martedì 29 gennaio 2019

Le recensioni di Viola: Sette giorni perfetti di Rosie Walsh


Continuiamo con Viola e la sua recensione al romanzo di Rosie Walsh, Sette giorni perfetti, edito Longanesi.

Titolo:  Sette giorni perfetti

Autore: Rosie Walsh

Edizione: Longanesi

Genere: Narrativa Contemporanea

Data di pubblicazione: 7 Gennaio 2019

Prezzo:  11,99 € ebook


Sinossi

Si incontrano per caso in un caldo pomeriggio di giugno alla fermata dell'autobus e fin dal primo momento Sarah e Eddie si piacciono da morire. A quasi quarant'anni e con un divorzio alle spalle, Sarah non si è mai sentita così viva. E le sembra che Eddie la aspettasse da sempre. Così, dopo una settimana perfetta passata insieme, quando Eddie parte per un viaggio fissato molto prima di conoscerla e promette di chiamarla dall'aeroporto, Sarah non ha motivo di dubitare. Ma quella telefonata non arriva. E non arriva nemmeno il giorno dopo, né gli altri a seguire. Incredula, gli occhi fissi sullo schermo del cellulare che non suona, Sarah si chiede se lui l'abbia semplicemente scaricata o se invece gli sia successo qualcosa di grave. Dopo giorni di silenzio, mentre tutti gli amici le consigliano di dimenticarlo, Sarah si convince sempre più che ci sia qualcosa dietro l'improvvisa sparizione. Tuttavia le settimane passano e Sarah non sa più darsi spiegazioni. Fino al giorno in cui inaspettatamente scopre di aver avuto sempre ragione. C'è un motivo se Eddie non l'ha più chiamata. Un segreto doloroso che li avvicina e insieme li allontana. L'unica cosa che non si sono detti in quei sette giorni trascorsi insieme...

Recensione

Sarah ha trentasette anni, è inglese di nascita ma da diciannove anni vive a Los Angeles dove è socia di una fondazione no profit che gestisce con quello che da poco è ormai l’ex  marito e alla sua migliore amica Jenni. Timida e impacciata da adolescente, con gli anni Sarah è riuscita a diventare agli occhi degli altri una donna sicura di se e molto brava nel suo lavoro, ma dietro a questa sua parvenza di sicurezza cela qualcosa che la tormenta da quando ha deciso di volare oltre oceano e far ritorno in Inghilterra una volta l’anno nel mese di Giugno.
Ed è proprio in questo periodo che è ambientato il libro, con Sarah in Inghilterra per qualche giorno dai genitori in un paesino in campagna prima di tornare a Londra per il resto delle vacanze ospitata dall’amico di sempre Tommy.
Mentre passeggia Sarah sente prima il verso di una pecora seguito da una risata maschile. Ed è così che incontra Eddie, un uomo seduto su una panchina che parla ad un animale e col quale si sente subito in sintonia. Uno scambio di battute, l’aiutarlo a riportare la pecora al recinto dal quale è scappata, fermarsi a bere qualcosa insieme alla fine della missione e capire di voler passare più tempo con la persona che si ha accanto sono la diretta conseguenza, perchè questa persona appena incontrata la fa sentire in pace con se stessa in un posto dove torna ogni anno ma dal quale vorrebbe comunque scappare.

“Che sollievo parlare con qualcuno che non sapeva nulla della tristezza cui ero condannata.
Che nel guardarmi non inclinava la testa in segno di compassione.
Che mi faceva ridere e basta.”

 I Genitori di Sarah saranno obbligati ad occuparsi fuori paese del nonno e Sarah, rimasta sola in quella casa che le ricorda il passato, incuriosita ed attratta da Eddie decide di passare tutto il tempo possibile con lui. Sette giorni passano prima che i due siano obbligati a separarsi per la vacanza già programmata da Eddie.

“<<Non guardarmi andar via>,dissi. <<Facciamo che sono solo uscita a prendere il latte.>>
Lui sorrise. <<Ok. Ciao Sarah Mackey. Ci vediamo dopo.>>
Ci guardammo in silenzio. Io risi di pura felicità. Dillo. Dillo, anche se è una follia, anche se ci conosciamo solo da una settimana. Dillo!
E lui lo disse. Si appoggiò di nuovo al pilastro, incrociando le braccia.
<<Sarah, penso di essermi innamorato di te. È troppo?>>
Io espirai. <<No. È perfetto.>>”

 Si separano con la promessa di sentirsi per telefono o tramite social non appena lui sarebbe atterrato ma la telefonata non arriva. Di punto in bianco Eddie sparisce nel nulla per più di due settimane, finchè Sarah nota che ha visualizzato i messaggi che gli ha scritto ma che lui continua ad ignorarla ancora ed ancora. Incapace di capirne la motivazione lei manderà comunque dei messaggi ad Eddie raccontando di se, provando a chiedergli di essere ricontattata solo per capire ciò che l’ha spinto a sparire ancora ottenendo solo silenzio come risposta. Le paure e l’insicurezza che negli anni era riuscita a gestire tornano ad impossessarsi di Sarah anche quando è obbligata a rientrare a Los Angeles e riprendere la propria vita, il lavoro e affrontare la recente separazione dal marito. Ad aiutarla a provare a gestirsi nonostante il dolore causato da Eddie ci saranno prima Tommy in Inghilterra e Jenni al suo rientro negli States, ma non sarà facile quando ovunque vede qualcosa che le ricorda Eddie, quando ad un incrocio mentre aspetta di poter attraversare a piedi lo vede sull’altro lato della strada intenzionato a raggiungerla ma che all’ultimo momento cambia idea e torna sui suoi passi.
Cosa sarà successo per giustificare il comportamento di Eddie?

Il libro è diviso in tre parti con POV differente nella terza parte e ogni tanto compare un messaggio indirizzato a qualcuno che non è uno dei protagonisti.
Okay, sembra che io parli per enigmi ma non posso proprio sbilanciarmi in ulteriori dettagli, sappiate solo che questo romanzo ha tinte gialle e che oltre ad una storia d’amore interrotta sul nascere ci sono altri misteri da scoprire. Non sarà affatto facile trovare la soluzione da soli, anzi penso che finirete col pensare di non averci capito un bel niente finchè non saranno le parole scritte a far chiarezza e spero rimarrete stupite esattamente come me quando ho capito uno dei particolari, penso, più importanti. E se farete l’errore di pensare “ma questo cosa c’entra con tutto il resto?” beh sappiate che c’è un motivo se è scritto. L’autrice coinvolge il lettore in crescendo, riesce a far percepire le sensazioni e i sentimenti dei protagonisti anche quando sono in conflitto con se stessi.
Non mi resta che consigliarvene la lettura e lasciarvi coinvolgere in questa storia un po’ intricata ma adorabile. 



Nessun commento:

Posta un commento