martedì 27 novembre 2018

Le recensioni di Faith; Iniziò tutto a New York di Mandy Baggot


Ora Faith ci parla di un romanzo che profuma di festività. Scopriamo come ha trovato INIZIO' TUTTO A NEW YORK di Mandy Baggot, edito Newton Compton Editori.

Titolo: Iniziò tutto a New York

Autore: Mandy Baggot

Editore: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 25 ottobre 2018

Prezzo: 5.99 € ebook, € 10,00 cartaceo


Sinossi

Natale è il periodo più magico dell’anno per innamorarsi

La temperatura è scesa, la neve si prepara a imbiancare i tetti e avvolgere ogni cosa, e Hayley Walker si sta dirigendo verso New York con un unico obiettivo: ricominciare da capo. Insieme a sua figlia Angel, una vispa bambina di nove anni, Hayley è pronta per iniziare un’avventura fatta di cioccolata calda, passeggiate in carrozza per Central Park, piroette sul ghiaccio del Rockefeller Center e visite ai musei più importanti. La città che non dorme mai è pronta a conquistarle! Ma oltre alle sue luci e ai grattaceli mozzafiato, New York ha molto altro da offrire. Specialmente per Angel, che nutre da sempre il sogno di conoscere finalmente il suo papà. Quando Hayley si deciderà a realizzare il desiderio della figlia, incrocerà sulla sua strada il miliardario Oliver Drummond. Abituato a una vita frenetica e sopra le righe, per lui l’incontro con Hayley potrebbe rivelarsi ben più fortunato di quanto non creda. Riuscire a realizzare il sogno di sua figlia potrebbe essere l’occasione per Hayley di trasformare la promessa di un Natale felice in una felicità “per sempre”.

Recensione

The Christmas is coming

Le luci natalizie iniziano a fare capolino nelle nostre città, i profumi dei dolcetti tipici cominciano a farsi sentire nell’aria quando passeggi per strada, i negozi vengono presi d’assalto dalla gente per scegliere i primi ragali.
Il Natale riesce a suscitare puntualmente in ciascuno di noi emozioni diverse.
C’è chi lo attende con ansia, chi lo teme quasi, chi lo detesta, chi spera ancora che piccoli e grandi desideri possano avverarsi.
Io crescendo ho cominciato a sentirmi parecchio insofferente all’avvicinarsi del Natale.
Negli ultimi anni sono cambiate tante cose, io per prima sono cambiata, alcune tra le persone più importanti della mia vita non ci sono più e diventa difficile non pensare a loro in questo periodo dell’anno. Quindi puntualmente mi trasformo in un Grinch brontolone. Riconosco però il fascino dell’atmosfera  che questa festa suscita e, pur con vergogna, ammetto che, non riesco a fare a meno di vedere film di Natale sdolcinati o a leggere romanzi a tema natalizio impregnati di desideri.
Oggi infatti, voglio parlavi di Iniziò tutto a New York di Mandy Baggot.

“ I desideri non sono come la magia. I desideri..insomma, sono un po’ come i sogni. E i sogni non sono magici. Sono qualcosa che vuoi con tutta te stessa, qualcosa che puoi cercare di ottenere.”

È proprio per realizzare il sogno di sua figlia che Hayley Walker, giovane mamma single, organizza un viaggio da Londra a New York.
Angel  vuole conoscere a tutti i costi suo padre.
C’è solo un problemino... Hayley non ha molte informazioni su di lui, ne ricordi precisi.
Era solo una ragazzina quando trascorse quell’unica notte con il padre di Angel, può solo sperare che Michael sia ancora lì, nella grande mela.
Animata da una ferrea determinazione decide di cominciare la caccia all’uomo.
È proprio durante queste ricerche che farà la conoscenza di Oliver Drummond, l’arcigno capo di suo fratello Dean.
Così, nello scenario di una sfavillante e natalizia New York, s’intrecciano i destini dei protagonisti di questo libro.

Hayley è una mamma dalla lingua sferzante ed ironica. Ha dovuto accantonare i suoi sogni giovanili per crescere Angel, instaurando con lei un rapporto speciale. Spesso i dialoghi tra le due vi ricorderanno quelli di “Una mamma per amica” , riuscendo a strapparvi un sorriso. È una donna determinata, un errore giovanile le ha regalato la persona più importante della sua vita, sua figlia Angel.
Hayley non si ferma davanti agli ostacoli, ma li aggira e sa come trasformarli  in punti di forza.

Oliver è un uomo che ha dovuto rinunciare ai suoi sogni per vedere realizzati quelli di suo padre e suo fratello. Ha imparato a mettere sotto chiave le emozioni. I suoi rapporti sono superficiali, preferisce non instaurare legami duraturi. È cinico ma nonostante ciò non sa come frenare le mille sensazioni che Hayley gli ha scatenato dentro già al loro primissimo incontro.

Devo dire che leggere questo libro è stata come una ventata di aria fresca.
Una commedia frizzante, spiritosa ma che a tratti riesce a commuovere.
Una lettura consigliatissima, non sono riuscita a trovargli nessun difetto.
Per la prima volta dopo parecchio tempo mi sono imbattuta in un personaggio maschile che, nonostante le sue debolezze, è riuscito a conquistarmi.
Il primo impatto con Oliver è lontanissimo dai clichè sui miliardari sexy a cui ci hanno abituato gli ultimi romance. Lui ti conquista a pelle, riesci a percepire i suoi timori, le sue ansie, che diventano paradossalmente le sue caratteristiche di maggiore attrazione.
Una sentenza oscura sembra pendere sulla sua testa e tu non puoi non immedesimarti in lui. Chissà forse sono io che non ho potuto fare a meno di amarlo perché, sotto sotto,  la sua storia mi ha toccato in prima persona.
Verrete conquistati anche dai diversi personaggi secondari, io apprezzato in particolare Cynthia , la madre di Oliver. La sua vita è stata segnata da perdite importanti  eppure continua a volersi mettere in gioco e, più volte, sprona suo figlio affinchè reagisca al dolore che si porta dentro.

 “Ma non si può piangere per sempre, o il dolore diventerà l’unico legame che hai con le persone che hai perso.”

Mandy Baggot anche questa volta è stata capace di regalarci una favola natalizia che ci permette di sognare ad occhi aperti. Il suo stile di scrittura fluido e particolareggiato rende facile immaginare gli scenari da lei creati, i luoghi del libro sono talmente descritti bene che puoi visualizzarli nella tua mente senza alcun problema.
Aspetto i vostri commenti su questo romanzo e nel frattempo non posso che auguravi una buona lettura.



Nessun commento:

Posta un commento