mercoledì 20 giugno 2018

Review Party: "I segreti di Chicory Lane" di Raymond Benson


Partiamo con un raview party! Stefania ha letto I SEGRETI DI CHICORY LANE di Raymond Benson, edito Leone Editore. Vediamo come ha trovato la lettura…

Titolo: I segreti di Chicory Lane

Autore: Raymond Benson

Editore: Leone Editore

Collana: Misteria

Data di pubblicazione: 31 maggio 2018

Prezzo: 14.90 € cartaceo


Sinossi

DA UN AUTORE BESTSELLER NEGLI USA UN ROMANZO A TINTE DARK CHE INDAGA LE ORIGINI DEL MALE. COME NASCE UN ASSASSINO?

Continuammo a guardare quel grandioso spettacolo nel cielo, ma la mamma era ancora irrequieta. Dopo cinque, dieci minuti, non ce la fece più e tornò in casa per controllare mio fratello. Un urlo da raggelare il sangue nelle vene scosse le fondamenta della casa. Io e il papà ci guardammo negli occhi e volammo dentro. Mia mamma aveva la schiena appoggiata al muro della cameretta, le mani sulla bocca e gli occhi spalancati per il terrore. Indicò la culla. Era vuota. 

Shelby Truman, scrittrice di grande successo, riceve una telefonata da parte dell’avvocato Crane: il suo amico d’infanzia ed ex fidanzato Eddie Newcott ha chiesto di vederla un’ultima volta prima di essere giustiziato per l’omicidio della moglie e del figlio che portava in grembo. Shelby accetta di incontrarlo, e nel corso del viaggio da Chicago al Texas ricorda il proprio passato, segnato dal rapporto difficile ma appassionato con l’affascinante e tormentato ragazzo della casa di fronte. Come ha fatto Eddie Newcott a diventare un assassino?


Recensione


“Eddie desidera che lei questa settimana lo passi a trovare. Sostiene che ha qualcosa di importante da riferirle”.

Shelby Truman, scrittrice sessantenne, è a casa sua quando riceve una lettera da parte diell’Avvocato  Robert Crane.  Una richiesta che la lascia di stucco. Il mittente di questa richiesta è Eddie Newcott, amico d’infanzia e per molto tempo anche amante. Eddie sta per essere giustiziato per il crimine commesso anni prima. Ha ucciso la sua compagna e il bambino che aspettava.
Shelby non lo vede da ancora prima che commettesse il fatto e non è del tutto sicura se andare a fargli visita o meno. Cosa vorrà mai da lei? Perché ora e non quando lei si è proposta di aiutarlo?
L’unica cosa giusta da fare è raggiungerlo nel braccio della morte e dargli l’ultimo saluto. Ultimo perché , nonostante le svariate richieste di grazia lanciate dal suo difensore, si è certi che nessuno potrà salvare Eddie dal suo destino.
È così che inizia il viaggio che da Chicago la porta dalla persona che nonostante il tempo non ha mai dimenticato. Eddie è sempre stato una presenza fissa della sua esistenza anche quando erano lontani. Un rapporto che come lei racconterà inizia in tenera età e prosegue ad intermittenza per gran parte della sua vita.
Durante il percorso Shelby sviscera ogni più piccolo ricordo che la lega all’uomo mostrandoci i suoi sentimenti e le sue impressioni del rapporto che istaura con Eddie e non solo. Ci viene presentato un ragazzino che da piccolo ha subito traumi familiari importanti che compromettono la sua stabilità psicofisica. E con il tempo la situazione si aggrava sempre di più senza che nessuno possa aiutarlo in modo concreto non perché non si vuole ma perché è lui stesso a non voler essere aiutato.  Ma la stessa Shelby ci parla del suo rapporto conflittuale con la famiglia e ciò che le ha provocato tanto da non voler più mettere piede a Limite.
I ragazzi abitavano nella stessa via, Chicory Lane, che nel corso del tempo è protagonista di tanti eventi drammatici per entrambi.

“Accaddero cose bruttissime a Chicory Lane, la via in cui abitavo da piccola. Credo sul serio che nell’estate del 1966 il Male – quello con la M maiuscola – abbia visitato il mio quartiere.
…cominciò a distruggere vite e seminare miseria. Alla fine colpì moltissimi di noi. Triste a dirsi, ma credo che abbia provocato la maggior parte dei danni a Eddi Newcott, il ragazzo che abitava dall’altra parte della strada.”

Eventi sempre più sconvolgenti che si concludono con il più devastante dei crimini e Eddie incriminato.

“Eddie il Cattivo. Il rito macabro del satanista. Sospetto afferma di essere il diavolo. Eddie è il Cattivo oggi va a processo. Eddie il Cattivo dichiarato colpevole!”

Per Shelby non è facile ripensare ai tanti avvenimenti brutti del suo passato. Ognuno di loro vede presente Eddie per un motivo o per un altro. Eddie era suo amico, con lui ha provato emozioni nuove e il legame con lui è sempre stato stretto.
Per tutti Eddie è problematico, strano. Per Shelby no. Per lei Eddie è la persona più buona e gentile al mondo.
Cosa succederà durante il colloquio con l’uomo che ancora ora, dopo anni e dopo un feroce omicidio, non ha mai smesso di difendere e proteggere?

Disaster che lettura sconvolgente. Sono rimasta più volte impietrita di fronte alle parole lette.  La narrazione è ricca di dettagli, dai più leggeri e futili ai più raccapriccianti.
Il personaggio di Eddie è veramente analizzato in modo magistrale. L’autore è stato eccellente nel presentarci un uomo problematico. Una descrizione che è frutto sicuramente di studi approfonditi sui disturbi psichici che colpiscono la mente umana senza possibilità di salvarsi. Eddie ripete spesso di saper collocare la fonte del Male che lo ha risucchiato nel suo vortice di violenza. Scopriamo tantissimo di Eddie e il cambiamento che avviene in lui è tangibile. Ad ogni processo si aggiungono particolari e chi lo difende è determinato a farlo riconoscere instabile mentalmente senza successo perché, credetemi, Eddie è veramente Cattivo.
E Shelby? Continuerà a difendere il bambino, il ragazzo e l’uomo che non ha mai smesso di amare segretamente?

Un libro che affronta di tanti temi con attenzione, familiari soprattutto. Una lettura sicuramente non leggera che richiede concentrazione e memoria. Una lettura che consiglio a chi ama il genere e non si scandalizza facilmente. Un libro che da i brividi, mette ansia, ma veramente coinvolgente.  Disaster, forza e coraggio, Chicory Lane, la via maledetta, aspetta voi!



Nessun commento:

Posta un commento