Le recensioni in anteprima di Alexa: Imperfetti sconosciuti di Daniela Volontè


Recensione in anteprima.
Alexa ha letto in nuovo romanzo di Daniela Volontè, Imperfetti sconosciuti, online da oggi con Newton Compton Editori. Come avrà trovato questo romanzo? Scopriamolo!

Titolo: Imperfetti sconosciuti

Autore: Daniela Volonté

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Romance

Data di pubblicazione: 24 gennaio 2019

Prezzo: € 5,99 ebook / € 7,50 cartaceo


Sinossi

Sabina Valli ha trent’anni, fa due lavori per pagare il mutuo e coltiva una grande passione: la scrittura. I libri che pubblica sono il suo orgoglio. Mette se stessa nelle storie che scrive, perché sa bene quanto le parole abbiano il potere di far emozionare. Un giorno, alla ricerca di informazioni per il suo romanzo, scrive un post sui social in un gruppo di appassionati di moto. L’unico a risponderle è un certo Jacopo, che la contatta sulla chat privata e si dimostra disponibile ad aiutarla. Con il tempo i messaggi tra i due diventano sempre più assidui, costellati di battibecchi, battute al vetriolo, ma anche di piccole confidenze e consigli. Ma chi è davvero Jacopo? E perché si è lasciato coinvolgere così da una conversazione virtuale cominciata per caso? La curiosità per un possibile incontro è forte ma Sabina sa bene che non basta qualche battuta dietro a uno schermo a rendere un rapporto sincero. E allora, come è possibile che quando legge quei messaggi le batta così forte il cuore?

Recensione

Oggi miei cari Disastri, sono qui per parlarvi di un romance, ma non uno qualunque, bensì di un libro con alcune parti interattive.
Sabina Valli, la protagonista, è una ragazza di Liscate, con un carattere peperino, che tuttavia non ha avuto molta fortuna nei rapporti sentimentali. Il suo primo amore, infatti, l’ha trattata malissimo e ora, a distanza di anni, è il suo metro di paragone per tutti gli uomini che incontra.
Per pagare il mutuo della sua casa, Sabina fa due lavori: di giorno è impiegata in un’agenzia di comunicazione, di sera cameriera in un pub di Milano, mentre nel tempo libero scrive. La scrittura a tempo pieno è il suo sogno ma è consapevole che non sempre permetta di pagare le bollette.
Un giorno, in cerca di informazioni per una scena del suo libro, pubblica un post in un gruppo Facebook di appassionati di moto ed è così che si imbatte in colui che diventerà il suo imperfetto sconosciuto.

Jacopo, il protagonista, è l’unico utente che risponde, in chat privata, alla domanda posta da Sabina nel gruppo. Quando lo conosciamo è in piena crisi esistenziale per una serie di accuse che gli stanno rovinando la vita; come se non bastasse, si sente solo e amareggiato poiché le donne che ha avuto nella sua vita vedevano in lui lo status sociale, quindi non è affatto in cerca di amicizia né di legami di alcun tipo.
Ma la vita, si sa, può cambiare qualunque proposito.

Sabina e Jacopo, difatti, nonostante l’iniziale diffidenza, iniziano a cercarsi diventando amici virtuali e, chattando regolarmente, arrivano a confidarsi i loro sogni, i loro problemi e ciò che desiderano realmente nella vita.
La scintilla che scocca, tuttavia, si infiammerà quando si incontreranno di persona o si estinguerà?
Ovviamente non posso dirvelo, dovrete leggere il libro per scoprirlo.

Dunque, ho divorato questo romanzo in meno di 24 ore e posso dire che ne è valso decisamente la pena.
Avevo seguito le chat tra Jacopo e Sabina quando erano soltanto un esperimento dell’autrice sul suo profilo Facebook e ogni settimana ne attendevo con grande curiosità il seguito, perciò, quando ho saputo che la loro storia sarebbe diventata un libro, non potevo certamente perdermelo; volevo assolutamente conoscere i retroscena delle vite dei due ragazzi quando erano offline e sapere cosa sarebbe avvenuto dopo il loro incontro.

Adesso, con l’intera storia a portata di mano, posso affermare che questa lettura mi ha lasciata decisamente soddisfatta e con un ampio sorriso stampato in faccia.
Sono entrata molto in sintonia coi protagonisti sin da subito, soprattutto con Sabina per le sue esperienze personali che mi hanno ricordato sia quelle di una persona a me vicina ma anche situazioni vissute in prima persona. Sabina è sfrontata e disillusa ma, nei messaggi con Jacopo, tra argomenti seri e battibecchi irriverenti, emerge un pezzo del suo vero IO, quello da sognatrice che esprime nei suoi romanzi. E’ una ragazza che odia piangersi addosso e che si ritroverà a riaprire il suo cuore grazie a lui, che riuscirà a farle provare emozioni tenute sotto chiave per tanto tempo e capire che esiste qualcuno in grado di amarla sinceramente, senza secondi fini.

Jacopo, viceversa, è un uomo solido, stabile, una vera roccia e, nonostante sia cresciuto in fretta, adempie egregiamente a tutti i doveri della sua vita. Quando inizia la storia, data la situazione complessa in cui si trova e fortemente frustrato dall’andamento recente della sua vita, realizza di voler tornare a essere considerato per come è, non per chi è. Soltanto nelle chat con Sabina, difatti, riuscirà ad aprirsi, seppur non del tutto, poiché lei, non sapendo chi sia, lo tratterrà come qualunque altro sconosciuto, cosa che gli farà capire quanto la normalità gli sia mancata e ricordare cosa significa essere apprezzati semplicemente per come si è.

Devo confessare di aver apprezzato tantissimo anche i personaggi secondari (come spesso mi capita nei libri di quest’autrice), soprattutto Adam e Serena, che con la loro saggezza e il loro affetto hanno sostenuto i due protagonisti e hanno fatto notare loro gli errori che stavano commettendo in alcuni frangenti.
Un altro particolare che mi è piaciuto molto è stato vedere l’utilizzo costruttivo di un social network, argomento su cui il dibattito è sempre aperto e acceso. I due protagonisti, infatti, non lo usano per nascondersi e sfogare le loro frustrazioni, come i famigerati “leoni da tastiera” (piaga del nostro tempo), ma semplicemente per confidarsi liberamente e senza censure, a pari livello.
Per quanto riguarda lo stile, l’ho trovato moderno, frizzante e coerente sia coi personaggi che con le situazioni. Non ci sono momenti di stallo e tramite i POV alternati riusciamo a comprendere appieno le motivazioni dei protagonisti.
Le chat sono davvero appassionanti oltre a conferire ai personaggi ancora più concretezza, mentre le scene passionali tra i due protagonisti trasmettono sia una grande dolcezza che il palpabile bisogno di stare concretamente e finalmente insieme.
Solo nel finale avrei preferito un paio di particolari diversi, per mio mero gusto personale, ma la storia è stata conclusa in egual maniera più che degnamente.



Commenti