lunedì 30 luglio 2018

Le recensioni di Viola: "Pardus" di Aurora R. Corsini


Chiudiamo questo lunedì faticosissimo con PARDUS di Aurora R. Corsini, edito Triskell Edizioni.
Viola lo ha letto per voi e ora ce ne parla.

Titolo: Pardus

Autore: Aurora R. Corsini

Edizione: Triskell Edizioni

Genere: m/m paranormal romance fantasy

Data di pubblicazione: 5 agosto 2016

Prezzo: € 3,74 ebook


Sinossi

Rapito e trasformato in un leopardo mannaro contro la sua volontà, Kane è vittima da moltissimi anni delle sevizie di una vampira folle e sadica, finché un gruppo di creature sovrannaturali che dispensano la giustizia dei non-morti, l’Eos, non arriva in città e la uccide. La libertà, però, non cancella i traumi subiti e Kane è spaventato persino dall’attrazione per Mathias, guerriero vampiro dal cuore gentile.
Quando anche una tremenda colpa sorgerà dal passato per dividerli, Kane dovrà lottare contro le proprie paure e contrastare i lupi mannari che vogliono ribellarsi alle leggi dell’Eos per salvare se stesso e il vampiro che ama.

Recensione

Kane è un leopardo mannaro. Prima è stato tradito da chi pensava lo amasse e volesse condividere la propria vita con lui, poi rapito e portato al cospetto di una delle vampire più potenti del mondo sotterraneo ed infine è stato trasformato contro la sua volontà e reso schiavo.
La sua nuova padrona era desiderosa di avere un micio personale da sfoggiare al guinzaglio ai suoi piedi durante le feste organizzate nei sotterranei della sua villa e permettendo tutte le volte ai suoi visitatori di usufruire del suo animaletto di compagnia. Morsi, squarci inferti solo per liberare il sangue e cibarsene meglio. Violenze e abusi di ogni genere fino a portare allo stremo delle forze il povero Kane che soggiogato dal potere mentale della sua Signora è incapace di ribellarsi, consapevole delle conseguenze se solo tentasse di disobbedire.

“Il micio non doveva essere sfregiato, niente di permanete.
Il micio non doveva essere ucciso, niente dissanguamento.
Il micio doveva divertirsi, sempre.
Prima della fine Kane doveva trovare soddisfazione.
La Signora lo imponeva, lo pretendeva, lo bramava.”

Per tutelarsi, in qualche maniera, Kane preferisce mantenere la forma del leopardo per poter guarire più velocemente e per cercare di provare meno dolore.
Ed è ad una di queste feste organizzate dalla sua Signora per accogliere i nuovi visitatori che succede l'impensabile.
I nuovi arrivati sono membri dell'Eos, coloro che sono stati incaricati dai vampiri Anziani di mantenere e rispettare l'ordine e le leggi dei Vampiri, capitanata da quella si scoprirà essere la sorella della Signora della villa, il cui intervento è stato ordinato per fermare e punire la Signora da tutti i suoi reati compreso l'ordine per la trasformazione di Kane contro la sua volontà e per ripristinare di nuovo un ordine anche nei vampiri e nei mannari che Lei avrebbe dovuto monitorare e governare.
Ovviamente ne scaturisce una rapida battaglia tra vampiri e i lupi mannari delle due fazioni, (i lupi mannari sono al servizio dei vampiri per la ronda diurna quando i vampiri cadono nel loro sonno di morte mentre di notte servono a difendere in caso di attacco) ed improvvisamente Kane sente qualcuno avvicinarglisi e provare a parlargli annunciando la sua libertà tagliandogli finalmente il collare.
Kane è incredulo, terrorizzato, talmente pauroso da non avere il coraggio di alzare gli occhi se non per un secondo verso la voce maschile che cerca di parlargli con un tono così gentile da sembrare irreale per le sue orecchie abituate a toni molto più crudeli.
Ma quel secondo in cui il suo sguardo felino si sposta ad incrociare gli occhi di Mathias, il vampiro inginocchiato al suo capezzale, gli è sufficiente per capire che l'uomo dalla mole impressionate con lunghi capelli biondi e gli occhi chiari non ha intenzione di fargli del male.

“Poi girò la testa incontrando per la prima volta gli occhi del vampiro.
Forse il mondo smise di ruotare per un istante, oppure era lui ad aver iniziato a vorticare”

“In un'altra vita , prima di diventare un animale, Kane sarebbe caduto ai piedi di quel vampiro con gioia.
Adesso non aveva nemmeno il coraggio di mostrargli il proprio volto umano”.

Mathias lo scorta nella sua camera dove promette ad un Kane guardingo, malfidente e impaurito di aiutarlo ad affrontare le paure, di proteggerlo.
Ma Kane ha passato troppo tempo ad essere considerato schiavo e gli servirà del tempo per incominciare a non aver paura, a non rifugiarsi in un angolo spalle al muro pronto a proteggersi da chiunque, a non avere incubi che gli ricordassero cosa aveva subito prima dell'arrivo dell'Eos e in particolare di Mathias, sempre pronto a infondergli fiducia a rassicurarlo e provando ad avvicinarsi a lui un gesto alla volta.
Kane e Mathias provano attrazione reciproca ma le paure del leopardo sono difficili da superare. Il vampiro rispetta i suoi tempi, non sforzandolo mai finchè Kane, spinto da un po di coraggio felino e approfittando del momento ideale appoggia le proprie labbra su quelle di Mathias.
Ma c'è un ma. Entrambi hanno un segreto da nascondere e quando si riveleranno reciprocamente ciò che non riuscivano a dire si ritroveranno divisi senza la possibilità di poter chiarire. Già perchè qualcuno non è molto propenso a sottostare ai vampiri, qualcuno non è contento per quel che riguarda il rapporto che si sta creando tra le due creature e proverà a dividerli.
Chissà cosa accadrà..

Devo dire che di solito sono abituata a sentir parlare di lupi mannari e sono stata meravigliosamente colpita dall'idea di inserire un leopardo mannaro. Ho trovato bellissimo il modo di raccontare delicatamente il personaggio di Kane, tanto fragile da suscitare l'istinto di protezione ma ho adorato anche il suo “tirar fuori gli artigli” al momento del bisogno.
Piacevolmente colpita che si parta con una battaglia interna e non  dell'eterna lotta tra mannari e vampiri a presenziare nell'imminenza e che finalmente qualcuno abbia scelto di parlarne scegliendo già le gerarchie delle due fazioni. Mi è piaciuto il modo di fare di Mathias, dall'aspetto che incute timore fino al suo rivelarsi gentile e delicato nei modi di approcciarsi verso Kane.
L'autrice è molto brava a descrivere i sentimenti contrastanti che prova il nostro leopardo e a farle vivere al lettore insieme a lui.
Non vedo l'ora di leggere il resto della saga compreso “tres” capitolo 1.5 da leggere ad un certo punto di Macana.


Nessun commento:

Posta un commento