venerdì 23 novembre 2018

Le recensioni di Alexa: La moglie tra di noi di Greer Hendricks e Sarah Pekkanen


Questa è una settimana di new entry. La nostra Big Family si allarga e oggi diamo il benvenuto ad Alexa!!!!
Come prima recensione ha scelto un thriller uscito grazie a Piemme qualche mese fa, LA MOGLIE TRA DI NOI, di Greer Hendricks e Sarah Pekkanen.

Titolo: La moglie tra di noi

Autori: Greer Hendricks e Sarah Pekkanen

Editore: Piemme

Genere: Thriller psicologico

Data di pubblicazione: 26 giugno 2018

Prezzo: Ebook €9,99/ Copertina rigida €16,91


Sinossi

Quando leggerai questo romanzo, farai molte supposizioni. Supporrai che sia la storia di una ex
moglie gelosa, ossessionata dalla donna che l’ha rimpiazzata nel cuore del suo ex marito. Oppure
penserai che sia quella della ragazza che sta per sposare l’uomo dei suoi sogni, ancora piena di
tutte le speranze di una giovane sposa. O ancora ti chiederai se non sia, in fondo, la storia di un
triangolo in cui è difficile capire di chi fidarsi. Ti dirai che è una storia d’amore e odio, di seduzione
e paura, di tradimento e giochi di potere. Supporrai di aver capito tutto di Vanessa ed Emma e
dell’uomo che amano, le motivazioni dietro le loro azioni, l’anatomia delle relazioni che legano
l’uno alle altre. Supporrai di sapere chi sono e che cosa muove, davvero, i loro cuori.
Ma ti sbaglierai.
Perché questo romanzo è proprio come la realtà. E nella realtà non c’è niente di vero. Nessuna
relazione è senza ombra. Nessun amore è senza segreti. Ci sono solo gli sprazzi di verità dietro le
bugie. O le piccole bugie che, insieme, fanno una verità. E la verità è l’unico modo per voltare
pagina.

Recensione

Il libro di cui vi parlo oggi è un thriller psicologico.
I protagonisti di questa storia sono: Vanessa Thompson, il suo ex marito Richard Thompson ed Emma Sutton, la nuova fidanzata di Richard, la sua “perfetta” promessa sposa.
La storia inizia con Vanessa, distrutta dalla fine del suo matrimonio in cui aveva riposto tutte le sue
certezze, che invece si sono sciolte come neve al sole. Non è una donna perfetta, nessuna persona
reale può esserlo, ma ha una mente acuta e un paio di punti fermi, tra cui sua zia Charlotte che è
una madre per lei.
Richard, invece, il suo ex marito, è un ricco d’uomo affari che l’ha lasciata per la sua assistente con
cui è in procinto di risposarsi per mettere su famiglia, quella che non è riuscito ad ottenere con la
moglie di cui non parla mai.

Quando inizierete a leggere il romanzo farete davvero un sacco di supposizioni su tutti e tre, come
è normale che sia, ma vi sbaglierete, come è successo a me. E’ inevitabile. Ho pensato fosse la
storia di una donna che, dopo il divorzio, non riesce a dimenticare il suo ex marito, che nel
frattempo si è rifidanzato con un’altra donna. Ho pensato fosse anche la storia di una giovane
ragazza speranzosa che sta per sposare il suo principe azzurro. Ho pensato ci fosse una ex moglie
che volesse vendicarsi e una sposa che mettesse in dubbio la perfezione del suo futuro marito.
Invece, a un certo punto, le carte vengono rimescolate per scoprire che non sapevamo ancora
nulla. Perché in questa storia niente è bianco o nero, è tutto di un grigio fumoso. La verità diventa
una questione di punti di vista ed è composta da piccoli frammenti che si ricompongono pian
piano.
Vanessa non è la ex moglie che tutti credono, custodisce dei segreti importanti, così come il suo
stesso ex marito ha costruito ad arte un’immagine di sé che non è reale.
Emma, invece, è quella che in qualunque triangolo verrebbe definita l’altra donna, ma in realtà è
solo una ragazza con tanta voglia di rivalsa, che ha sofferto l’abbandono del padre e che ha
intrapreso una storia con un uomo sposato, conscia della situazione in cui si stava infilando solo
fino a un certo punto.
La storia mi ha intrigata tantissimo e ho apprezzato molto Vanessa, per la sua forza, perché non è
facile uscire da una situazione complicata come la sua, con le sue sole forze. E’ stato difficile
comprendere un suo comportamento in particolare ma, alla fine, ho anche capito che non aveva
altra via d’uscita.
Per concludere, consiglio assolutamente questo libro perché è scritto magistralmente dalle due
autrici. E’ tutto giocato sulla psicologia, sulla percezione dell’osservatore e sicuramente ha aiutato il
fatto che entrambe abbiano studiato psicologia all'università, perché molti comportamenti ci vengono spiegati all’interno della storia stessa. Lo stile funziona, non è piatto, anzi il presente si alterna con
flashback che ci descrivono la vita dei protagonisti e i sentimenti che li accompagnano anche nel
presente.


Nessun commento:

Posta un commento