lunedì 9 luglio 2018

Le recensioni di Maria Rosa: "Oltreterra: la follia umana ultima arma per la sopravvivenza" di Vito Di Paola


Prima di andare a pranzo, tornano Maria Rosa e le sue recensioni nel mondo fantascientifico. Oggi ci parla di un libro pubblicato in self publishing un anno fa da Vito Di Paola... scopriamo cosa ne pensa lei!


Titolo: OltreTerra: la follia umana ultima arma per la sopravvivenza

Autore: Vito Di Paola

Editore: Self publishing

Data di pubblicazione: 14 maggio 2017

Prezzo: 0.99 € ebook


Sinossi

Anno 2174, Stati Uniti d'America.
Sono passati ormai oltre centoquarant'anni dalla guerra nucleare, il territorio è ancora devastato ed avvolto nel gelo e nell'oscurità. Dopo una lunga serie di guerre intestine, il Nuovo Governo guidato dai discendenti dei grandi magnati dell'economia mondiale, sta cercando lentamente di dare ordine e giurisdizione a quel che resta della nazione. Un regime dittatoriale in cui è vietato esprimere le proprie idee, soprattutto per coloro che vivono nelle "Town", città bunker controllate dall'esercito e amministrate dai membri dell'Ordine di OltreTerra: gli Inquisitori.
Ma OltreTerra è anche l'oscuro progetto del Nuovo Governo, il cui mistero alimenta voci e illazioni in ogni villaggio e città della Federazione e che verrà svelato soltanto alla fine della storia.
In questo cupo scenario emerge la figura controversa di Paul, un ragazzo dotato del prezioso dono dell'immunità dalle radiazioni, caratteristica che lo rende resistente, vitale e audace tanto da poter sfidare il regime a viso aperto.
Paul compirà un incredibile viaggio nei territori devastati e desolati degli Stati Uniti alla ricerca della libertà per sé e per tutti i sopravvissuti, vivendo esperienze dense di suspense oltre ogni limite dell'immaginazione.
Ma ad affliggere quel che resta della nazione non sono soltanto i postumi della guerra nucleare e l'oppressivo regime. Negli anfratti più reconditi delle città abbandonate e tra le sterminate lande desertiche, proliferano infatti i "mutanti", esseri deformi e sanguinari. Una spina nel fianco per lo stesso Nuovo Governo e per tutti i sopravvissuti. Riuscirà Paul a portare al termine quella che egli definisce la "Rivoluzione degli Ultimi"?
OltreTerra è un romanzo di ampio respiro, che si colloca nella fantascienza distopica e post apocalittica ma che raccoglie al suo interno tematiche care al genere e problematiche sociali trasfigurate direttamente dalla nostra realtà, che è tornata a rivivere l'incubo dell'olocausto nucleare e lo spettro della guerra globale.
Il romanzo è stato realizzato dopo oltre tre anni di ricerche, grazie alla collaborazione critica del film-maker Eugenio Morina, il vignettista Gabriele Buffoli che ha curato la retrocopertina e gli attori che si sono prestati per la realizzazione della copertina e delle foto inserite all'interno dell'opera.




Recensione

Oggi vi racconto di quello che ci capiterà molto presto se i potenti continuano cosi...
Paul vive in una “Town”, una città protetta e militarizzata dove la popolazione, scampata al disastro nucleare, vive in attesa che il sole ritorni a splendere oltre le nubi tossiche che nascondono il cielo.
La sua vita e' tranquilla, i tempi scanditi, trova anche l'amore in Britney, ma un senso di aspettativa lo muove e, nel momento in cui scopre che Britney viene avvelenata solo per esperimento, decide di fuggire con lei dalla città e di andare nel mondo fuori le mura.

E qui inizia la loro avventura, si perderanno di vista e Paul inizierà la sua vita da ribelle, incontrando sulla sua strada la verità di quello che è successo al pianeta, la fame, la guerra, le radiazioni, le bugie che il nuovo governo usa per indottrinare gli abitanti delle “Town”.
Scoprirà di essere il "Kabladesh", ovvero colui che è stato profetizzato, che porterà la pace e distruggerà "Oltreterra", misterioso progetto del governo.

Oltreterra è un libro di grande speranza, la speranza che ci sarà sempre qualcuno che lotterà per la giustizia e la verità, la speranza che i diversi e gli emarginati possano avere lo stesso una vita.
“Era una bestia sofferente come tutti noi, vittima delle radiazioni, che silenziosamente ti deformano, ti ammalano, ti uccidono o ti rendono inesorabilmente carnefice”
Scritto in un italiano semplice e corretto, con pochissimi errori, la storia è cosi avvincente che ti porta a leggerla tutta in un fiato, molto coerente con la realtà odierna, non ci sono veri momenti di stallo o noiosi, ma ci sono momenti in cui è asettico, con una narrazione fredda dei fatti che accadono, senza che ci sia qualcosa che ti coinvolga veramente. I personaggi sono ben descritti, ma solo nel rapporto con Britney e nel momento del delirio (poco da fare, non vi dirò niente di più, dovrete leggerlo per scoprire cosa intendo) Paul tira fuori quello che ha veramente dentro, il suo lato umano, i sentimenti, se no sembra quasi una macchina, va avanti per la sua strada, la sofferenza non lo blocca, non lo fa' dubitare mai...

Anche i personaggi che circondano Paul come Britney, Mitrov, Aisha, Jay e John sono ben descritti, ma sono poco umani ed è davvero un peccato perché è pieno di belle idee, ben sviluppato e anche molto intrigante e sono anche curiosa di leggere il seguito specialmente se ci fossero più emozioni.


Nessun commento:

Posta un commento