venerdì 8 febbraio 2019

Le recensioni di Vanessa: "Aspettando l'alba che verrà" di L. Cassie


Vanessa ci parla questa settimana di Aspettando l'alba che verrà di L. Cassie romanzo ritornato online con Un cuore per capello.


Titolo: Aspettando l'alba che verrà

Autore: L. Cassie

Editore: Un cuore per capello

Prezzo: € 1.99

Data di pubblicazione: 14 gennaio 2019
  

Sinossi

Sono bastati pochi spari d’arma da fuoco per sterminare la famiglia Castelletti e ora Nicole, la figlia maggiore, è costretta a lasciare Torino, la città in cui è cresciuta, per trasferirsi negli Stati Uniti con un bagaglio pieno zeppo di dolore e domande a cui non riesce a trovare risposta: Chi è stato a uccidere i suoi genitori e il fratellino di soli cinque anni? Quale pazzo ha potuto compiere tale gesto? Come uno zombie, la povera Nicole, vaga per i corridoi della sua nuova scuola di Miami, corridoi nei quali incontra Christopher, un ragazzo morto dentro proprio come lei. Un ragazzo, che attraverso le citazioni di William Shakespeare, proverà a rubarle il cuore.





Recensione

Purtroppo avviso già che non sarà una recensione positiva.
La storia parla di Nicole, ragazza torinese che si è ritrovata a dover affrontare uno dei dolori più grandi in vita: perdere la sua famiglia, i suoi genitori e il fratellino di appena 5 anni. Deve affrontare il lutto e i cambiamenti che una perdita così grande comporta, seguendo la sorella della madre, Zia Chantal, in America. Forse cambiare città potrà solo farle bene.
Ed è lì che incontra Christopher, un ragazzo introverso, un po’ burbero in apparenza, ma che nasconde un sentimento triste dentro sé. All’inizio i due ragazzi non si prendono molto, ma questa tristezza comune li avvicinerà…

La storia aveva delle buone potenzialità. La trama incuriosiva molto, l’autrice poteva scrivere una storia molto avvincente e piena di sentimento, una storia coinvolgente, e invece non mi ha trasmesso nulla.

Partiamo dalla protagonista.
Nicole Castelletti, tipica adolescente, che vive le sua vita in maniera spensierata, pensa ad affrontare l’ultimo anno di liceo insieme alla sua migliore amica Clara, e ha una storia d’amore iniziata da poco. Una sera torna a casa e trova la sua famiglia assassinata… Non ho provato empatia con i sentimenti provati in quel momento lo ammetto. Scena scritta in maniera un po’ superficiale, senza sentimento… A mio avviso quella scena doveva far venire i brividi, dare uno strappo al cuore, ed invece ho solo pensato che non ha avuto l’importanza che avrebbe dovuto avere. Purtroppo molte scene all’interno del libro le ho trovate scritte in egual maniera, cosa che ahimè non mi ha permesso di amare il libro.

Ho trovato un po’ surreale anche il rapporto con Christopher. Ragazzo cupo, con un segreto nel suo passato, che secondo me poteva valere molto di più, invece mi è sembrato come se avesse una doppia personalità. Sempre indeciso, non sa nemmeno lui cosa vuole.
Non si prendono molto i due protagonisti, a malapena si parlano, perciò quando ho letto certe dichiarazioni ho trovato un po’ forzato il tutto.
Una nota positiva c’è… L’assassino della famiglia di lei mi ha lasciato davvero senza parole. Non me lo sarei aspettata, certo ho trovato poco sviluppata anche questa parte, però sono rimasta scioccata quando viene annunciato il colpevole.

In conclusione, sempre secondo il mio parere, libro con ottime potenzialità ma mal sviluppato. Non mi ha trasmetto niente purtroppo, ed è un vero peccato perché la premessa era ottima.



Nessun commento:

Posta un commento