martedì 31 luglio 2018

Le recensioni di Jessica: IL GIOCO DELLA SEDUZIONE di Susan Elizabeth Phillips



Cari Disasters, è un piacere concludere questo luglio con una lettura che ho dovuto rimandare per tantissimo tempo: si tratta del primo libro della serie Chicago Star di Susan Elizabeth Phillips (tutti autoconclusivi), che è anche stato il primo romanzo di questa magnifica autrice che Leggereditore ha portato in Italia. Molti di voi lo avranno già letto, ma per chi ancora non lo conoscesse, ecco i miei buoni motivi per farlo subito! 

Titolo: Il gioco della seduzione

Autore: Susan Elizabeth Phillips

Edizione: Leggereditore

Genere: Sport romance

Prezzo: 4,99 e-book


Sinossi

Quando gli opposti non solo si attraggono, ma diventano inseparabili... Chicago non è pronta per l’affascinante e capricciosa Phoebe Somerville, ma quando il padre le consegna le redini della squadra di football della famiglia, tutti, lei compresa, dovranno ricredersi. Nessuno pensa che Phoebe riuscirà a risollevare le sorti della squadra, né tantomeno a far capitolare Dan Calebow, il fascinoso allenatore... Ma si sa che spesso la prima impressione è quella che inganna. Lavorando fianco a fianco, i due comprenderanno che gli opposti si attraggono irresistibilmente. E che forse vale la pena cogliere le sorprese che l’amore ci riserva, anche se non si è pronti a riceverle...

Recensione

Quando suo padre muore, Phoebe Somerville si convince di essere finalmente libera dai suoi tentativi di controllarla, ma il suo testamento dice l’esatto contrario: la figlia ribelle, che credeva di essere stata diseredata, eredita i Chicago Star, la squadra di football di suo padre… ma solo per pochi mesi, a meno che non vincano il Super Bowl.
A Phoebe non interessa il football, non sa niente di quello sport, se non che suo padre lo amava più di quanto non abbia mai amato lei e la sua sorellastra. Non vuole avere niente a che fare con i Chicago Star, ma Dan Calebow, il loro allenatore, non è disposto a lasciare che lei rovini il suo duro lavoro.
Dan crede che Phoebe sia la classica “bambola” bionda senza cervello, un’irresistibile tentazione dalla quale stare alla larga, soprattutto perché ormai ha trentasette anni e deve metter su famiglia. Come può farlo con una donna capace di sedurre qualsiasi essere di sesso maschile semplicemente respirando? No, lui ha già un divorzio alle spalle e non può permettersi altri errori.
Ma se Phoebe non fosse quella che sembra? Se esercitare il suo potere sugli uomini fosse l’unico modo per nascondere la sua fragilità? Dan saprà vedere oltre la maschera che si è costruita?
Dopo aver letto molti libri autoconclusivi dell’autrice, mi sono decisa a iniziare la serie Chicago Star ed è stata una pessima idea. La peggiore in assoluto, considerando che non avrò il tempo per leggere gli altri libri durante l’estate. Come posso separarmi proprio adesso dai mei adorati giocatori di football? È crudele!
Il gioco della seduzione mi ha fatta ridere, mi ha fatta piangere, mi ha emozionata, come ogni romanzo di Susan. C’è passione, dolcezza, suspense e tanto amore. C’è la famiglia, quella che ti costruisci con le persone che ami davvero. C’è lo sport, che unisce inevitabilmente. C’è semplicemente tutto a iniziare da due personaggi complessi ed estremamente realistici.
Phoebe è una donna bellissima, con l’animo di una ragazzina sovrappeso bullizzata da suo cugino e trattata con disinteresse dal padre. Phoebe è una donna che ha subito violenza e non riesce più a permettere a nessun uomo di avvicinarsi davvero a lei. Si nasconde dietro ai panni della seduttrice per evitare che gli altri vedano la sua fragilità. Tutti, tranne uno.
Dan è ostinato, un ex giocatore professionista che allena una squadra in malora, lasciata nelle grinfie di una donna che non ne capisce niente. Una donna che, deve ammetterlo, riesce piuttosto bene a manipolarlo. Ma non è questo il punto. Dan è abituato agli schemi di gioco, pianifica e sa che è il momento per sposare una ragazza carina e normale e metter su famiglia. Dan sa che Phoebe porterà solo guai ed esce con una maestra d’asilo dolcissima, sempre in soggezione al suo fianco. Eppure il suo pensiero continua a tornare proprio alla "bambola" che credeva di detestare.
Dan sarà colui che ferirà Phoebe più di tutti. Saprà anche farsi perdonare?
Non vi resta che scoprirlo, perché questo è uno dei romanzi che gli amanti del genere non possono assolutamente perdersi.



Nessun commento:

Posta un commento