lunedì 2 luglio 2018

Domino Letterario: "Dirty" di Kylie Scott


Chiudiamo il lunedì con una recensione di Ilenia! Con qualche giorno di ritardo, causa trasloco, ora ci parla della sua pedina di domino letterario: per ricollegarsi alla tappa del blog "Ragazza in rosso", Ilenia ha scelto di parlarci del libro di Kylie Scott, "Dirty", pubblicato da Newton Compton Editori. scopriamo cosa ne pensa!


Titolo: Dirty

Autrice: Kylie Scott

Editore: Newton Compton

Genere: Contemporary romance

Data di uscita: 20 maggio 2018

Prezzo: € 2.99


Sinossi

L’ultima cosa che Vaughan Hewson si sarebbe aspettato di trovare nella casa in cui ha trascorso l’infanzia è una sposina con il cuore spezzato. Nella sua vasca da bagno, per giunta. Lydia Green ha scoperto che l’amore della sua vita l’ha tradita persino alla vigilia delle nozze. E per giunta con il testimone. Il colpo di grazia, per lei. E così è scappata e si è nascosta in quella casa, troppo sconvolta per pensare a cosa avrebbe fatto nel caso in cui fosse tornato il proprietario. Vaughan è l’esatto opposto dell’uomo perfetto e rispettabile con il quale Lydia stava per sposarsi. È un musicista ma si mantiene con un lavoretto in un bar che gli consente a stento di sbarcare il lunario. Eppure, fidarsi delle apparenze non ha portato Lydia a trovare la felicità… Tutt’altro. Forse, allora, è il caso di cominciare a prendere decisioni col cuore invece che con il cervello. E finalmente, a lasciarsi un po’ andare…




Recensione

Cosa fai quando scopri, pochi istanti prima di sposarti, che quello che consideri l’amore della tua vita ti tradisce da tempo con il suo testimone, nonché migliore amico? Lydia era pronta a dire Sì, lo voglio, a iniziare una vita con l’uomo che pensava di amare ma che soprattutto poteva regalargli la vita che sognava… quando scopre i tradimenti, quando capisce di essere solo una copertura, raccoglie lo strascico del vestito e inizia a correre, a scappare lontano da tutti. La invidio, corre, scavalca muretti, con un’agilità che io mi potevo scordare il giorno del mio matrimonio!

Si rifugia nella casa vicina, che sembra abbandonata, per piangersi addosso: deve ripartire da zero, anche perché si ritrova sola in una città lontana dagli affetti. Il suo piano per il futuro è sbriciolato, così si ritrova spiazzata. Tutto quello che possiede è il vestito che indossa. Non si aspetta di essere scoperta nella vasca da bagno dal proprietario tenebroso di casa, Vaughan.

Vaughan è un uomo che soffre, che lotta ogni singolo giorno. È circondato da fantasmi, dalle scelte sbagliate fatte in passato ma che condizionano il presente e il futuro. La sua band si è sciolta, lui non riesce a mantenersi solo con la musica. Quando vede quella nuvola bianca nella vasca da bagno sente qualcosa, un filo indistruttibile che lo lega a lei, anche se non la conosce: sente il dolore di lei, lo riconosce simile al suo. Inizia lì, in bagno, la loro relazione, fatta di tensione sessuale, battute, amicizia.

Hanno bisogno di imparare l’uno dall’altra, a vivere più alla giornata (Lei) e a programmare qualcosa (Lui). Hanno bisogno di lasciar libero il cuore, di amare e di soffrire, di sbagliare, ma di vivere a pieno questa vita. Si ritrovano a essere uniti dal primo sguardo, dalla prima parola, anche se la nudità di Vaughan possa aver accelerato la tensione sessuale… dopotutto, grande e grosso e davanti alla faccia!!! Si aiutano, entrambi con un piano: mettersi in sesto e lasciarsi la città alle spalle. Lavorano insieme al Dive Bar, locale della sorella di Vaughan, e vengono invischiati nelle storie degli altri. Ma cosa succederà quando la data di scadenza che si sono dati si avvicinerà? E se uno dei due non vuole lasciare andare l’altro?

Un romanzo divertente, ironico, fresco e anche romantico: non ci sono grandi colpi di scena, non ci sono scene erotiche da Kamasutra e manuale con le istruzioni, ma ci sono due protagonisti veri, due persone che soffrono, che si trovano in una sorta di purgatorio e non sanno quale strada prendere. L’autrice, a mio avviso, ha cercato di puntare su questo fatto realistico, a costo di essere veloce, rapida con le tempistiche: in pochissimo tempo i due protagonisti diventano una cosa sola, non facendo gustare fino in fondo la complessità meravigliosa di questo rapporto, del loro affiatamento, del loro essere uguali e diversi allo stesso tempo. Sicuramente è un libro adatto a questa calda estate, ma non entra tra gli indimenticabili.


Nessun commento:

Posta un commento