sabato 9 febbraio 2019

Le recensioni di Serena: "Back to December" di Carmen Bruni


Nonostante dicembre sia finito da un pezzo, noi andiamo avanti a parlarne: tutto merito di Carmen Bruni e il suo "Back to December", pubblicato poco prima di Natale. Tocca a Serena parlarcene!


Titolo: Back to December

Serie: The Falling Series #1

Autore: Carmen Bruni

Editore: Self publishing

Genere: Romance

Prezzo: 2,99

Data di pubblicazione: 19 Dicembre 2018



Sinossi

“Perché l’amore vero sopravvive anche sotto strati e strati di gelo”.
Reveah è sicura di aver ormai dimenticato il ragazzo che in segreto le faceva battere forte il cuore quando era ancora un’adolescente.
Lui, la neve e le montagne del Vermont sono stati segregati nel baule dei ricordi che non si azzarda mai ad aprire, contiene cose che le fanno troppo male. Proprio per questo rimane di stucco quando si risveglia in mezzo a una bufera stretta al corpo caldo di quel ragazzo diventato ormai uomo.
I suoi occhi di ghiaccio la guardano in un modo… Come ha sempre sperato, come ha sempre sognato. Ma Reveah non è tornata a Snow City per quello, non è tornata per lui.
Wesley aveva previsto di passare la serata con la sola compagnia della sua fidata bottiglia di whiskey, ma si ritrova sotto lo stesso tetto con una ragazza che se ne va in giro facendo ondeggiare sinuosamente la sua lunga chioma rossa; una vecchia amica che si era ormai rassegnato ad aver perso per sempre e che risveglia in lui istinti con cui faceva a pugni da un sacco di tempo.
Sin da subito Reveah e Wesley verranno investiti da un’intensa attrazione che li porterà a rincorrersi di continuo, ad alimentare il fuoco del desiderio che li fa bruciare non appena si sfiorano.
Giorno dopo giorno i sentimenti li travolgeranno come una valanga, feroci e inarrestabili, costringendoli a ergere spessi muri intorno ai loro cuori feriti. Ma non esistono ferite del cuore che non possano guarire e non esiste muro che non possa cadere…
Bisogna solo trovare il coraggio.




Recensione

Che cos'hanno in comune l'amore e la neve? In apparenza sembrerebbe nulla, ma in realtà... come una candida nevicata rallegra in una fredda giornata invernale, così l'amore scalda il cuore dal gelo quotidiano. Però, entrambi possono essere pure dannosi, sia la neve che l'amore possono travolgere come una valanga distruttiva e radere al suolo ogni minima certezza.

Questo ormai lo ha imparato Reveah Jones, la protagonista di "Back to December"di Carmen Bruni, primo libro della "Falling series".

Reveah, dopo 12 anni passati lontani dal Vermont, torna nella città di Snow City, dove era solita passare lunghi periodi di vacanza con i suoi genitori, prima che un traumatico evento cambiasse per sempre la sua vita. La decisione del suo ritorno non è certo stata voluta, ma obbligata da un'incresciosa situazione venutasi a creare a L.A dove viveva da anni. Costretta a tornare nei luoghi d'infanzia da cui era fuggita improvvisamente dovrà affrontare tutto il dolore che aveva cercato di sotterrare sotto cumuli di finta indifferenza. A Snow City lei aveva abbandonato tanti ricordi spensierati, numerosi amici e soprattutto Wesley Rise, la sua gigantesca cotta adolescenziale, il ragazzino dagli occhi di ghiaccio che la considerava non più che una piccola amichetta.
Ree non fa in tempo a calpestare il suolo di quel piccolo paradiso ghiacciato che si ritrova intrappolata in macchina durante una bufera di neve e saranno proprio le braccia forti di Wesley, ormai divenuto un uomo, che la salveranno dalla sua sconsideratezza.

Da questo momento in poi, l'amicizia che era rimasta congelata da anni passati divisi si scioglie magicamente al sole e torna a rivivere più forte di prima, ritrovano l'uno nell'altro il vecchio sostegno reciproco, ma anche molto di più: sono gli stessi, ma sono cambiati, la confidenza e l'empatia che rendeva il loro legame speciale non è stata intaccata, ma adesso verrà incrementata da un'attrazione ingestibile a cui cercheranno di resistere per non stravolgere il loro equilibrio appena ritrovato, per non illudersi, per non farsi male e per non rovinare un'amicizia che neppure il tempo e la lontananza hanno saputo corrodere.Nonostante tutto continueranno a sentirsi irrequieti e incompleti, a percepire un vuoto che si colma solo se insieme,a desiderare molto di più di un semplice abbraccio.

Adesso però tocca a voi scoprire come andrà a finire.
Avranno il loro lieto fine,oppure il bagaglio di patimenti che si trascinano dietro come un'ancora peserà più della loro unione e li farà affondare?

Vi confesso che ogni volta che esce un libro della Bruni mi sento come un bambino la mattina di Natale, impaziente di scartare i regali per scoprire quale meraviglia nascondano all'interno: in modo strabiliante ogni volta però, pur avendo altissime aspettative riesce a superarle, mi convinco dell'impossibilità che possa produrre un libro più bello del precedente.
La sua penna mantiene la sua caratteristica vena di dolcezza e profondità che fin dalle prime pagine lancia un amo a cui il lettore rimane avvinto confortevolmente fino alla fine, lo incuriosisce, lo sconvolge, lo disarma e ne distrugge il cuore, scavando in profondità inarrivabili da cui si risale poi veloce in superficie per prendere ossigeno.

I protagonisti di questo romance sono entrambi interessanti oltre ogni dire: lui, passatemi il termine "figo" all’ennesima potenza, ma mai impostato, vero con tutte le sue debolezze e fragilità, impossibile non perderci la testa mentre lo osserviamo innamorarsi piano piano. Lei, con le sue mille paure ed insicurezze, spesso avventata nell'agire, ma che cerca di imparare dai suoi errori, prova a rimediare e come una guerriera è sempre pronta a battersi per le persone a cui tiene.

Back to december non racconta solo una storia d'amore, ma di coraggio, quello per superare le paure,i cambiamenti e le perdite, quello per superare il dolore e le sue conseguenze, perché si può solo andare avanti, non passerà mai del tutto ma possiamo usarlo come spinta per diventare più forti. La scrittrice tocca tematiche forti ed intense come la rinascita, l'accettazione e i piccoli passi che si percorrono per imparare ad amare non solo gli altri ma soprattutto noi stessi, i grandi sforzi che si intraprendono per dare non solo al prossimo un'ulteriore possibilità, ma in primis a noi. Ci insegna che per andare avanti bisogna superare il passato, è ciò che ci ha reso quello che siamo, essere sopravvissuti deve renderci orgogliosi, si deve far tesoro degli insegnamenti e ripartire dopo un errore, diversi perché segnati da cicatrici, ma sempre noi stessi nell'essenza.

Lasciatevi incantare da questa amicizia sbocciata quando erano poco più che bambini: per mano affronteranno i drammi che li attanagliano e impareranno a scoprire lati nuovi del loro essere, si vedranno cambiare mentre muteranno i loro sentimenti.
Non pensiate assolutamente di aver scoperto tutto da quel poco che vi ho rivelato, le sorprese saranno continue, i colpi di scena e le scoperte strabilianti ma mai scontati e spesso estremamente attuali, i quali saranno affrontati con profondità ma non con pesantezza.

La scrittura è pulsante, si sente penetrare nelle vene, grazie a un linguaggio ricco e uno stile scorrevole che miscela in una perfetta pozione d'amore passato e presente, delicatezza e sensibile erotismo, siparietti divertenti di battutine allusive, ma anche molti passaggi intensi e commoventi trattati con un tatto mai banale. Questo è un romance che non tenta di mascherare il grigiume di una realtà che può riservare anche sofferenza, ma ci ricorda che nonostante tutto c'è sempre qualcosa per cui tornare a sorridere.

Carmen descrive con l'uso di un equilibrato pov alterno non solo i personaggi, ma un'ambientazione durante il periodo natalizio, che seppure fittizia, colora l'atmosfera di splendore, delineando sensazioni concrete e vitali. Non percepirete solo il freddo della neve, la paura del pericolo o i patimenti del passato, il tutto sarà mitigato dalla forza dei sentimenti come il tepore di un caminetto che scalda il gelo più ostinato, la dolcezza di un bacio sotto al vischio, l’intensità della cioccolata calda allo zenzero che scivola lungo la gola.
Aspetto impaziente il secondo volume, forse anche voi come me inizierete già a fantasticare sulle vicende di alcuni personaggi.



Nessun commento:

Posta un commento