonisti.
Come possono confermare le mie colleghe Disaster, ho sclerato pesantemente appena terminato il libro, con tanto di nota vocale, dove sembravo un po’ pazza. Ovviamente non posso dirvi né perché nè per come, perché sarebbe spoiler, però posso dirvi che a mente lucida, e riflettendo attentamente, la storia doveva andare proprio com’è stata raccontata. Avrei cambiato forse delle cose? Assolutamente sì, ma forse avrebbe stonato con l’idea che Bianca Marconero aveva per questo libro. Non posso dirvi altro, se non quello di dare una chance a questa storia, anche se magari alla fine vi sarete Maledetti un pochino per averlo letto.

Una menzione va alla musica. Adoro da sempre i music romance, e in questa storia ho trovato la passione di Brando per essa, unica e speciale. Le canzoni rispecchiano quello che si ha nel cuore.
Concludo la recensione chiedendo un favore a Bianca. Ti prego, per favore, scrivi un seguito su di loro, voglio ancora leggere di Quell’uomo di fuoco che farebbe di tutto per la sua Barbie.
“Ci sono gli uomini fatti di terra, Agnese. Sono concreti. Solidi. Danno molta sicurezza, ma a volte possono essere…distaccati”
“Ci sono gli uomini fatti di aria. Non fidarti di loro. Sono inconsistenti. Poi ci sono gli uomini fatti di acqua, che sono opportunisti, assumono la forma di ciò che li contiene, si adattano. E poi ci sono gli uomini di fuoco.”
“Un uomo di fuoco?”
“Fuoco” conferma. “Creativo, esplosivo. Confortante”
Brando è assolutamente fatto di fuoco.



Nessun commento:

Posta un commento