lunedì 28 gennaio 2019

Review party: L'amore non ha ragione di Angela Iezzi


Review party dedicato a L'amore non ha ragione di Angela Iezzi. Stefania e Vanessa hanno deciso di mettersi a confronto, intrigate entrambe dalla protagonista cervellona e, dopo averlo commentato tra di loro durante la lettura, ora troverete nero su bianco cosa ne pensano. 


Titolo: L'amore non ha ragione

Autore: Angela Iezzi

Editore: Butterfly Edizioni

Collana: Digital emotions

Genere: Romance contemporaneo

Prezzo: 3,99 € ebook / 16,00 € cartaceo

Data di uscita: ebook 22 gennaio 2019 - cartaceo 14 febbraio 2019


Sinossi


Faith ha diciotto anni e una caratteristica particolare: un quoziente intellettivo di 187. Nonostante il suo genio, è pessima nelle relazioni interpersonali, piuttosto rigida, cinica ed estremamente razionale. Vive di certezze e vuole avere il controllo su ogni cosa, emozioni comprese. Killian è il ragazzo più popolare di Yale e il suo giro di amicizie e frequentazioni è talmente ampio da renderlo una celebrità al campus. Affascinante, determinato, trasandato, sicuro di sé e attento osservatore, non è abituato a sentirsi contraddire. Per lui è facile catturare l'attenzione di qualsiasi ragazza, tranne lei, la secchiona che se ne sta sempre sulle sue, indecifrabile e inavvicinabile. Le loro strade, agli antipodi, sono destinate a incrociarsi nell'aula dell’unico corso che seguono insieme. Il loro primo incontro? Un disastro, i due non si sopportano. Così diversi da odiarsi al primo sguardo, non fanno altro che punzecchiarsi a ogni occasione. Ma, per quanto si possano calcolare le distanze ed evitare i sentimenti, l'amore, illogico e inspiegabile, è sempre in grado di sorprendere.




Recensione

“Vivo con me stessa da diciotto anni ormai, credevo di sapere tutto di me e invece ora mi sembra di non conoscermi più.”

Oggi vi parliamo di un romanzo la cui protagonista è riuscita a lasciarci senza parole ogni volta che apriva bocca. Il Q.I. di questa giovane fanciulla farebbe vergognare la metà degli intelligentoni di mezzo pianeta e parlare con lei è un’esperienza mistica, giuro, non riuscirete a vincere contro di lei e la sua razionalità. Per ogni cosa ha una spiegazione plausibile, precisa e scientificamente provata e assolutamente nulla le fa cambiare idea.
Vi va di conoscerla? Seguiteci!

Faith Downey non è la classica diciottenne fissata con trucco e parrucco, ragazzi e feste. Per lei è più interessante leggere un buon libro o aggiornare le sue già innumerevoli conoscenze. Non è mai stata come i suoi compagni di scuola, non ha mai avuto qualcosa in comune con loro, e l’essere la secchiona della scuola non l’ha aiutata in tante occasioni, soprattutto a rapportarsi con loro. A sedici anni, in super anticipo, fa domanda per entrare in università, e non una università qualsiasi ma la prestigiosa Yale, e da quel momento finalmente sembra aver trovato il suo posto nel mondo.

Studia per diventare una ricercatrice in campo medico e, oltre ai vari corsi obbligatori, sociologia è la materia che segue come credito extra convinta ci sia anche in questo ambito una base scientifica provata. Ed ecco quindi palesarsi il suo tallone d’achille, la socializzazione. Ha bruciato tantissime tappe ma lasciato indietro la più importante.

Per essere una ragazza che sa tutto e niente può turbarla, relazionarsi con altre persone non le riesce, ne è terrorizzata tanto da scappare prima ancora di provarci. In due anni è riuscita a far scappare un bel numero di compagne di stanza per un motivo o per l’altro, e solo Edith, che ha accettato tutte le fissazioni di Faith (e alcune sono veramente assurde e maniacali!) senza batter ciglio, si è salvata e ha l’onore di respirare la sua stessa aria.

Sarà a lezioni con il professor Weber che si scontrerà con la sua nemesi. 
Killian Hemsworth è il ragazzo più popolare di Yale. Tutti sanno chi è, tutti seguono i suoi post sui social media e apprezzano la sua intelligenza ed arguzia nell’esprimersi in ogni campo. Studia per diventare avvocato divorzista e nel tempo libero lavora come cameriere. E indovinate chi non sa neanche che esiste nonostante il suo nome sia sulla bocca di tutti? Faith!!! 

Il loro primo incontro? Un spettacolo da osservare gustando pop corn. L’argomento in discussione è scottante e, ovviamente, Faith e Killian hanno una visione differente. E non va meglio al secondo confronto. Si ritrovano a duellare, scontrarsi su ogni cosa e se da un lato abbiamo un ragazzo che spiega in modo semplice ma convincente tutto, dall’altra abbiamo una ragazza che con poco sforzo smonta ogni certezza. E non solo, lei non lo idolatra come tutti, non pende dalle sue labbra, anzi.

“Faith Downey, il genio, stuzzica il mio interesse sempre di più, un po’ perché è stata veramente in grado di screditare le mie aspirazioni in un minuto netto, un po’ perché non è affatto come le altre, lei è indecifrabile e leggibile allo stesso tempo, una contraddizione in termini che non credevo potesse esistere.”

Più Killian prova ad avvicinarsi, più Faith si chiude a guscio e a nulla serve quanto lui riesca a decifrarla e capirla. Faith è bloccata e fermamente convinta in ciò che crede. O forse, pian piano iniziano a formarsi delle piccole crepe? Di chi può fidarsi se non di lui per imparare l’arte dell’interazione?
Tra un cruciverba, un botta e risposta, le tante lezioni impartite dal maestro di comunicazione per eccellenza e qualche incomprensione, Faith e Killian si troveranno a passare molto tempo insieme. Killian imparerà a guardare oltre quegli occhiali che la ragazza indossa come protezione e Faith capirà che non tutto va osservato con razionalità.

“Per essere una che si vanta di avere un quoziente intellettivo sopra la media, è stato facile cogliermi in fallo, almeno lo è stato per lui, perché in diciotto anni di vita è la prima volta che qualcuno riesce a scoprire così tanto di me in poche ore. Lui mi spiazza e mi confonde e non mi piace lo stato confusionale nel quale mi lascia.”

Disastri, abbiamo letteralmente adorato questo romanzo. Dall’inizio alla fine non ci si annoia mai grazie ai numerosi battibecchi. Questa coppia appassiona, diverte, rende euforici e quasi ti istigano alla violenza quando la ruota non gira nel modo che vorresti! 
Giuro, Faith nonostante il suo bel 187 di Q.I., la sua conoscenza sopra ogni limite (ci siamo sentite ignoranti ¾ della lettura!) e l’ironia che sprigiona senza accorgersene, nasconde un mondo che pian piano verrà fuori. Ovviamente non è sempre facile capirla o stare dalla sua parte e in questi casi la si vorrebbe solo scuotere con forza, ma è anche vero che imparerà a lasciarsi andare, a seguire l’istinto e il cuore.
Killian è il personaggio maschile perfetto. Calmo, forte, deciso e ricco di carisma ma anche lui ha qualche ombra che ne oscura la lucentezza alcune volte. Lui o si ama o si ama, non ci sono vie di mezzo. 

Ci siamo innamorate di lui e adoriamo Faith per il suo essere stupendamente imprevedibile con le spiegazioni, la nostra chat whatsapp è piena di vocali per provarlo.

“«Tu mi confondi e non mi piace essere confusa. Io vivo di certezze, Killian, e tu non hai nulla di certo»”

Sono un perfetto Ying Yang, due parti della stessa mela, dove pecca uno arriva l’altro a colmare la lacuna. 

L’amore non ha ragione è un romanzo profondo, Angela Iezzi va a toccare vari temi e nulla è lasciato al caso. Ogni punto di forza o di debolezza di entrambi è analizzato, sviscerato e nella maggior parte dei casi risolto anche se per arrivarci bisognerà attendere troppo e non è sempre sicuro che nel tragitto non ci si ferisca. 
A POV alternato si segue un percorso ricco di buche, montagne da scalare e se da odio, si passa a sincera amicizia in poco tempo fidandosi l’uno dell’altro, non sarà così scontato il passaggio successivo. 


***

Ed ora due considerazioni personali doverose.
Iniziamo da me, Vanessa.

La storia mi ha incuriosito da subito, una ragazza così intelligente, razionale da una parte, e dall’altra un ragazzo giocoso, dolce, trasandato nel suo aspetto fisico, ma con un cuore enorme. Secondo voi, potevano non far scintille insieme?? Faith mi ha fatto sorridere con la sua lingua lunga e le battute fuori dal comune, mentre Killian da subito mi ha fatto battere il cuore come pochi.
Angela Iezzi è riuscita a tenermi incollata al libro, mi ha fatto appassionare tantissimo a questi due ragazzi. Ammetto che questo è il primo libro che leggo di questa autrice, ho trovato la scrittura molto accurata, fluida, nonostante comunque usasse parole “da genio”. 
Ho trovato una sola pecca, qualcosa di sbrigativo, ma non vi svelerò di cosa parlo... Non voglio influenzarvi! Ma detto ciò, resta un libro che consiglio assolutamente e che finirà presto nella mia libreria cartacea. 

Lascio la parola a Stefania ora...

Il romanzo scorre veloce, è ricco di dettagli, ogni personaggio è ben caratterizzato e reso parte in causa, non sono un contorno ma una spalla, un aiuto. Angela Iezzi è riuscita a rendere simpatici e comprensibili materie non apprezzate da tanti, me per prima, con ironia e spiegazioni che uscite dalla bocca di Faith lasciano a volte sbigottiti.
Seguo questa autrice dall’esordio, ho avuto il piacere di leggere e recensire i suoi romanzi e posso affermare con sicurezza che questo è il suo miglior lavoro. Ha scatenato la ultrà che vive in me, mi sono innamorata di Killian ma anche immedesimata in alcune situazioni in Faith, ho esultato, riso, ho sentito il cuore fare crack e sperato fino alla fine nel lieto fine che meritavano. Ed in effetti sono stata accontentata al 99,99%. L’unico aspetto che mi ha lasciato un po’ l'amaro in bocca è la scelta di un determinato passaggio. Istintivamente l’ho trovato poco in sintonia con la storia, troppo frettoloso, non in sincronia con tutto il resto della narrazione e ho dovuto metabolizzare una notte la scelta fatta dall’autrice. Il risultato è stato che razionalmente (Faith mi ha contagiata) non poteva che essere altrimenti e leggendo capirete il perchè. 


Vi stra stra stra consigliamo questa lettura, e come dice Killian: “Lottare sempre per raggiungere la felicità.”


Ora Angela, cattivissima Angela, scrivi immediatamente ancora di loro perchè lasciarli andare non è stato semplice!!





Nessun commento:

Posta un commento