Review party: Dariin di Claudia Melandri


Iniziamo questo mercoledi con un review party. Viola ha letto il primo volume della The Gargoyle's Series, DARIIN, di Claudia Melandri e ora ce ne parla.

Titolo: Dariin

Serie: The Gargoyle’s Chronicle vol 1

Autore: Claudia Melandri

Editore: self publishing

Genere: fantasy

Data di pubblicazione: 13 Ottobre 2018

Prezzo: 1.99 € ebook


Sinossi
E se tutto quello in cui credevamo, in realtà non fosse che un semplice sassolino in mezzo a tante rocce?
Di giorno uomini, di notte bestie. Le viscere della Terra sono state sempre la loro casa e la superficie il luogo di caccia. Cinque anni fa però, tutto è cambiato.
I fratelli Bryan e Simon Deveron hanno lasciato New York City per trasferirsi a South-Heaven, piccola città del New Brunswick. L’arrivo dei forestieri accompagnati dall’avvenente avvocato Elliot O’Donnell, che cura i loro interessi legali, mette la sonnecchiante comunità in fermento.

L’incontro con Bryan metterà a dura prova il cuore e la razionalità della bella giornalista Rebecca Miller: l’istinto le urla di non fidarsi, ma i sentimenti sussurrano tutt’altro.

Chi sono in realtà?
Perché hanno scelto South-Heaven?
Da cosa scappano?
O… cosa cercano?

Recensione

Buondì Disastri, oggi vi parlo del primo libro della Gargoyle's Chronicle Series di Claudia Melandri.
Il libro si apre nel mondo dei Gargoyle, l'autrice ci presenta tre membri importanti del clan e ci accenna al motivo per cui sono stati obbligati a scappare dalla loro terra dopo lo scoppio di una guerra interna.
Al capitolo uno veniamo catapultati avanti di cinque anni, a migliaia di chilometri dalla terra natale dei tre esseri sovrannaturali, e ci ritroviamo in Canada, precisamente a South-Heaven, in compagnia di Rebecca Miller una ragazza ventottenne, non molto alta, dai lunghi capelli neri, pelle chiara e occhi di un blu molto simile al colore dell'oceano, dotata di un istinto e di un sesto senso che le fa sentire il pericolo prima ancora che si manifesti. E' inoltre una giornalista trasferitasi da cinque anni a nella cittadina canadese dopo una spiacevole situazione creatasi a Washington a causa degli articoli sulla politica di cui scriveva.

Rebecca, da quando ha scelto di cambiare ramo giornalistico, va a fare spesso lunghe camminate in solitaria per i boschi con la sua inseparabile macchina fotografica per poter cogliere la luce e i colori del territorio che la circonda per poi poter scrivere gli articoli da far pubblicare sulle riviste naturaliste con cui collabora. E' così che decide di spingersi fino al picco di Oldrock per fare qualche scatto al paesaggio autunnale ma questa volta si ritrova a far fronte ad un lupo dalle dimensioni fuori dal comune. Una volta mantenuto il contatto visivo con l'animale cerca di indietreggiare quanto possibile per non farlo avvicinare senza cadere verso il dirupo ma non ha il tempo di riprendersi dallo shock per l'incontro inaspettato che una rapida folata di vento forte la obbliga a proteggere gli occhi e una volta riaperti insieme a quella folata improvvisa di vento anche il lupo scompare lasciandola libera di far rientro a casa per segnalare l'incontro con l'animale ai rangers affinchè allertino i cittadini della sua presenza nei territori di South-Heaven.

Il lupo non è l'unica novità di cui si parla in paese. La casa in collina a Newrock è stata venduta ai Deveron, persone che nessuno ancora ha incontrato, ma la cui presenza è identificata dalla comparsa di un hummer coi finestrini oscurati col quale i tre si spostano attirando gli sguardi di tutti.
Bryan Deveron è un uomo che supera i due metri di altezza, capelli corvini con due striature più chiare a distinguerlo, occhi neri come la pece che, nonostante la cecità, incutono timore a chi si sofferma ad osservarlo più del dovuto nei rari casi in cui incontri qualcuno di estraneo.

Bryan insieme al fratello Simon, all'amico Elliot e all'inseparabile Boris, il suo cane guida, hanno appena acquistato una casa a Newrock, a qualche chilometro dalla cittadina dove abita la nostra protagonista scegliendo di acquistare distante dal centro abitato e più in collina rispetto al paese per aver maggior riservatezza.

La comparsa del lupo abbinata al ritrovamento delle carcasse di molti animali selvatici
porta il paesino a pensare di essere in pericolo e nessuno può allontanarsi dalla propria casa se non in compagnia o se sprovvisto di un mezzo che lo possa proteggere da un possibile attacco.
Rebecca rientrando a casa dopo alcune commissioni incontra per strada l'Hummer di cui in paese si parla tanto e appena varcata la porta di casa scopre che è stato tutto messo sottosopra.
Sarà a causa di questo avvenimento che la donna avrà il primo incontro con Bryan Deveron in persona in tutta la sua possente figura.
I nostri protagonisti saranno letteralmente folgorati uno dall'altro e se anche la ragione impone ad entrambi di star lontani, il cuore coi suoi battiti accellerati,  o mancanti, spingeranno i due a dover affrontare scelte direi non così facili.
Cosa succederà da qui in avanti? Non vi resta che leggere questo fantasy per scoprirlo.

Devo dire che dopo aver letto un estratto ho subito chiesto se potevo avere il file da recensire presa dalla curiosità di scoprire il resto.
La storia è scritta in terza persona senza l'alternarsi dei pov anche se l'autrice è brava a distinguere i pensieri o le parole di uno o dell'altro personaggio. Ho trovata adorabile Rebecca e il suo parlare da sola perchè in questo siamo identiche.

Ultimo consiglio poi vi lascio libere di correre a leggerlo, quando arriverete ai ringraziamenti non fermatevi, proseguite a scoprire qualcosa che l'autrice ha gentilmente inserito in attesa che arrivi dicembre.




Commenti