venerdì 7 settembre 2018

Le recensioni di Flavia: Al mattino stringi forte i desideri di Natascha Lusenti


Iniziamo questo venerdì con Flavia. Ha letto AL MATTINO STRINGI FORTE I DESIDERI di Natascha Lusenti, edito Garzanti.

Titolo: Al mattino stringi forte i desideri

Autore: Natascha Lusenti

Editore: Garzanti

Genere: Narrativa Moderna

Data di pubblicazione: 10 maggio 2018

Prezzo: 9,99 (e-book); 13,20 (cartaceo)


Sinossi

Emilia è ferma davanti al grande palazzo. Con lei ha solo poche valigie e i suoi due adorati gatti. Dopo aver smarrito le redini della propria vita, è lì per ricominciare: una nuova casa e nuovi in­quilini da conoscere. Ma l’accoglienza che riceve non è quella che si aspettava.
Emilia è stanca di saluti frettolosi e frasi di circo­stanza, e decide che l’unico modo per cambiare la situazione è suscitare la curiosità di chi passa ogni giorno davanti alla bacheca del condomi­nio. Proprio lì Emilia appende mattina dopo mattina un foglio con poche righe in cui raccon­ta sensazioni, ricordi, speranze. Senza rivelare la propria identità. Forse scrive per far sentire la sua voce in qualche modo. O forse per donare un po’ di gioia a chi rincorre la vita senza più sof­fermarsi sulle cose semplici. Ci deve essere qual­cuno che come lei ama il colore giallo, ricorda la bicicletta su cui da bambino gli sembrava di volare o ha timore di ciò che ha perso e che non trova più. Ma così non è.
Fino al giorno in cui, accanto al suo messaggio, trova una figurina da bambini. Non ha idea di chi possa essere stato, ma tutti gli indizi porta­no a quel bambino con la maglietta di Star Wars e un libro aperto sempre in mano. Emilia sente che sarà lui il suo primo amico nel palazzo e che poi, piano piano, riuscirà ad avvicinarsi a tutti gli altri inquilini. Anche se non è facile insegnare di nuovo al cuore a fidarsi dopo che è stato illuso tante volte. Anche se non è facile esprimere i propri desideri per condividerli con gli altri. Emilia scopre che bisogna tenerli stretti per non farli volare via.


Recensione

A volte dovremmo osare, osare tanto!

Emilia porta dentro di sé un grande dolore che non riesce a condividere con nessuno; è impresso lì nel passato ma se lo porta dietro, nel presente, come un macigno.
Ha dei bellissimi occhi Emilia, ma li nasconde dietro la sua frangia un po’ troppo lunga.
È sola Emilia e insieme ai suoi due adorabili gatti si trasferisce a casa della sua migliore amica.
Ad ogni stanza presente in casa, Emilia dà il nome di un colore: sembra che il giallo sia il suo colore preferito ma sa che non si può assolutamente stare senza il rosa. E il rosso.. Il rosso è pericoloso.
La rabbia sa usare lusinga e crea dipendenza. E poi divora ogni colore, finchè non sei nemmeno più capace di riconoscerli.

Emilia decide improvvisamente di dar voce ai suoi pensieri, trasformandoli in inchiostro. Così, ogni mattina, all’entrata del condominio, appende le sue storie sulla bacheca, ovviamente facendo attenzione a non farsi vedere da nessuno. Grazie a questi piccoli pensieri riesce a fare amicizia con il piccolo Nicola. Anche lui sembra nascondersi facilmente dietro qualcosa, tipo dietro i film di Star Wars. Comunque non tutti apprezzano le storie di Emilia, anzi, quasi tutti credono sia matta, ma grazie all’amicizia che si crea con Gina, ce la farà a trovare il suo posto nel mondo con la sola forza che tiene chiusa dentro di sé e che spiccherà il volo.

Al mattino stringi forte i desideri, è un libro che fa riflettere su tanti aspetti della vita, basta il titolo per capire quanto possa essere profondo. L’amore è raccontato in modo diverso del solito, e l’amicizia occupa un posto importante. Emozioni e sensazioni sono raccontate con saggezza e verità. Ha il potere di lasciarti un senso di serenità inspiegabile una volta finito di leggerlo. Percepisci il senso delle parole tra le mani, come se riuscissi a toccare e coccolare con mano i personaggi. Lo porterò sicuramente nel cuore.

P.s. Non nego che ho avuto voglia anche io di scrivere i miei pensieri e lasciarli in giro, ovunque andavo!


Nessun commento:

Posta un commento