martedì 11 dicembre 2018

Le recensioni di Faith: Ogni volta che sono solo con te di Amabile Giusti


Questa settimana Faith ci parla di OGNI VOLTA CHE SONO CON TE di Amabile Giusti, contemporary romance pubblicato ad inizio novembre con Amazon Publishing.

Titolo: Ogni volta che sono solo con te

Autore: Amabile Giusti

Edizione: Amazon Publishing

Genere: Contemporary Romance

Data di pubblicazione: 6 novembre 2018

Prezzo: Formato Kindle EUR 3,99


Sinossi

Quando l’amore arriva è come pioggia che nutre la terra: anche il cuore più indurito ricomincia a battere
Harrison Duke, fascino selvaggio e pessimo carattere, è un ex scrittore di successo. Il burrascoso divorzio da una vanesia diva di Hollywood, il flop del suo ultimo romanzo e un pericoloso attaccamento alla bottiglia lo hanno spinto a rifugiarsi in una baita sperduta fra le montagne del Wyoming.
Tormentato da un triste segreto e in cerca di una nuova dimensione, Harrison vive in solitudine, lavora duramente ed evita ogni contatto umano, specie femminile. Tornare a scrivere è fuori discussione ma un giorno il suo ex agente gli propone di concedere un’intervista a Leo Tucker, giovane giornalista di talento, e Harrison a malincuore accetta. Salvo pentirsene non appena realizza che Leo è diminutivo di Leonora.
Quello che avrebbe dovuto essere un breve incontro si prolunga inaspettatamente, e i due sono costretti a condividere per giorni la spartana baita, isolati dal mondo, con effetti disastrosi.
Non è facile sopportarsi quando si è più che determinati a odiarsi. Ma cosa potrebbe succedere se la convivenza forzata si rivelasse più piacevole del previsto?

Recensione

Io odio profondamente Amabile Giusti!
Man mano che leggerete capirete anche voi il perché di questo mio odio viscerale.
Appena saputo della pubblicazione del suo nuovo romanzo ho chiesto, alle mie colleghe Disasters, la possibilità di scriverne la recensione.

Ogni volta che sono solo con te non ci racconta la classica storia d’amore fiabesca.
È un libro dove si affrontano temi importanti quali rinascita, mancata autostima, tradimenti, rabbia e dolore, dolore profondo.
L’amore non è il tema principale di questo romanzo, oserei dire che rasenta più un mezzo attraverso il quale si arriva alla agoniata pace.

Harrison Duke è un uomo duro, spietato. Abbandonata la carriera di scrittore, decide di rintanarsi in un paesino sperduto del Wyoming.
Non vuole più nulla attorno a sé che possa ricordargli il suo passato, i suoi errori. Soprattutto non vuole avere a che fare con anima viva. Nel silenzio della sua fattoria è riuscito a trovare il suo equilibrio.
L’unico legame con la sua vecchia vita resta il suo ex agente Herb, che dopo mille sforzi lo convince ad accettare un’intervista con Leo Tucker.

È così che Leonora Tucker irrompe nella vita di Harrison.
Leonora è una giovane giornalista che da tempo sogna d’intervistare il suo scrittore preferito. Mai avrebbe immaginato che il suo idolo adolescenziale, autore dei romanzi che l’hanno accompagnata nei momenti difficili, potesse trasformarsi in uno zotico scimmione iracondo.
Harrison al loro primo incontro,caccia via Leonora senza alcun ripensamento.
Solo un imprevisto fortuito li costringerà ad una convivenza forzata, che farà letteralmente scoppiare delle scintille.
Piogge torrenziali, animali selvatici con caratteristiche domestiche, incidenti imprevisti, ed una baita spartana faranno da sfondo a questo meraviglioso romanzo.

Voglio spiegare perché ho “odiato” leggere questo romanzo e di riflesso la sua autrice.
Harrison e Leonora sono due protagonisti splendidi. Il libro ti coinvolge , anzi ti travolge.
Odio la Giusti perché anche stavolta non mi ha lasciato scelta, è riuscita a farmi innamorare del suo libro, dei suoi protagonisti, a farmi emozionare, ma soprattutto è riuscita a darmi speranza.
Harrison è uno dei personaggi maschili che più ho apprezzato in queste ultime letture. È un animo tormentato, ferito , spaventato. L’unica sua difesa sono le parole sferzanti e il rifiuto dei sentimenti. In effetti Harrison è il prototipo dei caratteri maschili a cui la Giusti ci ha abituato, io però ho intravisto in lui una maturità che mancava ancora ai precedenti. Una sorta di rassegnazione alla solitudine. Ha un passato difficile, un divorzio che l’ha quasi annientato, scelte irresponsabili fatte e di cui ha pagato un altissimo prezzo.
Leonora è una sognatrice. Una ragazza innocente ma con uno spirito temprato. Non scappa impaurita di fronte agli insulti pesantissimi che spesso Harrison le rivolge. Ammetto che spesso nei suoi panni io sarei scappata piangendo, lei, invece, sfodera gli artigli e va a leccarsi le ferite successivamente in privato.
È abituata a peggio, fin da piccola ha capito che è lontana dall’ideale di perfezione dei suoi genitori e della società. Ha accettato il suo corpo, è venuta a patti con le sue debolezze emotive. Finalmente siamo di fronte ad una bellezza Curvy che ci permette (parlo per me) di identificarci con Leonora, non solo fisicamente ma soprattutto nelle sue insicurezze.
Il loro innamoramento non è frettoloso, cresce poco a poco. Lo leggi, lo percepisci, il loro legame si stringe pagina dopo pagina.
Non voglio rovinarvi il piacere di scoprirlo da sole leggendo il libro, vi preannuncio solo che come scrivevo all’inizio il libro non ha come tema principale l’amore, ma è proprio l’amore il sentimento che si percepisce durante tutta la lettura, ed è vero amore quello che traspare dalla decisione finale dei protagonisti.

Amabile Giusti ci ha regalato un altro gioiellino da aggiungere al panorama Romance italiano. Un libro scritto benissimo, una scrittura pulita, senza sbavature o fronzoli che non servono. Una scelta riuscitissima anche quella di voler donare pochissimo spazio alle scene di sesso caricandole così di un alto tasso di erotismo.
Mi complimento con lei Signora Giusti, anche stavolta il suo lavoro è ineccepibile.
Vi consiglio di leggere questo libro, non ve ne pentirete. Non riuscirete quasi a lasciare andare i protagonisti, sono sicura che troveranno un posticino nel vostro cuore così come hanno già fatto nel mio.

Aspetto le vostre opinioni e le emozioni che vi hanno suscitato.
Vi lascio con una frase del libro che ho apprezzato particolarmente e che è quello che reputo l’essenza dell’amore puro:

“ l’amore deve trasformare in bolidi scintillanti le tue qualità, e non ridurle a braci bagnate”

Buona lettura Disasters.



Nessun commento:

Posta un commento