Le Recensioni di Viola: "Brody & Nick" di A.D. Ellis


Dopo tanti romance M/F, Viola ci parla di un M/M targato Quixote Edizioni. Ecco la sua recensione a BRODY & NICK di A.D. Ellis.


Titolo: Brody & Nick

Autore: A.D. Ellis

Serie: C’è qualcosa in lui #2

Editore: Quixote Edizioni

Genere: Qlgbt Military

Data di pubblicazione: 6 Agosto 2018

Prezzo: 
3,99 € ebook


Sinossi

Lo Specialista dell'esercito Brody King è un soldato rispettato e di successo. A un anno dal congedo, concepisce un piano per poter risparmiare dei soldi, un piano che richiede che lui si sposi.
Nick Ferguson è occupato a laurearsi e, al tempo stesso, a crearsi una carriera nella gestione dei servizi per la comunità. Con il suo contratto d'affitto in scadenza, è più che desideroso di accettare il folle piano di matrimonio di Brody.
Una soluzione che sembra rapida e semplice si evolve in qualcosa che nessuno dei due aveva messo in conto. Quando le sue paure e le sue insicurezze affiorano, Brody prende una decisione che potrebbe allontanare Nick per sempre. Può un matrimonio di facciata, costruito sull'amicizia, sopportare gli ostacoli di un futuro incerto?




Recensione

Brody e Nick si conoscono tramite Dylan, flirt del primo e coinquilino del secondo, si scambiano il numero di telefono prima che Brody parta per una missione che lo vede allontanarsi dal Texas per almeno un anno durante il quale si sentono spesso per telefono: i due parlano del più e del meno, si scambiano foto provocanti per stuzzicarsi ma toccano anche argomenti più seri. Brody, infatti, si sbilancia dicendo che vorrebbe poter uscire dalla base dove ha il suo alloggio una volta rientrato negli States, sia per non essere sempre sotto osservazione dal suo capo che non nasconde la proprio omofobia, sia per avere la sovvenzione dall’esercito e potersi mettere via una piccola cifra che gli permetta di riprendere l’università una volta terminato l’ultimo anno di servizio.

Nonostante la stazza fisica, Brody è una persona insicura e decisamente testarda con la tendenza a non riconoscere i propri sbagli. Nick, al contrario, è una persona con le idee ben chiare su ciò che vuole e su chi vuol essere una volta terminato l’ultimo anno di università, fa già due lavori nell’ambito del sociale e nel parlare con Brody gli rivela che vorrebbe cambiare casa perché stufo del coinquilino e magari risparmiare qualche dollaro data la cifra alta che sta pagando. Brody, ascoltando ciò che vorrebbe Nick e associando i suoi desideri, propone all’amico un matrimonio di convenienza, così entrambi potranno esaudire i propri desideri e proseguire coi progetti prefissati. Stabiliscono delle regole base per entrambi ed escludono le rispettive famiglie e amici, quella di Nick perché tanto non lo hanno mai accettato dopo il coming out figurarsi se si sarebbero presentati al matrimonio, quella di Brody perchè suo padre forse non avrebbe approvato e tanto questa finta relazione sarebbe durato un anno.

Una cerimonia più che intima, i novelli sposi, l’unico giudice disposto a celebrare un matrimonio tra persone dello stesso sesso e la segretaria del giudice per testimone. I nostri protagonisti non hanno però fatto i conti con la migliore amica di Brody, Addie, che minaccia calci negli zebedei per averle  tenuto nascosta la cerimonia, perché del piano della messa in scena ne era a conoscenza, ma soprattutto non hanno fatto i conti col superiore di Brody che non crede al matrimonio lampo tra i due e rivela a Brody di tenerlo d’occhio pronto a denunciarlo per frode. Nonostante il matrimonio sia finto all’inizio, i due protagonisti provano attrazione uno per l’altro e imparano a conoscersi meglio rispetto alla semplice conoscenza telefonica intercorsa, ma entrambi hanno paura a rivelare che forse iniziano a provare dei sentimenti per il proprio compagno, paura dettata dall’ombra del matrimonio a termine e dalla necessità di scambiarsi effusioni in pubblico per evitare sanzioni disciplinari.

Il primo a rivelare che gli scambi in luogo pubblico per  lui sono reali è Nick, Brody nella sua insicurezza non crede che qualcuno lo voglia al proprio fianco e saranno Addie e sua madre a farglielo capire e la dolcezza di Nick lo renderanno un po’ più sicuro, tanto che quasi al termine del temuto anno Brody compila più domande di iscrizione a diverse università, vicine e lontane pronto a lasciarsi tutto e tutti alle spalle.. No, non tutti, lui vorrebbe tanto che Nick lo seguisse nel caso venisse approvata la sua iscrizione ad una delle università a migliaia di chilometri dal Texas anche se il marito è stato chiaro fin da subito che il suo futuro sarebbe stato proprio nello stesso stato che Brody vorrebbe tanto abbandonare per poter dimostrare di essere in grado di fare le cose da solo e nel caso invece di fallimento non dover mostrare a nessuno la sua caduta.

Che succederà alla fine del tempo che si sono concessi? I nostri protagonisti separeranno le proprie strade anche dopo che l’amore che provano è reale? Questo libro parla di una storia d’amore nata al contrario e fuori dai canonici schemi narrata a pov alterni. Ho adorato la timidezza di Nick e apprezzato la sua determinazione quando richiesta, ho adorato l’ironia di Nick e amato il suo rapporto con Addie anche quando non erano in sintonia, ognuno di noi dovrebbe avere un’ amica come lei, pronta a supportarti o a prenderti a calci o ricorrere a chiamare la madre del proprio amico pur di fargli capire che stava sbagliando. Ho fatto il tifo perché Brody mettesse da parte la cocciutaggine e aprisse gli occhi quando era ora di aprirli senza che si mettesse  da solo i paraocchi per le cose importanti. Finisco questa mia recensione avvisandovi che è sì il secondo volume di una serie , che io l’ho letto senza problemi non avendo letto il primo e che è autoconclusivo.



Commenti