martedì 3 luglio 2018

Le Recensioni di Ilenia: "Queen" di Meghan March


Ora tocca a Ilenia che ha divorato il libro di Meghan March: ora ce ne parlerà, ma ATTENZIONE! Se non avete letto King, la recensione potrebbe contenere spoiler!


Titolo: Queen

Autore: Meghan March

Editore: SEM

Genere: Dark Romance

Data di uscita: 14 giugno 2018

Prezzo: € 7.99


Sinossi

Io sono la sua distrazione. Il mio corpo è il suo giocattolo. Ho dovuto cedere, non avevo scelta.
Lo odio, mi dico, ma ogni volta che entra da quella porta sento un brivido.
Come posso desiderarlo e detestarlo allo stesso tempo?
Mi sta facendo impazzire.
Non dovevo finire in questo gorgo, dovevo immaginare che Lachlan Mount è un maschio senza regole. Ma non ho nessuna intenzione di arrendermi, non voglio che veda le mie debolezze.
Pagherò il mio debito e manterrò intatto il mio cuore.




Recensione

Ultimo avvertimento. Se non avete letto King, fermatevi!!! Se invece continuate, non prendetevela con me per gli eventuali spoiler!


Alla fine del primo libro, Keira riesce a tornare a casa, a fuggire dal palazzo pieno di tunnel segreti dove era tenuta prigioniera da Lachlan, solo per scoprire un’amara verità: tutto ciò che pensava di sapere fino a quel momento, in realtà, è una bugia. Il suo maritino defunto? Beh… Brett non è tanto defunto! Non solo… cerca di estorcerle altri soldi, da spendere in droga. Ovviamente il nostro Re la trova e la riposta con sé, promettendole di occuparsi lui del marito.

Qualcosa però è cambiato, l’equilibrio labile di prima ora sembra più marcato: finalmente, oserei dire, il Re capisce che se impone regole e basta, non ha speranze di tenere con se Keira. La donna, focosa e ribelle come tanto piace a lui, non ci sta a non avere potere decisionale, soprattutto in quelle piccole cose. Vuole sentirsi libera, pur iniziando a provare qualcosa per Lachlan. Una notte ha segnato la sua vita, un incontro altamente erotico con un uomo misterioso: lei pensava si trattasse di quello che poi diventò il marito, ma invece è sempre stato Lachlan. Capisce, o meglio… finalmente realizza che Lachlan potrà essere severo, rigido, determinato quanto vuole, ma è quello che lei ha sempre sognato, desiderato.

Dentro e fuori dalle lenzuola, Keira adora quando lui si impone, ma senza doverla trattare come un semplice giocattolo. Combatte e si sottomette, resta sé stessa pur cambiando pelle. Keira e Lachlan iniziano a fidarsi l’uno dell’altra, inizia una relazione fatta di piccoli gesti, di un corteggiamento mai pensato o immaginato…. Ma sarà sufficiente per arrivare al lieto fine? E se alla fine restassimo tutte sconvolte dagli avvenimenti? E se lanciamo per la seconda volta il Kindle contro il muro? Purtroppo succederà, ma la fortuna è che “Desire”, terzo e ultimo volume della trilogia, a giorni uscirà negli store! Manca poco ragazze!

Sesso, potere, violenza, ma finalmente anche un romanticismo che parte leggero per poi farci battere il cuore. L’erotismo prepotente ma che riesce a star lontano dalla volgarità, facendo desiderare di provare certe pratiche, certe sensazioni, e non facendoci storcere il naso da quello che si legge. Una suspense sempre crescente, fino ad arrivare al punto di non ritorno, un colpo di scena che ci lascia completamente basiti. Un protagonista maschile cattivo, tanto dark quanto un’anima ferita, un uomo che ha conosciuto tutte le sfumature d’ombra, di dolore, di odio. Capiamo molto di più di Lachlan, ma sappiamo benissimo che ci sta nascondendo ancora qualcosa. Il suo corpo, la sua perversione, il suo erotismo, la sua boccaccia sporca, ci accompagnano nella lettura, ci fanno invidiare Keira; ma anche lei è una protagonista da lode, il suo fuoco dentro non viene spento, nonostante quello che succede Keira continua a combattere, a mostrare di che pasta sia fatta.

Tutto questo è “Queen”, un libro meraviglioso che balza in testa alle trilogie erotiche lette fino ad ora. Una trilogia che stupisce, volume dopo volume, un crescendo di emozioni che tiene il lettore attaccato alle pagine, complice uno stile alquanto duro, crudo ma assolutamente unico.


Nessun commento:

Posta un commento