giovedì 15 novembre 2018

Le recensioni di Maria Rosa: Universi sconosciuti di Angela Contini


Maria Rosa ci parla ora di UNIVERSI SCONOSCIUTI, urban fantasy di Angela Contini ed uscito con la Newton Compton Editori a settembre.

Titolo: Universi sconosciuti 

Serie: Hunted series vol.1

Autore: Angela Contini

Edizione:Newton Compton Editori

Genere: Urban fantasy/distopico

Data di pubblicazione: 18 settembre 2018

Prezzo: 1.99 € ebook, 9.90 € cartaceo


Sinossi

Sinossi: Abby Allen si definisce “un’edizione limitata”, non per esemplare bellezza, ma per una serie di qualità che la rendono un tipo curioso e un po’ fuori dal comune. Diciotto anni, logorroica e con la sorprendente capacità di creare situazioni imbarazzanti, Abby ha una fissa per Superman e spera di incontrare un ragazzo che, pur senza superpoteri, gli assomigli almeno un po’, per integrità ed eroismo. Il destino sembra accontentarla e quando incontra Kevan, la sua vita prende improvvisamente una strana piega, dando inizio a una girandola di eventi che un passo alla volta, riveleranno il segreto che è sepolto nel suo passato. In una realtà dove nessuno è ciò che sembra, si sta compiendo una guerra aliena in cui si muovono personaggi intriganti e complessi. Le loro storie si intrecceranno irrimediabilmente le une alle altre, costringendo Abby a subire agghiaccianti rivelazioni su se stessa. Saranno Kevan e un gruppo di ragazzi dotati di poteri straordinari ad accompagnarla in questa avventura, e mentre scende a compromessi con il suo nuovo io, sarà l’amore che prova per Kevan a tenerla saldamente ancorata alla realtà. E allo stesso tempo, la costringerà a prendere decisioni che la allontaneranno sempre di più dal suo supereroe.

Recensione

Questo libro inizia davvero come un libro per adolescenti, parlando di una goffa e simpatica ragazza dalla mente acuta e brillante che riesce a mettersi in situazioni ridicole da sola, con tanti sogni come ogni adolescente, tanto che ad un certo punto mi sono chiesta se il Boss (Ilenia) non mi avesse dato un Romance da leggere al posto di un Fantasy, ma ad un certo punto eccoli lì.
Gli alieni! :D
Il nuovo alunno che arriva a scuola, Kevan, bello come il sole e che fa impallidire anche Superman, suo uomo ideale.
Kevan è accompagnato da Dakota, bellissima ragazza , che si fa passare per sua fidanzata, ma questo non impedisce a Abby di sognare e di diventargli amica.
In realtà Kevan e Dakota sono Alieni e stanno cercando gli Ibridi per poterli eliminare, Dakota ligia agli ordini e al dovere, non si pone  dubbi sul suo incarico, Kenvan invece avendo già fallito in passato ha una seconda possibilità di dimostrare la fedeltà alla Confederazione.
Kevan, idealista e rivoluzionario, non comprende perché si debba uccidere gli ibridi, combattere per una causa sconosciuta è frustrante, e si domanda  se sta davvero combattendo dalla parte giusta della barricata.

“Sono uguali a noi, non li hai visti? Non hanno niente di diverso.
 Hanno la stessa pelle , gli stessi organi, lo stesso cuore ,
gli stessi occhi. Sono come noi”

Ma l'incontro con Abby metterà ancora di più Kevan sottosopra, e gli farà venire ancora più dubbi.

 “ Una vita in bianco e nero, fino a quando una ragazza  curiosa non  ha cominciato a gettare addosso alla  mia pseudo esistenza macchie di colore, spruzzi di vitalità, discorsi sconnessi e infiniti, pennellate di assoluta e piacevole diversità”

Insomma la storia si evolve in maniera vorticante, tutto verrà messo in dubbio, le maschere cadranno, i personaggi si spoglieranno dalle apparenze e inizierà la lotta per la sopravvivenza e la verità.
Ad un certo punto il libro finisce, troppo in fretta, e non per mancanza di narrazione, ma perché sbranato grazie alla curiosità che mette.. e ti lascia così … in attesa del secondo ...  per saperne di più...

Bravissima l'autrice  che riesce a mischiare il Fantasy con argomenti molto seri, rimanendo sempre scorrevole, pur approfondendo i caratteri di tutti i personaggi.
Sotto il lato leggero della storia di Abby si nasconde una realtà più nascosta, trattata in modo carino e positivo dall'autrice, il bullismo, in senso positivo cioè che l'autoironia della ragazza le permette  di affrontare tutte le umiliazioni e gli scherni con molta filosofia.

“La scuola non è il mondo reale all'esterno finito questo anno scolastico il prossimo andrò al college”, “Sono troppo intelligente per fermarmi a scendere a compromessi pur di farmi accettare”, Abby  risponde agli attacchi di quelle persone che cercano di sminuirla.
” Non crederai davvero che questa stupidaggine mi getterà nell'eterno sconforto,vero?
Per favore! Non me ne importa niente .
 Domani qualcun altro farà qualche altra pessima figura e tutto passerà così come è cominciato. Rimanere indifferenti è sempre la miglior difesa.”

Questo suo modo di pensare le permette di andare avanti senza farsi trascinare giù  nell'abisso di sofferenza che si prova quando non si viene accettati o si viene presi in giro, specialmente durante l'adolescenza che è il momento in cui si è più fragili.
Ogni adolescente dovrebbe pensarla così, tutto sarebbe più semplice, anche se la realtà è ben diversa, questo è un ottimo suggerimento :D
E questo non è l'unico argomento serio gli altri scopriteli da soli, adorerete la goffaggine di Abby e la “figaggine” di Kevan.

Domandina alle più attente … vi siete accorte del segreto svelato verso la fine del libro?
Eppure è chiaro anche se non esplicito... Curiosi??
Leggete questo bellissimo libro e trovatelo..



Nessun commento:

Posta un commento