mercoledì 1 agosto 2018

Review Party: Nel silenzio del mio amore di Staci Hart


Primo review party per questo primo torrido giorno d'agosto. Serena ha avuto l'onore di leggere in anteprima NEL SILENZIO DEL MIO AMORE, primo capitolo della The Austens Series, di Staci Hart, in arrivo negli stores domani grazie a  Newton Compton Editori

Titolo: Nel silenzio del mio amore

Serie: The Austens Series #1

Autore: Staci Hart

Editore: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 02 agosto 2018

Prezzo: 4.99 € ebook


Sinossi

Burro e marmellata sono fatti per stare insieme, così come la panna e la cioccolata calda… E ragazzi come Tyler Knight non vanno bene per ragazze come Cam Emerson. Lei se ne è resa conto dal primo momento in cui lo ha visto. Non appartiene al suo mondo. La maggior parte dei fidanzati di Cam sono esistiti solo tra le pagine dei libri, ma invece di preoccuparsi per l’assenza della sua vita sentimentale, riversa tutte le sue energie nel lavoro al Parole al vento, un caffè libreria. Tyler Knight cerca di trovare sempre il lato positivo delle cose. Dopo il suo infortunio e dopo aver rotto in modo terribile con la sua fidanzata, ha conosciuto Cam, la sua coinquilina bizzarra e intelligente, molto più bella di quanto all’inizio non avesse pensato. Lei ha chiarito di non essere interessata a lui, ma Tyler non riesce a capire cosa li separa e che invece per Cam è così evidente. In fondo, è convinto che, nonostante le loro differenze, potrebbero funzionare benissimo insieme…

Recensione

Ho letto per voi in anteprima il nuovo romanzo di Staci Hart, uno dei suoi romanzi più acclamati oltreoceano. 
Il libro di cui vi parlerò oggi è il primo di una trilogia di autoconclusivi accomunati da una particolarità davvero interessante, l’autrice si è infatti liberamente ispirata ai romanzi della celebre scrittrice romantica Jane Austen, antesignana del realismo dell’età vittoriana. 
Nel silenzio del mio amore è il rifacimento moderno del suo famosissimo ed amatissimo capolavoro dal titolo "Emma".

Staci Hart è già stata conosciuta ed apprezzata in Italia con le sue precedenti opere pubblicate, ha riscosso un grande successo e le numerose lettrici a lei affezionate non potranno di certo resistere al fascino di questo libro così promettente e singolare. 
Vediamo insieme di scoprire quali sono stati, a mio parere, i punti di forza di questa storia dalla trama davvero accattivante, la quale, appunto, fin dall’inizio ha stuzzicato la mia curiosità.

La protagonista delle vicende qui narrate è Cam Emerson, una ragazza molto estroversa, socievole e sbarazzina. Cam adora il suo lavoro presso "Parole al vento" un bar-libreria gettonatissimo a New York, un posto nel quale i clienti possono non solo bere e chiacchierare in compagnia ma anche leggere e comprare libri. 
Lei si occupa non solo della vendita di fumetti, libri e drink, ma anche dell’amministrazione e dell‘organizzazione. Una delle attività per il quale il locale è molto rinomato sono le serate per single a tema, rallegrate da musica, giochi di squadra a premi e spesso vincolate da uso di travestimenti e maschere.
Cam ha un "dono", una specie di potere sensoriale, come lei spesso lo definisce, di capire le connessioni tra le  persone. Si reputa una specie di cupido, sempre pronta a cogliere l’occasione per far conoscere, avvicinare e magari accoppiare persone che ritiene perfette per stare insieme. La sua dote non ha mai fallito e tuttora si dedica a questo passatempo così appagante e stimolante, adora rendere felici le persone e gioire dei loro successi amorosi. 
La sua vita sentimentale al contrario è ormai da un bel po’ piatta ed inesistente. Preferisce stare sola per sentirsi al sicuro. Da quando ha subito una brutta delusione, è stata infatti usata e ferita da colui che pensava fosse il suo primo vero amore , è  rimasta sulla difensiva nell instaurare relazioni. Da quel triste momento, che ha segnato per sempre la sua vita di coppia, ha deciso di volare basso e di non rischiare più di mettere in gioco il suo cuore, ma dedicarsi solo a rapporti nei quali fosse sicura di salvaguardare il suo equilibrio. 
Ha infatti stilato delle regole che dopo anni purtroppo sono radicate indissolubilmente nel suo DNA:

1)Cerca di capire subito chi ti trovi davanti e a quale scaffale appartiene.

2)Non uscire con qualcuno che non si trova sul tuo stesso scaffale.

3)Quando una cosa sembra troppo bella per essere vera,probabilmente non lo è.

Cosa potrebbe sconvolgere la sua routine oramai sedimentata e tranquilla?

Cam condivide da un anno il suo appartamento con colui che è diventato il suo migliore amico, Tayler Knight, un ex giocatore di football che ha dolorosamente dovuto dire addio alla sua promettente carriera dopo un infortunio estremamente traumatico. 
Tayler ora lavora come agente sportivo e passa le sue giornate dividendosi tra professione e serate passate a ridere e scherzare con la sua coinquilina. Con lei si confida, si confronta e si consiglia, preferisce la sua vicinanza che non quella dei suoi vecchi amici, ama raggiungerla al bar per scambiare due parole, seguire le partite in televisione con lei e condividere ogni piccola cosa. Tayler è un ragazzo bellissimo, leale, onesto e simpatico, ma fin dall’inizio è stato "friendzonato"da Cam. Lei lo  reputa veramente troppo fuori dalla sua portata, perché si bisogna specificare che la nostra eroina non è solo spigliata e simpatica ma è pure una nerd per eccellenza che ama portare mega occhiali anzichè lenti a contattato, non porta vestiti succinti abbinati a tacchi chilometri e non c’è cosa che la rallegri di più che perdersi nel mondo fantastico dei suoi preziosi libri. Cam alla luce di queste evidenze non si ritiene per nulla adatta a colui per il quale desidera solo il meglio.

Al contrario Tayler dentro di sé ha sempre covato un sentimento per lei ben lontano dalla semplice amicizia, un sentimento però che ha sempre accantonato alla luce della convinzione di Cam, secondo la quale sarebbero troppo diversi per innamorarsi, troppo agli antipodi per costruire qualcosa insieme provenienti da due mondi opposti e sicuramente così differenti esteriormente. Tayler però dopo un appuntamento deludente con una donna che sarebbe stata la sua anima gemella su carta capisce che non si può certo comandare al cuore, non può più soffocare l’interesse che prova per Cam, non può più far finta che la situazione non gli stia stretta. Lui vuole ben altro che è una semplice amicizia, ora solo provando a forzare la mano potrà rendersi conto se davvero non c’è nulla da fare, se per lei è quasi come un fratello come si ostina a ripetere o se in verità le basi per un legame più profondo esistono, è pronto a scoprire se anche lei nasconde un coinvolgimento più importante nei suoi confronti,se anche lei si nascondeva dietro a inutili scusanti.

“Avrei fatto qualsiasi cosa per convincerla che con lei avevo intenzioni serie,che per me non si trattava di un sentimento passeggero. Ma sapevo che avrei potuto aiutarla fino a un certo punto. Se non fosse riuscita a togliersi quei pensieri dalla testa,eravamo spacciati”.

Cam adesso messa alle strette è costretta ad ammettere una scomoda verità, una verità che aveva sempre negato pure a se stessa, una verità compromettente che la scombussola e la mette in una posizione complicata: Tayler è ben più di un amico,l’autoconvincimento a cui lei stessa si sottoponeva per non vederlo in un ruolo differente che non quello di semplice amico in verità si basava su fondamenta fittizie e tremolanti, ha sempre cercato di negare l’attrazione e le emozioni che lui le suscitava per non illudersi di poter avere di più da una ragazzo che con una ragazza come lei non aveva nulla in comune, un ragazzo talmente unico che non avrebbe mai potuto permetterselo, un ragazzo di una razza superiore  per nulla adatto a una banale e comune ragazza come lei.

“In quell’istante qualcosa cambiò, e compresi che tenevo a lui in un modo che non ero pronta ad affrontare. Forse per tutto questo tempo avevo cercato di ignorare il fatto che lo desideravo in una maniera che andava oltre le semplici leggi dell’attrazione fisica,consapevole del fatto che non avrebbe mai potuto essere mio”.

Dopo che Tayler però le confessa le sue vere intenzioni come può più fare finta di nulla? 
Sarà finalmente disposta ad ammettere l’ evidenza o continuerà a nascondersi dietro le sue insicurezze?
Cam deciderà finalmente di lasciarsi andare e dare una possibilità al loro rapporto oppure persevererà stoicamente nel rispettare le sue regole indiscutibili? 
Tayler si stuferà di aspettare e stare dietro alle sue paure oppure la convincerà una volta per tutte a provarci?

Cam e una ragazza di 25 anni, ha mille qualità: è buona, sincera, espansiva, fiera, decisa, parla molte lingue, sa cavarsela in ogni situazione, sa cucinare, è allegra e indipendente ma è anche molto testarda, un po "so tutto io", particolare e stramba e spesso un po’ pazza.
Il suo essere saccente però non disturba mai, anzi, la fa apparire davvero adorabile, non ama però avere torto. Durante il racconto si renderà conto dei suoi errori e imparerà la lezione. Questa protagonista, minuscola come una fatina, farà spesso impazzire il lettore, che avrà voglia di scuoterla per farle prendere finalmente una decisione sensata, anche se effettivamente ha tutte le sue valide ragioni per portare una rigida corazza sul petto. Cam durante la sua vita ha avuto poche storie e per questo motivo pensa che con Tayler non potrà mai esserci qualcosa in più, lei inizialmente così sicura la vedremo invece avvinta da mille ansie e dubbi, ha sempre ricercato la felicità altrui contenta di poter assorbire un po’ della gioia delle persone che le stavano accanto. Era la tipica ragazza innamorata dell amore, che per proteggersi da l’ennesimo cuore spezzato aveva deciso di non farsi coinvolgere mia più, ma di fronte al gigante sexy e affascinante di Tayler non può che rimanerne colpita e dovrà decidere se infrangere le regole che l’hanno sempre tenuta a galla.
Cam si fida del suo migliore amico, sa che non le farebbe mai del male volutamente , ma al tempo stesso è fermamente convinta che quel che prova sia momentaneo, e nell’attimo in cui si accorgerà che lei non è come vorrebbe lo perderà per sempre, continuare l’amicizia o la convivenza diventerebbe impensabile.
Tayler in realtà adora tutto ciò che per lei invece è un ostacolo, ama tutte quelle piccole cose che lei ritiene elementi inconciliabili tra loro. 
Leggendo non ho potuto che sospirare di fronte al modo in cui lui la dipinge, così completa nelle sue mancanze, così stupenda nelle sue imperfezioni.

Tayler è un ragazzo perfetto sotto ogni prospettiva, è leale, gentile, genuino, ha un fisico da modello e un sorriso da capogiro. è non solo intelligente ma anche divertente, onesto nel suo mestiere e fedele nelle amicizie. La sua esistenza purtroppo dopo l’infortunio ha subito una brusca inversione di marcia, ha dovuto abbandonare l’idea di un futuro sportivo e si è dovuto reinventare, non ha mai però gettato la spugna, ha cercato di ricavarne il meglio dalla sventura e di focalizzarsi su nuovi obiettivi. In Cam ha trovato un’amica sincera, non interessata alla fama o alla sua posizione, un’amica che lo ha sempre visto e accettato per quello che è, che non ha mai voluto cambiare la sua natura ne’ ricavarne qualcosa. Per lei infatti farebbe di tutto e ora anche se frustrato dalle sue perenni indecisioni è disposto a combattere e lottare per conquistare ciò che desidera. Non può rinunciare in partenza a sentirsi di nuovo vivo e felice come non lo era dal suo doloroso incidente.

“Quel ragazzo sembrava appena uscito da un sogno. Come una fantasia adolescenziale che appiccicheresti sui muri della tua stanza, passando le notti a immaginare il vostro matrimonio spiattellato sulle pagine di Seventeen Magazine. Era così bello che a volte ero tentata di toccarlo solo per assicurarmi che fosse fatto di carne e ossa e non si trattasse di una sorta di androide dall’impeccabile bellezza.”

I personaggi che la Hart descrive sono autentici e vividi, le dinamiche tra loro perfette, per questo è facilissimo immedesimarsi e farsi coinvolgere naturalmente. è proprio questo il bello della storia, è riuscita a renderli umani e per questo è inevitabile sentirli vicini al nostro modo di essere.

La storia che ci racconta questa talentuosa scrittrice è sexy e brillante, un concentrato di dolcezza e humour veramente trascinante. I dialoghi sono costruiti con attenzione, in maniera spontanea, i personaggi si prendono spesso in giro tra loro in modo carino mai volgare o fuori luogo. I momenti intimi sono ugualmente passionali ma caratterizzati da immagini quasi accennate mai troppo spinte.
Ha trovato davvero stimolante il modo in cui narra dell’amore della protagonista per i libri e il mondo della lettura in generale, carinissima proprio per questo l’ambientazione di molte scene nella libreria/pub. Sicuramente anche i temi dell’unione familiare e dei legami di amicizia sono toccati egregiamente.

Personalmente ho trovato però una piccola pecca nell’impalcatura all’apparenza straordinaria di questo romanzo: secondo me la prima parte è eccessivamente prolissa, e parlo da lettrice amante delle descrizioni. Il primo terzo del libro risulta un po’ troppo lento, certamente l’autrice ci fornisce notizie interessanti e fondamentali che avrebbero dovuto essere però diluite nel corso di tutti i capitoli, in questo modo ho avvertito un coinvolgimento solo a partire dalla metà del libro.
Questo comunque sia è solo un piccolo aspetto tra i tanti positivi, non dovete aspettarvi un inizio con il botto ma è ugualmente una lettura piacevole e scorrevole.

In questa commedia romantica che vede fondersi magicamente sport romance e contemporary romance l‘amore è sicuramente uno dei protagonisti principali, è una forza che non segue regole e non guarda in faccia niente e nessuno, ma prosegue imperterrita per la sua strada, ci insegna che spesso siamo noi stessi a porvi dei paletti, a voler vedere delle differenze dove in realtà c’è molto in comune, a vedere un incompatibilità dove invece ci potrebbe essere un’unione magnifica, perché del resto anche la tempesta ha bisogno del suo momento di calma, anche l’arcobaleno per spendere ha bisogno della pioggia e anche l‘amaro può essere mitigato meravigliosamente con il dolce.

È impossibile opporsi a sentimenti ed emozioni vere, costruendoci con le nostre mani un bunker nel quale rifugiarsi non si esclude che si possa soffrire ugualmente per lo sconforto di non aver neppure sfiorato ciò che bramiamo disperatamente. Bisogna lasciarsi andare, abbandonare la postazione di controllo e provare a guardarci anche attraverso lo sguardo sincero di chi ci vuole bene. Spesso proprio loro riescono a vedere al di là dell’apparenza, al di là delle nostre insicurezze  e del nostro istinto di preservazione. Sovente si ha timore di sensazioni talmente sconvolgenti da scuotere corpo, mente ed anima, talmente ingestibili che sfuggono di mano per percorrere impazienti e indisciplinati la loro strada, ma bisogna anche ricordarsi che quel percorso non è detto che porti alla rovina, come per qualsiasi avventura intrapresa non si conosce cosa ci riserverà quel viaggio. Dobbiamo essere preparati davanti agli imprevisti, imparare dai propri errori e saper cogliere il buono di ogni frangente, assorbire il lato positivo in tutte le sue sfumature, solo così potremmo scoprire cosa ci sarà saltando oltre il dirupo, se la fine oppure un nuovo inizio, magari effimero e delicato ma troppo importante per abbandonarsi ad una vita vissuta a metà.


Nessun commento:

Posta un commento