Review party: Love Burns di Mandi Beck


Iniziamo la settimana entrando nel mondo dello sport romance con LOVE BURNS di Mandi Beck, edito Quixote Edizioni. Secondo voi cosa ne pensa la nostra Disaster di questo secondo capitolo della Caged love? Scopriamolo...


Titolo: Love burns

Serie: Caged love #2

Autore: Mandi Beck

Edizione: Quixote Edizioni

Genere: Sport Romance/Erotic Romance

Data di pubblicazione: 7 dicembre 2018

Prezzo: € 3,99


Sinossi

Love.
È il mio nome, ma è anche ciò per cui combatto. Per Frankie.
Sono un combattente. Addestrato per mantenere sempre alta la mia difesa. Per anticipare e vedere il prossimo colpo in arrivo. Quello che non mi aspettavo era che il suo passato ci piombasse addosso.
Sto per prepararmi a due delle lotte più importanti della mia vita. La mia ragazza e la cintura. So che sono in grado gestirlo, poiché non ho mai smesso di combattere per questo. Ma cosa fai quando la tua vita, il tuo amore, viene minacciato e non puoi essere lì a difenderla? Puoi solo chiudere gli occhi e pregare con tutto te stesso che lei sia abbastanza forte per uscirne indenne.
Sono andato in guerra per lei. Ora è il suo turno combattere per noi.




Recensione

Care Disasters, eccomi di nuovo qui con voi a parlare del seguito di Love Hurts... Mi avevate lasciato con gli 883 a farmi da colonna sonora, e mi ritrovate ora con un altro sound. In Love Burns la musica cambia, nel mio pc adesso suona Radioactive degli Imagine Dragons, canzone che mi ha aiutato a visualizzare i combattimenti di Deacon.

*Inoltre vi consiglio di saltare la lettura della recensione se non avete letto il libro precedente di Mandi Beck  e sbirciare solo il numero di piume che ho voluto assegnare a questo sequel, se non volete rovinarvi la scoperta di parte della storia.

Love Burns comincia esattamente dal punto dove il romanzo  precedente si era concluso, lasciando il lettore col fiato in sospeso, solo che le cose sono ben diverse da quelle che potevamo immaginare. Il mistero sugli eventi della notte che ha segnato profondamente l’animo di Frankie verrà finalmente svelato già nei primissimi capitoli, ma i pericoli e gli ostacoli che hanno messo alla prova i nostri protagonisti saranno ben lungi dal finire.
Deacon e Frankie non avranno vita facile.
Vecchie cattive abitudini faranno vacillare nuovamente un già fragilissimo rapporto, e i giorni che passano in vista dello scontro finale per la vittoria del titolo mondiale come miglior lottatore di MMA, saranno scanditi da imprevisti, lacrime e dolore.
Riusciranno i nostri protagonisti a raggiungere il tanto agognato lieto fine?

Questo secondo libro mi è piaciuto molto di più, lo ammetto. Finalmente non mi sono sentita come un’estranea che sbirciava tra le storie dei protagonisti, sensazione ricorrente nella lettura di Love Hurts. Qui è stato tutto chiaro fin dall’inizio. Conoscevo i personaggi,  mi aspettavo i risvolti delle loro vicende e soprattutto volevo infine capire come avrebbe sviluppato la trama suspense l’autrice.
La mia valutazione nei confronti dei due protagonisti principali è nettamente cambiata. Pur tenendo conto che questo secondo volume è “ Deaconcentrico”, ho apprezzato molto di più il personaggio di Frankie. Finalmente ha uscito gli artigli, l’ho trovata molto più decisa rispetto al precedente libro e anche se non sono stata d’accordo al cento per cento con lei per ogni scelta, mi è piaciuto molto il suo modo di fare.
Devo dimostrare che sono abbastanza  coraggiosa. Morirei per lui. È andato in guerra per me. Ora è il mio turno. Lui è il mio uomo e lo amo. Sono pronta a combattere. È mio e loro non possono averlo. Nessuno di loro può. Lui. È. Mio.
Deacon invece mi ha spiazzata, mi era piaciuto tanto in Love Hurts, credevo addirittura che un personaggio come Frankie non meritasse un Love nella sua vita, invece mi sono ricreduta... è stato il personaggio di Deacon ad essere “salvato” dalla forza di Frankie. Diciamo che lui non è cresciuto tantissimo, non come il personaggio di Frankie almeno. Senza di lei non credo che si sarebbe potuto riscattare, perché diciamolo chiaramente, i donnaioli se recidivi, rischiano di assumere tratti patetici. Il Deacon che mi piace tarda ad arrivare, si rivela solo nella parte finale del romanzo, per fare una metafora sportiva, “da il meglio solo se messo all’angolo.”

Quello che ho apprezzato particolarmente di questa storia è il colpo di scena che la Beck ha inserito a circa il settanta per cento del libro. Il mistero principale era ormai quasi del tutto risolto e la trama aveva bisogno di una scossa, solo che la cara Mandi più che di una botta piccina ha deciso di scatenare un terremoto emotivo nel lettore. Un dramma che non ti aspetti e che ti rende impossibile smettere di leggere.
Un’altra nota particolarmente positiva è stata la descrizione, più che dettagliata, degli allenamenti ed incontri di lotta. Ragazze che spettacolo, sembra di essere davanti all’octagon. La Beck ti proietta letteralmente nel vivo della scena, ti puoi immaginare  i rivoli di sangue  che escono dalle ferite, il sudore  sui muscoli dei lottatori, la folla che li incita,  sarà che sono una patita di combattimenti ma credo che la finale che Deacon combatte per la vittoria della cintura sia la scena cult di tutta la duologia.
“Quella è la mia gabbia. Sono un combattente. Io domino perché questo è quello che sono. Vincerò. Non c’è altra opzione. Sono un combattente.”
Inutile sottolineare che anche in questo romanzo vi troverete delle scene hot scritte ad arte.
Vi consiglio di leggere Love Burns e se amate gli sport romance non potete proprio perderlo. Vi lascio salutandovi con il motto di Deacon Love,  che possa esservi utile nella vita di tutti i giorni che spesso altro non è che una lotta continua.
Attacca e schiva. Attacca e schiva, figlio di puttana.”



Commenti