mercoledì 27 febbraio 2019

Review party: Regina dell'aria e delle tenebre di Cassandra Clare


Review party per Regina dell'aria e delle tenebre di Cassandra Clare. Maria Rosa ha passato giorni in compagnia di questa autrice e di questa trilogia per parlarcene oggi nella nostra tappa dell'evento organizzato.

Titolo: Regina dell'aria e delle tenebre

Serie: Shadowhunters - The Dark Artifices #3

Autrice: Cassandra Clare

Editore:Mondadori

Genere: Urban Fantasy

Prezzo: 19,90 cartaceo


Sinossi

E se la dannazione fosse il prezzo da pagare per il vero amore? Nella Sala del Consiglio l'aria è impregnata di un odore metallico di sangue. Qui, poco distante dal corpo esanime di Robert Lightwood, tra le braccia di Julian giace Livia Blackthorn, la pelle del colore del latte, anche lei ormai priva di vita. Niente sarà più come prima dopo la carneficina che ha appena avuto luogo nella roccaforte degli Shadowhunters. All'indomani della morte di Livvy e dell'Inquisitore, infatti, il Conclave è in fermento e sull'orlo della guerra civile. Parte della famiglia Blackthorn, devastata per la perdita di Livvy, vola a Los Angeles, dove cercherà di scoprire l'origine di una malattia che sta provocando la progressiva distruzione della razza degli stregoni. Nel frattempo, Julian ed Emma, ricattati dal nuovo Inquisitore, nel disperato tentativo di mantenere segreto il loro amore proibito partono per una pericolosa missione nella Terra delle Fate con l'obiettivo di recuperare il Volume Nero dei Morti, un libro di incantesimi potentissimi per riportare indietro i defunti. Quello che scopriranno, però, è un segreto che potrebbe annientare l'intero loro mondo e gettare così un'ombra scura sul loro futuro. Per questo, Emma e Julian saranno costretti a lanciarsi in una vera e propria corsa contro il tempo per salvare se stessi e il mondo degli Shadowhunters prima che il potere mortale della maledizione parabatai distrugga quello che hanno di più caro.

Recensione

Ragazzi che ansia!!!
Ho aspettato che uscisse questo terzo capitolo prima di leggere gli altri due in mio possesso, perché odio aspettare quando inizio una saga.
Per  questo motivo questa settimana passata è stata una full immersion negli Shadowhunter. Li ho letti tutti e tre, ed è stato come immergersi in una dimensione parallela, magica meravigliosa e orribile.

Ho pensato di scrivere una recensione che raccontasse la storia, ma gli spoiler sarebbero stati troppi.
La narrazione prosegue dall'attimo preciso in cui finisce il secondo libro “Signore delle ombre”, Livia è morta tra le braccia di Julian, l' Inquisitore è a terra anch'esso morto. Horace
Dearborn diventa il nuovo inquisitore, un estremista e razzista che desidera solo il potere e che nutre la paura verso i Nascosti e le corti Seelie ed  Unseelie,  inizia a giocare il suo gioco di potere e terrore, mentre i Blackthorn cercano di rimanere uniti e a modo loro combattere.
E qui l'autrice apre la strada ad una narrazione serrata, piena di sentimenti, piena di passioni e dolori  e colpi di scena.

La capacità della Clare di raccontare i tormenti dell'anima di ognuno dei personaggi è incredibile, come la capacità di raccontare dell'autismo di Ty, non come una malattia ma come semplicemente un modo diverso di vedere e affrontare le cose, l'amore tra Mark Kieran e Cristina, oppure il sentimento di paura verso il diverso che permette la nascita di odio e razzismo.
Oltre ad una grande avventura appassionante, la Clare ci racconta di grandi amori, che superano orgoglio e diversità, del dolore del lutto, di dimensioni parallele dove anche un solo particolare diverso cambia e stravolge il futuro, dove la fede nella famiglia ha il potere di salvare chi si ama,  di una società che per quanto sia in mano a regole angeliche vede crescere ambizione potere e odio verso i diversi portando ad una guerra civile.
E questo lo fa spezzandoci il cuore e tormentandolo ma lasciando sempre una speranza.

La Signora Clare, è una Regina del vicolo cieco e della disperazione, è capace di raccontare sentimenti e passioni in modo che travolgano chi legge, è lei la vera  Regina dell'aria e delle tenebre, quelle che crea distruggendo le speranze e capovolgendo la disperazione in gioia con trovate geniali e perfettamente in armonia con la narrazione. Non solo. Riesce a creare ed equilibrare narrazioni parallele senza mai far perdere la concentrazione al lettore, l'apparizione di Ash (curiosi?? :D) e del Herondale scomparso ci fanno ben sperare in nuove avventure.

Confesso persino che mi è piaciuta più questa trilogia di quelle originali su Jace e Clary, dove mi sembrava ci fossero delle forzature per far quadrare gli avvenimenti, qui no.. tutto scorre e trascina il lettore...
Consigliatissimo!! Ma non senza aver letto i primi due, semplicemente per avere un quadro più completo, lasciatevi trascinare...

Per questo volume:

Per la trilogia:


ì

Nessun commento:

Posta un commento