sabato 2 febbraio 2019

Le recensioni di Serena: "Il prezzo della redenzione" di Kate McCarthy


Nuova recensione a cura di Serena: oggi ci parla del military romance pubblicato da Triskell Edizioni a settembre. la storia di Kate McCarthy l'avrà conquistata? non vi resta che proseguire la lettura per scoprirlo.


Titolo: Il prezzo della redenzione

Autore: Kate McCarthy

Editore: Triskell Edizioni

Genere: Military Romance

Prezzo: 4,49 €

Data di pubblicazione: 30 Settembre 2018




Sinossi

Ryan Kendall è un uomo spezzato. Ha conosciuto la sofferenza, la violenza e il dolore della perdita. Sa cosa vuol dire aver deluso chi aveva bisogno di lui. Ma la sofferenza non cancella la voglia di fare sua l’unica cosa che non può avere: Finlay Tanner. Il suo sorriso è dolce e il suo futuro luminoso. È la ragazza con cui è cresciuto, la ragazza che ama, la ragazza che protegge dal mondo, e da se stesso. A diciannove anni, Ryan parte per arruolarsi nell'esercito australiano. Dopo anni di addestramento diventa un soldato del SAS e viene inviato in guerra in Afghanistan. Il suo reggimento è coinvolto nelle missioni più pericolose che un soldato possa affrontare. Ma non importa quanto sia lontano, o quanto sia duro combattere, il bisogno di avere Finlay accanto a sé non l’abbandona. Tornato a casa dopo sei anni, gli basta uno sguardo per sapere che non potrà più vivere senza di lei. Ma a volte l'amore da solo non basta a guarire le ferite. A volte le persone come lui non possono essere guarite, e le persone come Finlay meritano più quanto si è in grado di dare loro. Questa storia parla di guerra e sacrificio. Di legami e amicizia. Di quanto la vita sembri a volte accanirsi proprio su chi sembra più forte. Di quanta sofferenza provochi stare lontano dalla persona che si ama. E di come la battaglia più dura che un uomo possa affrontare è quella per salvare se stesso. Consigliato a un pubblico maturo per il linguaggio e i temi trattati.




Recensione

Eccomi qui oggi a parlarvi di "Il prezzo della redenzione", un military romance uscito non molto tempo fa. Questo romanzo mi aveva subito attirato ed incuriosito guardando la cover e leggendo la trama, tuttavia ero molto indecisa, avevo paura non avrebbe trattato con il giusto tatto e con profondo sentimento tematiche da cui mi aspetto sempre moltissimo.

Inizialmente lo ammetto, mi ha ricordato molto una mia vecchia lettura, cioè "Torna da me" di Mila Gray, ma è stata solo un'impressione iniziale.
Protagonisti di questa storia sono Finlay Tanner e Ryan Kendall.

Fin è una ragazza solare, dolce, timida e molto impacciata, ma anche tanto bella ed intelligente, una vera nerd laureata in scienze ambientali e marine, una secchiona innamorata del suo lavoro. Ryan al contrario di lei è un uomo ombroso e dilaniato dal dolore, nonostante tutto però è diventato un uomo altruista e un soldato ammirevole. Ryan ha realizzato il sogno che aveva fin da bambino, far parte dell’ esercito australiano: a 19 anni dopo durissimi addestramenti e sfiancati esercitazioni è riuscito ad entrare nel SAS ed è stato spedito in missione in Afghanistan. Ryan però non parte da solo, con lui c’ è sempre stato Jake, il fratello di Fin e suo migliore amico.

Ryan, Jake e Fin si conoscono da quando erano bambini. Dal primo momento che Ryan e Fin si sono guardati negli occhi la loro esistenza non è più stata la stessa, lui fin da piccolo ha iniziato ad amarla in silenzio, a sostenerla e a proteggerla da tutto e tutti, perfino da se stesso e dai fantasmi che si trascina dietro.

Crescendo quei sentimenti che negli anni sono germogliati diventano sempre più difficili da soffocare. Ryan tenta in tutti i modi di starle lontano, convinto di non meritare la felicità e deciso a non trascinarla nel suo abisso oscuro. Così decide di partire per la guerra, per scappare da lei e dai sui demoni interiori. Durante i 6 anni di lontananza Fin pur soffrendo in silenzio va avanti, studia e si realizza, ma nel cuore continua instancabilmente ad amarlo.
E poi finalmente si incontrano di nuovo.
Ora come può Ryan continuare ad opporsi al destino e alla forza dell’amore? Finlay continuerà ad accettare passivamente le sue scelte senza poter decidere per sé stessa?

Fin dalle prime pagine non ho potuto evitare di avere "gli occhi a cuoricino" e lo stomaco annodato, al 4 % della lettura ero già partita per la tangente, è stato un colpo di fulmine e fino alla fine grazie ai continui colpi di scena ben sviluppati ed originali l’autrice ha tenuto altissimo il livello di tensione.
Ho adorato entrambi i protagonisti,lui così deciso e combattivo,un guerriero non solo davanti al nemico ma anche nella vita, protettivo all'estremo verso Fin. Un ragazzo tutto d’ un pezzo ma reso fragile e insicuro al cospetto della portata di quello che solo lei riesce a provocargli.

"Il prezzo della redenzione"parla non solo di amore, ma anche di guerra, paure, famiglia, amicizia vera e sacrifici e molto altro ancora. L’amore che la scrittrice ci propone è smisurato, forte, immortale ed intenso ma anche molto doloroso. Ho amato l’intreccio perfetto tra passato e presente raccontandoci episodi della loro infanzia fondamentali per farci comprendere la profondità del loro rapporto e la natura dei loro caratteri.

Kate McCarthy è stata capace di rendere interessanti anche le narrazioni sulla vita durante la missione e sui rapporti tra compagni di armi, in più ha descritto numerose scene intime in maniera graduale,vivida ed emozionante.

Grazie a questa lettura si può capire che è inutile cercare di cancellare il passato, ma si può imparare a conviverci accettando che quelle enormi ferite interiori non necessariamente vadano ad intaccare un animo puro. Si può infatti essere fragili e vulnerabili senza timore e a volte è pure giusto essere egoisti e pensare a sé stessi.Anche i più forti apparentemente non devono vergognarsi di mostrare con orgoglio le loro cicatrici, ricordandosi che spesso per noi il nemico più temibile siamo proprio noi stessi.



Nessun commento:

Posta un commento