Le recensioni di Viola: Touch di J.S. Clarke


Tocca ora a Viola parlarci di TOUCH - IL SOSPETTO SULLA PELLE di J.S. Clarke, uscito questa estate.

Titolo: Touch. Il sospetto sulla pelle

Autore: J.S. Clarke

Edizione: self Publishing

Genere: Romantic suspense

Data di pubblicazione: 13 luglio 2018

Prezzo: 0.99 cent


Sinossi

Troppo coinvolta.
Con quelle semplici parole la giovane detective Harper Jones viene sollevata dal caso Taylor. Incapace di rassegnarsi alla scomparsa dell'amica e insospettita dalle indagini sommarie e inconcludenti condotte dal suo distretto, decide di ignorare l'ordine dei superiori proseguendo le ricerche da sola.
È disposta a tutto pur di scoprire la verità, anche a spingersi sull'orlo del baratro, in una spirale di torbidi segreti che coinvolgono le persone a lei più vicine e minacciano di distruggere ogni sua certezza.
Giunta a quel punto, infatti, la detective non può più ignorare la doppia vita della sua dolce amica, che ogni notte diventa Ivy, una delle dee del Poison, il locale notturno più rinomato della contea, attorno al quale gravita la malavita californiana gestita da Gustavo Esposito.
Certa che quel luogo di perdizione abbia a che fare con la sparizione di Melanie, Harper tenterà l'impossibile per salvarla, nonostante l'ambiguo e affascinante Julian, erede dell'impero degli Esposito, sia deciso a non renderle le cose facili.
Invischiata in una rete di seduzione e pericoli nel cuore del Poison, Harper dovrà tenere bene a mente un'unica regola: sospettare di chiunque.
Il romanzo è autoconclusivo.


Recensione

Harper Jones è una poliziotta del distretto IV di Sacramento ed è appena riuscita a farsi estromettere dal caso Taylor e ad avere un ordine restrittivo più il divieto di accesso ad un locale di nome Poison, gestito da Gustavo Esposito e da suo figlio Julian.
Quella degli Esposito non è una famiglia qualsiasi ma è una delle famiglie conosciute in città per gli intrallazzi politici e per far parte della malavita che domina la città.
Melanie Taylor è la migliore amica di Harper, è stata assunta come ballerina al Poison e sparita nel nulla senza avvisare la propria famiglia o l'amica. Per questo motivo Harper non può e non riesce ad ubbidire all'ordine restrittivo. La sua indole e il suo carattere la spingono a proseguire le indagini da sola.

Riesce ad entrare in questo locale esclusivo come cliente, riesce a curiosare un pò ma non come vorrebbe finchè non viene avvicinata da una collega di Melanie che la riconosce nonostante si alla sua prima volta al Poison e le offrirà il suo aiuto per capire cosa sia successo alla comune amica.
Ma l'imprevisto è sempre dietro l'angolo e Julian la riconoscerà e la inviterà in maniera poco velata ad andarsene dal suo locale.
Testarda e decisa a ritrovare l'amica e grazie alla sua alleata ritornerà al Poison mescolandosi allo staff e riuscendo a scoprire la vera natura del locale. Se la prima volta aveva avuto un piccolo assaggio, al suo secondo ingresso Harper scopre il vero spettacolo che propone il locale e ne rimane innegabilmente affascinata e anche eccitata.

Ma Harper anche stavolta riesce a farsi scoprire e Julian non sarà così affabile ad accompagnarla alla porta. Questa volta è deciso a scoprire chi sia il membro dello staff che aiuta la poliziotta nelle sue indagini private così decide di ammanettarla ad un palo da pole dance, la benda e comincia a fare domande alle quale Harper risponderà con altre domande fino a spingerli ad un punto di stallo dove l'interrogatorio sembra trasformarsi in altro e prima che si surriscaldi del tutto l'atmosfera saranno interrotti da una telefonata. Julian porterà Harper ad una scesa a patti tra i due portandoli ad una specie di scambio di informazioni per il fine comune ad entrambi.

"Parli , avanti." ordinò ancora.
La sua voce vibrava dentro me, alimentando una sensazione che non avrei saputo descrivere, ma infiammava il mio corpo dal primo momento in cui l'avevo sentita.
Primordiale come la paura, viscerale e profonda, come l'attrazione per un fuoco che spaventa ed attrae insieme.
"No." mormorai infine.

Questa sorta di alleanza aprirà gli occhi ad Harper su parecchie cose e a scoprire il vero volto delle persone che ha attorno, Grazie ad alcuni documenti forniti dal nuovo alleato troverà una chiave di lettura nuova per proseguire le proprie indagini e a far incastrare chi sia dietro alla sparizione della sua amica.

" A ogni ora che passa perdo un pezzo della mia vita, di quello in cui ho sempre creduto e di quello per cui ho lottato."

Dovrà inoltre far i conti con l'attrazione che comincia a provare per quello che per lei è il primo sospettato e dovrà invece decidere più volte se fidarsi di lui. Le carte si mescoleranno fino a svelare i misteri del Poison e di ciò che è realmente successo a Melanie.

Harper riuscirà a fidarsi di Julian?
Julian manterrà la parola data all'unica donna che lo intrighi nonostante possa avere tutte le donne che vuole oltre quelle tra lo staff del locale del padre?

Il librio si legge tutto d'un fiato, la storia procede nella maniera corretta e l'intrigo da scoprire è stato ben architettato per sviare il lettore.
La caratterizzazione dei personaggi è quella che mi ha maggiormente colpita e devo dire che mi piacerebbe ritrovare Harper tra altre pagine da sfogliare magari con un altro intrigo da svelare e chissà cosa potrebbe mai succedere se ....
E niente l'allarme spoiler per quel che stavo per scrivere ha cominciato a suonare a sirene spiegate quindi attenderò un segnale da J.S. Clarke che metta a tacere il tarlo che infesta la mia testa.


Commenti