giovedì 19 luglio 2018

Le recensioni di Yaya: "Last night" di Irene Viola


Questa settimana Yaya sta facendo gli straordinari.... nuova recensione per lei: oggi ci parla dell'ultimo romance di Irene Viola... scopriamo insieme cosa ne pensa!


Titolo: Last Night

Autore: Irene Viola

Edizione: self publishing

Prezzo: € 2.99

Genere: romanzo rosa

Data di pubblicazione: 20/02/2018


Sinossi

Affascinante.
Di successo.
Bellissimo.
Sono questi i segni particolari di uno degli avvocati più promettenti di tutta Los Angeles. È spietato nel lavoro e con le donne. Nessuna frequenta il suo letto troppo a lungo.
Julian adora la sua vita e, ancor di più, il sesso senza impegni. È durante di uno di quegli incontri che si ritrova fra i piedi una ragazza che diventerà da subito la sua ossessione.
Alexandra non lo conosce e già lo odia. Julian rappresenta il prototipo di uomo che ha sempre evitato, ma come può tenerlo alla larga se le loro strade si intrecciano in continuazione?
Per entrambi, l’altro diventa una sfida.
Lui vuole portarla a letto.
Lei non vuole cedere.
Nessuno dei due però ha fatto i conti con l’amore.




Recensione

Questo libro mi ha incuriosita dal titolo, Last Night (ultima notte), perché può essere intesa come qualcosa di positivo o di negativo, (ultima notte per dire qualcosa, abbracciare, stringere, chiedere scusa, guardare, amare intensamente qualcuno, e magari rimediare ai torti commessi) così mi sono ritrovata immersa in questa lettura, e ne ho apprezzato i personaggi.

Julian, il classico uomo abituato ad avere tutto, senza aver bisogno di chiedere niente, in gamba nel lavoro, è infatti il miglior avvocato di tutta Los Angeles, bravo e spietato nei rapporti con le donne che usa a suo piacimento senza metterci sentimento. Non ha mai conosciuto l’amore vero e non lo va cercando, fino a quando sulla strada non incontra Alexandra, agente immobiliare, una ragazza dolce, solare e bellissima, ma anche delusa, tradita e arrabbiata con l’amore. A un passo dal matrimonio la sua storia con Greg si è interrotta. È costretta così a lasciarsi tutto alla spalle e ritorna a vivere con Becca, la sua migliore amica, nonché avvocato e collega di Julian.
Perché per quanto una ragazza sia forte, una delusione d’amore può travolgerti e farti diventare un’ altra. Non ti riconosci più e allora che fai?L’amore non è una poltrona comoda su cui sistemarsi.Amare è individuare lo stesso punto nell’orizzonte e non adagiarsi.
Quando i due si incontrano sul portico di casa di Becca tra loro saranno fuoco, fiamme e scintille: Alexandra lo odia, in quanto rappresenta il tipo di uomo da cui stare alla larga.
Eppure davanti ai sentimenti non si ha scampo, davanti all’amore quello che quando arriva ti scombussola, ti disorienta, non si rimane immuni.
Così tra battibecchi, scontri, passione travolgente i due si ritroveranno a dover fare i conti con i propri sentimenti.
Ma cosa succede quando il passato torna a scombussolare tutto quello che con fatica cerchi di rimettere a posto?
Cosa succede, quando alla certezza di una storia finita per una sbandata, ti ritrovi a dover ricominiare di nuovo tutto da capo, con un uomo diverso? Con un uomo che non sa niente dell’amore?
Ma che pian piano è diventato parte di te, che ti ha conquistato e che farebbe di tutto per te….
Cosa si dovrebbe scegliere? La testa o il cuore? Non vi resta che scoprirlo leggendo il libro.
Forse la felicità sta in quello da cui ci siamo sempre tenuti lontano. Che abbiamo sempre scorto con diffidenza senza trovare il coraggio di avvicinarci u po'. È la paura di provare qualcosa che è molto più grande di noi a farci rimanere fermi. Probabilmente si tratta di timore di soffrire meglio ancora crediamo di non meritarlo. Cresciamo con la convinzione che se è troppo bello per essere vero allora non è vero. La felicità spesso è a portata di mano, il problema siamo noi, è la nostra incapacità di volerlo riconoscere.
Questo libro a dispetto di quello che molte dicono per me è stato una boccata di aria fresca, è stato un libro, bello, intenso, dove ancora una volta l’amore quello vero divampa senza chiedere il permesso, permettendo alla me lettrice di sognare e di sperare, che la felicità è qualcosa che si può raggiungere con le persone giuste accanto.
Grazie Irene Viola per avermi fatto emozionare con questa storia per nulla banale o scontata, lasciatevi travolgere da questi personaggi, e dalla loro bellissima storia d’amore.



Nessun commento:

Posta un commento