Le recensioni di Viola: "Statico" di L.A. Witt


Alla nostra Viola piace variare genere... romance MF, fantasy, romance MM... poteva non inserire anche un bel distopico? Scopriamo cosa ne pensa di Statico, di L.A.Witt!


Titolo: Statico

Autore: L.A.Witt

Edizione: Triskell edizioni

Genere: distopico

Data di uscita: 27 Agosto 2018

Prezzo: €3,74 ebook



Sinossi

Durante i due anni passati insieme, Alex ha sempre temuto il momento in cui Damon avrebbe scoperto la verità, ovvero che lei è un mutagenere, quella piccola percentuale della popolazione in grado di cambiare sesso a piacere. Grazie a un impianto che le è stato messo contro la sua volontà, però, Alex si risveglia improvvisamente statico, ovvero non riesce più a cambiare da un genere all’altro, e bloccato nella sua forma maschile. Nel giro di una notte, la sua doppia natura viene rivelata a un mondo che non capisce né tollera quelli come lui… e al suo fidanzato eterosessuale.
Damon rimane sbalordito nello scoprire che la sua ragazza è un mutagenere e si spaventa a morte per i notevoli rischi a cui la espone l’impianto che le è stato imposto. Si rifiuta di abbandonarla, ma che ne sarà della loro relazione? Lui è etero e Alex è intrappolata nella sua forma maschile, perché rimuovere l’impianto è troppo costoso e pericoloso.
Derubato di metà della propria identità e costretto ad affrontare complesse conseguenze fisiche e sociali, Alex ha bisogno più che mai di Damon, ma non vede una via d’uscita da quella situazione.
Specialmente se sarà costretto a restare statico per sempre.




Recensione

Nel mondo reale esistono due generi per distinguere le persone, il genere maschile e il genere femminile. Nel mondo che ci presenta l'autrice ci troviamo a dover inserire un terzo e un quarto termine: mutagenere ossia una percentuale di persone in grado di cambiare genere a piacere, in base alla necessità, in grado di trasformarsi da uomo a donna o viceversa in pochi secondi e “statico” ossia tutti coloro che per nascita hanno un’unica forma. Alex fa parte di questo secondo genere, in pochi conoscono la sua natura perchè lei tende a nasconderlo per paura di essere giudicata e discriminata e non confessa la sua natura neanche a Damon, il suo fidanzato etero e  statico dalla nascita, con cui ha una relazione da due anni.
     
Alex tende a chiudersi in se stessa, tende ad alzare il gomito per affogare i dispiaceri evita qualsiasi contatto esterno anche per giorni soprattutto dopo aver incontrato proprio la sua famiglia che conosce la sua natura e che ogni singola volta non manca di ripeterle che è un abominio, che dovrebbe sottoporsi ad un intervento che tramite un dispositivo la renda statica e quindi essere "Normale" ai loro occhi.
Damon va a cercare Alex a casa dopo due giorni in cui non ha più avuto sue notizie, non gli ha mai risposto alle telefonate e neppure ai messaggi che le ha inviato tramite cellulare. Ma ad aprirgli la porta non è la sua fidanzata ma un uomo e se in un primo momento pensa ad un eventuale tradimento ben presto scopre che l'uomo che ha di fronte e che sta visibilmente male è proprio la sua Alex. Obbligata a subire l'intervento al quale mai avrebbe scelto di sottoporsi si ritrova ad essere Statico nella sua forma maschile, a dover rivelare nel peggiore dei modi all'uomo che ama di essere un mutagenere ormai menomato della propria identità.

Le emozioni contrastanti di Damon alla rivelazione di Alex passano in secondo piano quando si accorge che qualcosa nello sconosciuto che dovrebbe essere la sua fidanzata non va, e si premura di soccorrerlo portandolo all'ospedale rimandando la necessità di capire e di avere risposte.
Parlare non sarà facile da nessuna delle due parti, rispettare i tempi uno dell'altro per spiegarsi e per capire il motivo del non mostrare la propria natura a Damon da parte di Alex.. Damon che avrebbe ogni diritto di abbandonare Alex al suo destino per avergli omesso un fattore così importante di lui sceglie di darsi tempo e capire quel che ne sarà della sua relazione con l'Alex bloccato nel corpo di un uomo, nei momenti che trascorrono insieme pian piano riscopre le abitudini, i tic e i modi di fare della sua Alex ed entrambi saranno aiutati nel viaggio di accettazione verso il nuovo status da due amiche che li aiuteranno a capire che parlare e spiegarsi da parte di Alex è assolutamente necessario, e l'aprire gli occhi di Damon su una cosa su cui si era bloccato: Alex, anche se bloccato nella forma maschile resta la stessa persona di cui lui si è innamorato in forma femminile.
 Non sarà facile trovare un equilibrio, non saranno facili le decisioni da prendere soprattutto per quel che riguarda la possibilità di rimuovere l'impianto bloccante tramite una ulteriore operazione invasiva e dal prezzo esorbitante e non coperto dall'assicurazione sanitaria di Alex..

Libro scritto a Pov alterni nei quali capiamo passo passo i vari stati d’animo e i sentimenti contrastanti dei due protagonisti. Dove si legge comunque di insulti indiretti al genere, dove si denotano le difficoltà per ottusità ad accettare le persone che ci vivono accanto e non esattamente come succede nella vita reale di tutti i giorni. Nonostante i mutagenere non esistano l'argomento è assolutente realistico. Quante persone nascono in una forma ma il proprio essere è opposto a ciò che lo specchio riflette? Quante di queste persone sono discriminate solo perché vogliono sentirsi libere di mostrarsi al mondo per come si sentono?

In questo libro l'autrice tramite Alex ci accompagna a capire che la necessità di mutare da uomo a donna non è dovuta ad un capriccio o per ottenere un lavoro migliore o per chissà quale altro futile motivo si possa pensare, è la necessità di sentirsi bene con se stessi, nel proprio corpo, in mezzo agli altri o da soli davanti ad uno specchio e al proprio riflesso e al dolore provocato nell'impossibilità di essere se stessi perchè vincolato da un impianto, per quel che riguarda il protagonista, o da un corpo che non si sente come proprio, per quel che riguarda una persona reale nella vita reale.



Commenti