Le recensioni di Serena: Se solo fossi tu di Judith Sparkle


Tocca a Serena ora. Ci parla oggi di Se solo fossi tu di Judith Sparkle, contemporary romance online da ottobre dello scorso anno.

Titolo:Se solo fossi tu

Autore:Judith Sparkle

Editore:Self publishing

Genere:Contemporary romance

Data di pubblicazione:6 Ottobre 2018

Prezzo: €0,99 ebook - €e5,90 cartaceo


Sinossi

Anna e Federico si conoscono ad una gita scolastica alla quale partecipano con i loro bambini: Tommaso e Luigi. Lei è la zia che si occupa di Tommaso, rimasto orfano dei suoi genitori. Lui è un impacciato papà single.
Tra i due adulti scatta subito un'innegabile complicità, anche a seguito dell’amicizia che nasce tra i due bambini. E Anna, pur di stare accanto a lui, accetta di fare da babysitter al piccolo Luigi.
Ma i sentimenti sono passi di danza, delicati, leggiadri. Sfiorano il cuore e lo elevano, oppure lo torturano e lo avviliscono. Basta niente per sbagliare movimento e allontanarsi.
Anna si persuade che forse la strada intrapresa non ha futuro, così rinuncia a Federico.
Entrambi riprendono le loro vite, eppure otto mesi dopo il destino bussa ancora alla loro porta facendoli incontrare di nuovo.
Si rendono conto, in quel momento, che non si può dimenticare il bene che si è provato per una persona.
Anna, però, è in procinto di partire e Federico teme di non rivederla più.
Il loro amore avrebbe una chance se solo entrambi si dessero l’un l’altro una nuova possibilità.
Un romanzo delicato, liberamente ispirato a "Persuasion" di Jane Austen.

Recensione

La mia ultima lettura, ”Se solo fossi tu” di Judith Sparkle è liberamente ispirata a “Persuasione”, una delle opere più celebri  di Jane Austen.
Attenzione, però, questo breve romance non è  del tutto una novità, ma, la ripubblicazione di un libro già uscito qualche anno fa. Personalmente  non avevo avuto il piacere  di leggerlo, quindi mi ci sono letteralmente buttata, intrigata dal fattore remake.

Anna, la protagonista, ha 27 anni, vive per il nipotino Tommaso rimasto orfano e lavora come traduttrice freelance. Una mattina ritarda nell’accompagnare Tommaso al punto di raccolta fissato per la partenza in vista di una gita scolastica, ma non è  l’unica ritardataria. Stessa sorte hanno avuto Federico e figlio Luigi, proprio il migliore amico di Tommaso.
Da questo momento in poi le loro vite si intrecceranno inevitabilmente.
Federico è  un agente immobiliare, un papà single, abbandonato anni prima dalla moglie.
Tra loro fin da subito si scatena una complicità sbalorditiva, e inizia così un’amicizia fatta di sostegno e aiuto reciproco nella gestione dei bambini. Ma, anche immediatamente, comincia a crescere nel cuore di Anna la consapevolezza di provare  qualcosa di più per Federico e proprio per questo nel momento in cui  lui le chiede di fare da babysitter a suo figlio, lei, pur di stargli vicino, accetta senza esitazioni.
Anna, pur captando fin da subito dei segnali inequivocabili del ricambiato interesse di Federico, dopo mesi e mesi di calma piatta e false speranze, è  obbligata a ricredersi e a pensare di aver avuto un grande abbaglio. La loro situazione vegeta in uno stato di stallo, così, seppur dolorosamente, decide di metterci una pietra sopra e dare le dimissioni.
Il destino avrà per loro in serbo molte sorprese, legati da un filo invisibile, continueranno a incontrarsi, sfiorarsi, scontrarsi, fuggire e rincorrersi per ritrovarsi.
Chi vincerà l’estenuante corsa?
La loro felicità è ormai svanita, oppure gli darà un’altra chance?
Sappiamo bene che siamo noi stessi che dobbiamo rimboccarci le maniche, prendere la rincorsa ed afferrare  al volo quello che la vita pone sul nostro cammino. Anna e Federico lo capiranno in tempo o sarà troppo tardi?
Tra corteggiatori, partenze, litigi, riappacificazioni e fraintendimenti vivrete una storia che grazie alla sua dolcezza ed intensità saprà incollarvi alle pagine.

Avevo già  avuto il piacere di conoscere la scrittura di Judith e anche questa volta si riconferma di classe, molto raffinata ma al tempo stesso moderna, ricca di risvolti, con un  linguaggio suggestivo  e uno stile toccante.
Nonostante non fosse una lettura lunghissima, il romanzo è  completo sotto ogni aspetto, i personaggi principali e secondari sono esaustivi ed accattivanti e accompagnano il lettore in un viaggio fluido dal quale è  impossibile  staccarsi. Infatti ci si appassiona al loro drammi, alle vicissitudini e si rimane totalmente  coinvolti grazie all’uso del pov  alternato.
Vi affezionerete ad Anna e Federico, lei, una ragazza bella  ma intelligente, che adora il nipotino  più di se stessa ma non si preclude l’opportunità di cercare la sua strada e pur tenendo tantissimo all’uomo che le ha rubato il cuore non è disposta ad essere messa in secondo piano perché crede nella sua favola ed è  convinta che se due persone si amano grazie all’affetto nulla sarà inconciliabile.
Lui invece, dopo la sua brutta esperienza sentimentale,  è  timoroso a ributtarsi in una relazione, non è  sicuro dei suoi sentimenti  e non riesce a fidarsi di lei. Per questo fugge dalla realtà e non guarda in faccia la verità e preferisce rinunciare in partenza per non rischiare, per non distruggere la stabilità sua e del suo bambino.

Questa è stata per me una lettura romantica, tenera e vera, una storia non solo d’amore ma di rinascita, nella quale lei non si fa tarpare le ali come spesso accade.
La Sparkle ci parla di sogni, dell’esigenza e della possibilità di ricostruire una famiglia distrutta, di legami veri come quelli tra sorelle, genitori e zii e di problemi quotidiani di coppia.
L’autrice, pur essendosi ispirata a Persuasione, vi assicuro non ne è  per nulla una copia, ma un’omaggio in cui è  strabiliante scoprirne i collegamenti, che sono comunque spiegati esaustivamente in appendice, aspetto utilissimo per i lettori che non conoscono la fonte e piacere per chi già ne era al corrente. La scrittrice con questo suo scritto ha confermato l’eternità di una grande opera e l’universalità dell’amore che, nonostante il tempo e il luogo, non cambia le sue dinamiche.
Un romanzo semplice ma di sentimenti concreti che non ha avuto l’ardire di emulare un’autrice senza tempo, ma che nel suo piccolo ha saputo fondere perfettamente atmosfere da sogno e attaccamento  alla realtà.
Consigliato a chi desidera una lettura veloce ma profonda su uno spaccato di vita comune, intrisa di quella  dolce magia che solo l’amore vero sa regalare.



Commenti