Review Tour: Vivere a colori di Marina Sarracino


La nostra Yaya ha letto in anteprima VIVERE A COLORI di Marina Sarracino, edito Darcy Edizioni. Venite a leggere cosa ne pensa nella nostra tappa del review tour dedicato al romanzo.


Titolo: Vivere a colori

Autore: Marina Sarracino

Editore: Darcy edizioni

Genere: YA

Data di pubblicazione: 14 dicembre 2018


Sinossi

Alissia è di Napoli e “vive a colori” perché per lei tutto ha un colore, persino le emozioni e le persone.
Lei è “rossa” come la passione! È un’ottima studentessa, ballerina disciplinata, una ragazza responsabile, che rende fieri i suoi genitori... fino a quando non scopre il peggiore dei tradimenti: il suo ragazzo e la sua migliore amica.
Una delusione che capovolge il suo mondo, la vita si tinge di colori cupi e distruttivi, al punto da arrecare danni alla sua carriera scolastica e alla sua passione per la danza.
Diego è un ragazzo che, come tanti, è caduto nella spirale della droga e sembra non vedere via d'uscita, finché non conosce Alissia, che desidera riscattarsi agli occhi del padre, famoso psicoterapeuta. Diego non lo sa, vede Alissa come l'unica che sembra voler impegnarsi nella sua causa e aiutarlo a uscirne. Entrambi dovranno combattere con i propri demoni ed entrambi dovranno uscirne vittoriosi, se vorranno sopravvivere. Una storia d'amore e di speranza, di luce in fondo al tunnel, perché la vita è fatta di colori, se si usano i pennelli giusti.

*Il romanzo è stato già pubblicato lo scorso anno con il titolo L'arcobaleno negli occhi.




Recensione

La vita, ci hanno sempre detto che è un dono, e che sta a noi proteggerlo, accettarlo e viverlo a pieno, ma, per quanto possa essere meraviglioso questo dono non è sempre facile.
La vita infatti così come la conosciamo è piena di insidie, difficoltà, dolori, sofferenze.
Spesso mi sono chiesta il senso di questo dono, se poi le cose belle finiscono, e se spesso siamo destinati a lottare contro qualcosa più grande di noi… Soprattutto se siamo soli, e non tutti siamo fortunati ad avere qualcuno accanto, che è in grado di insegnarci e indicarci la via giusta da seguire per essere noi stessi, per essere felici e per raggiungere i nostri obiettivi.

Ho amato questa storia, mi ha coinvolto dalla prima all’ultima pagina. Credo che ognuno di noi ha incontrato qualcuno nella vita che ha perso la sua strada, e che sia caduto nella spirale della droga, non tutti riescono a uscirne.
Questa molto spesso viene considerata infatti come l’unica via d’uscita per le situazioni che ci fanno soffrire, è più facile così spegnere i dolori e non pensare.
I nostri protagonisti non potrebbero essere più diversi. Alissia, è un’ottima studentessa, ballerina disciplinata, una ragazza responsabile, che rende fieri i suoi genitori, fino a quando un tradimento inaspettato, non le fa perdere la giusta strada.
Diego invece è un ragazzo che, come tanti, è caduto nella spirale della droga e sembra non vedere via d'uscita. Ha perso la madre e il padre non si è mai preoccupato per lui, l’unico modo in cui lo fa è mandandogli i soldi per mantenerlo, ma questi non fanno la felicità, spesso tutto si riduce a questo, al denaro, ma non è quello che serve. Ciò che serve realmente sono gli abbracci, gli incoraggiamenti, le pacche sulle spalle, le parole affettuose e quelle di rimprovero. Si ha bisogno di tutto quello che i soldi non possono dare, ossia di qualcuno che è in grado di credere in noi, senza non riusciremmo a tornare in carreggiata. Alissia rappresenterà per Diego proprio quella persona.


Questa è una storia che fa riflettere, questa è una storia vera e reale, questa potrebbe essere la storia di ognuno di noi. Io non voglio svelarvi molto spero solo di avervi incuriosito e che darete una possibilità a questi giovani ragazzi di conquistarvi. Spero vi lascerete trasportare dalle emozioni e dalle sensazioni positive che nonostante l’argomento trattato Marina è riuscita a far emergere nel raccontare questa storia.
“Alissia e Diego erano goccia e roccia, ma quando la goccia si poggia su una roccia è come una delicata esplosione. La goccia sulla roccia smette di precipitare e trova il suo compimento. La roccia da lei si lascia bagnare e scavare dentro pian piano”.
Alissia e Diego si scontreranno, si allontaneranno, ma alla fine si cercheranno. Entrambi avranno bisogno uno dell’altro, perché quello che inizia come una sfida ben presto prenderà un’altra piega. Come questo accadrà starà a voi scoprirlo, vi basterà semplicemente leggere questa storia, una storia d’amore e di speranza, di luce in fondo al tunnel, perché la vita è fatta di colori, se si usano i pennelli giusti.
Ho amato infatti l’idea dell’autrice di assegnare ad ogni personaggio un colore e devo dire che è riuscita a così a valorizzarne al massimo tutti gli aspetti sia in positivo che negativo.
Per questo per me è un libro che merita di essere letto, non solo con gli occhi, ma anche con il cuore, non aspettatevi un romanzo rosa semplice perché non lo è, detto questo vi auguro una buona lettura.


Commenti