giovedì 28 giugno 2018

Review party: "Dammi mille baci" di Tallie Cole


Finiamo la giornata con un review party. La nostra Serena ha letto DAMMI MILLE BACI di Tillie Cole e ora vediamo cosa ne pensa!

Titolo: Dammi mille baci

Autore: 
Tillie Cole

Editore: Always Publishing

Collana: Always Romance

Data di pubblicazione: 21 Giugno 2018, ediz. ebook

28 Giugno 2018 , ediz. cartacea

Prezzo: 13,90 € ed. cartacea - 5,99 € ed. digitale


Sinossi

Un ragazzo. Una ragazza.
Un legame creato in un istante e custodito per un decennio.
Un amicizia che né il tempo né la distanza possono spezzare.
Un amore che durerà oltre il destino.
Poppy Litchfield ha solo nove anni quando si lancia nell’avventura più grande della sua vita, collezionare mille baci capaci di farle scoppiare il cuore. Il suo vicino di casa e migliore amico è il perfetto compagno per quest’avventura.
Poppy ha tutto quello che potrebbe desiderare: gioia, risate, baci da togliere il fiato, e il vero amore.
Ma crescere è difficile e l’amore può non essere in grado di superare tutti gli ostacoli...
Quando il diciassettenne Rune Kristiansen torna nella tranquilla cittadina della Georgia in cui ha abitato da bambino, ha in mente solo una cosa.
Scoprire il motivo che ha spinto la sua inseparabile amica d’infanzia a escluderlo dalla sua vita senza una parola di spiegazione.
Ma il suo cuore potrebbe rompersi di nuovo...
Un bacio dura un attimo.
Ma mille baci possono durare un’eternità.

Recensione

Questa recensione sarà un po’ diversa dalle mie solite: il motivo è semplice, non posso rivelarvi molto sulla trama di questo libro poiché, se vi confidassi la causa scatenante che guiderà tutti gli eventi, sarebbe uno spoiler gigantesco. Quel particolare che non vi posso confidare vi porterebbe ad immaginare tutto, conducendovi a conclusioni affrettate, togliendovi il piacere della lettura e soprattutto vi impedirebbe di assimilare pienamente le sensazioni dirompenti che solo un romanzo simile può regalare, emozioni che pian piano durante la lettura scorrono nelle vene e come una droga saranno si devastanti ma vi spingeranno a volerne sempre di più.

"Dammi mille baci"è uno young adult in piena regola, i protagonisti hanno infatti 17 anni; tuttavia è una storia che, in realtà, potrebbe essere vissuta in qualsiasi stadio della vita, tempo e spazio. E' una storia universale, sempre valida, non ha confini ne’ limitazioni, può essere letta proprio per questo non solo da giovani adolescenti ma il target di lettori a cui si indirizza è vastissimo, non ha barriere di età. La stessa categoria a cui appartiene  non deve condizionare, certo è un romance e pure dei piu struggenti... parla d’amore, ma in realtà è solo il mezzo per illustrare un messaggio superiore, più vasto, profondo e imperscrutabile.
Tillie Cole ci racconta il legame indivisibile ed eterno di Poppy ed il suo Rune, di Poppymin e il Vichingo, della dolce violoncellista e l’oscuro norvegese. In qualunque modo vogliate chiamare questi ragazzi la cosa certa è che l’autrice ci parla di un Amore con la A maiuscola, di un sentimento impareggiabile, di due anime gemelle indivisibili non due semplici metà ma la personificazione del non plus ultra del romanticismo.


Sono migliori amici, compagni di classe, vicini di casa e fidanzati, si conoscono da quando avevano 5 anni. Rune dalla fredda e lontana Oslo in Norvegia si trasferì in Georgia dove incontrò per la prima volta Poppy, lui così schivo e solitario non seppe resistere all’allegria di quella vivace bambina che in modo naturale e trascinante gli rubò, scherzando, la promessa di essere per sempre migliori amici, di condividere tutto e sostenersi in ogni cosa. Da quel momento furono inseparabili, uniti, legati da un amicizia senza eguali. All’
età di 8 anni quel semplice legame, quasi fraterno, fiorì in qualcosa di più importante.Un giorno che sembrava in realtà una semplice giornata come molte altre cambiò il loro destino in modo irreversibile. Sulla base di una circostanza davvero sofferente per la piccola Poppy il destino aveva intessuto in verità un disegno più grande. Proprio in concomitanza con la morte della sua adorata nonna nasceva il frutto di quel seme piantato ben 3 anni prima quando gli occhi di quei due innocenti bambini si fusero con uno sguardo. Per lei la sua amata nonna era tutto, un punto fermo, una confidente, una migliore amica, una compagna di giochi, un porto sicuro dove rifugiarsi, una persona con cui condividere, imparare e crescere. Purtroppo all’improvviso questa sicurezza le viene a mancare ma prima di lasciarla le fa dono di un ultimo regalo, un vasetto pieno di bigliettini rosa a forma di cuore, simbolo per lei dell’inzio di una nuova avventura. La nonna le lascia il compito di annotare su quei foglietti i dettagli dei mille baci più significativi che riceverà durante la sua vita, Come per lei il ricordo più prezioso furono i momenti passati con il nonno vuole che la sua amata nipotina conservi per sempre quegli attimi che suggelleranno l’amore con il ragazzo del suoi sogni,  colui che le farà esplodere il cuore nel petto ogni volta con un solo gesto, allora potrà inziare a conservare gelosamente l’immagine e la sensazione di quei baci.
Quando Poppy confida tutto al suo amichetto, lui non vuole e non può sentire ragioni, è impensabile che lei lo faccia con qualcuno che non sia lui. Improvvisamente con un bacio, il primo dei mille da collezionare, imprime un suggello incancellabile sul loro cuore. Questo sarà solo l’inzio del loro percorso. Qui, all’età di soli 8 anni, nasce la loro storia d’amore. Durante gli anni cresceranno, matureranno, cambieranno, faranno mille esperienze, conoscenze, condivideranno tutto nel bene e nel male ma sopratutto diventeranno l’unica ragione di vita dell’altro. Quasi come un’unica persona arriveranno all’età di 15 anni senza essersi mai divisi. Portatori di un sentimento sconfinato vivono luno per l’altra. Non esiste nessun altro, sbandate adolescenziali, avventure di una notte, per loro non sono neppure da prendere in considerazione. Sanno che il loro amore è l’unica cosa che conta, ogni giorno si amano sempre un pò più del precedente se possibile. Come si ripetono spesso saranno legati all’infinito sempre e per sempre, non esistono l’uno senza l’altro in modo completo. Seppur così giovani hanno trovato la parte mancante della loro anima e non possono più lasciarla andare.

“Era per questo che lei era il mio tutto. Il mio sempre e per sempre. Perchè lei era unica. Unica in una città piena di bamboline in copia carbone. Non voleva fare la cheerleader,sparlare o andare dietro ai ragazzi. Lei sapeva che aveva me,proprio quanto io avevo lei.”

Cosa può rompere quest’iddilio? Chi avrà il coraggio di dividere ciò che il destino ha deciso di unire?Il fato avverso in un soffio, proprio come una folata di vento impetuosa  porta via le foglie secche, ha spazzato lontano tutte le loro certezze. Rune deve tornare ad Oslo per qualche anno. A causa del lavoro del padre si devono allontanare, un incubo strisciante ed oscuro incombe sulla loro felicità, saranno abbastanza forti da resistere alla lontananza? Il loro amore sarà così solido come sembra?
Rune parte con il cuore spezzato, lascia la sua piccola triste e sola, ma non sono disposti a rinunciare a qualcosa di così meraviglioso, si promettono di sentirsi tutti i giorni, di rimanere in contatto, di aspettarsi sempre e comunque e sopratutto si permettono di rimanere fedeli. Nessuno bacerà le loro labbra se non l’altro, nessuno leggerà le parole dettate dal loro cuore, nessuno potrà mai sostituire l’ altro.


“Il mio cuore si chiuse in una morsa.Avevo visto Poppy ogni giorno,da quando avevo 5 anni.Dormito accanto a lei quasi ogni notte,da quando avevo 12 anni.L’avevo baciata tutti i giorni da quando avevo 8 anni,e l’avevo amata con tutto ciò che avevo da così tanti giorni che avevo smesso di contarli.Non avevo idea di come vivere un solo giorno senza leiaccanto a me.”

I primi mesi le cose sembrano procedere per il meglio finché Poppy magicamente senza nessun motivo sparisce, non si fa più sentire, cambia città, si allontana e lascia così un vuoto incolmabile nel cuore di Rune. Lui non può credere a tutto ciò, cerca in tutti i modi di venire a conoscenza dei fatti, di trovarla ma ciò non succede, prova a dimenticarla, la rabbia lo acceca, Diventa un ragazzo problematico, misterioso, fuma, beve, fa di tutto per annullarsi, per spegnere quell’incendio di rancore che divampa nel suo profondo, lì oscurità prende il sopravvento e soffoca la luce che solo la sua piccola sapeva donargli.


“Ho lasciato che il dolore si appropriasse di me fino a che non è rimasto più niente del vecchio Rune.Perchè non potevo guardarmin allo specchio un giorno di più,non potevo più vestire i panni di quel Rune un maledetto giorno di più.Perchè quello era il Rune che aveva te.”

A 17 anni quando tutto sembrava stabile, ancora una volta le loro strade si incroceranno, il loro percorso li porterà a scontrarsi, faccia a faccia dovranno confrontarsi. Poppy gli sfugge,il ritorno di Rune riporta in superficie un sentimento mai dimenticato,che ha cercato di sotterrare senza successo,ma non lo riconosce più,chi è questo ragazzo così tenebroso,negativo  e arrabbiato con il mondo? Dove è finito il suo Rune?
Rune vuole delle motivazioni,perché colei a cui aveva donato la sua anima l’ha gettata e calpestata senza riguardo? Dove è finita la ragazza che lo amava fino all'impossibile? Come ha potuto fargli questo?
Rune avrà finalmente le sue risposte, ma non è certo ciò a cui era preparato. Non avrebbe mai sospettato che il suo cuore già ridotto in mille pezzi potesse essere disintegrato definitivamente, lasciandolo agonizzante in balia di un dolore insopportabile, di una tristezza soffocante e di un impotenza disarmante.


Ora mi devo obbligatoriamente fermare. Se anche voi come Rune volete dare soluzioni a questi interrogativi dovete solo mettervi comodi ed iniziare la lettura di questo capolavoro.
Il personaggio di Poppy forse è quello un più stereotipato ma così deve essere. Appare sempre vivace,felice,spensierata,vede il mondo in un modo tutto suo,ogni attimo per lei è degno di essere vissuto neppure un secondo va sprecato. E' una ragazza che ama la musica a cui dedica tutta se stessa. Il violoncello è per lei un’ estensione,il mezzo per trasmettere al mando ciò che prova,occhi verdi enormi e limpidi,fiocchi bianchi nei capelli,questa è lei semplice,pura e vera.
Al contrario Rune sembra imperfetto,sempre ombroso,chiuso,scostante,il dolore per la perdita di Poppy l’ ha cambiato. Prima viveva per la fotografia, con la sua macchina fotografica riusciva ad immortalare ogni momento importante grazie a un quell’ arte che per lui era ossigeno,senza la sua guida,il male ha vinto,quella sua aria caratteristica un po misteriosa che solo lei sapeva controllare,prende il sopravvento,distrugge la sua gioia di vivere.
Rune, alto, biondo, capelli lunghi selvaggi,occhi azzurri accecanti è un vichingo a tutti gli effetti,un giovane Thor che emana forza e distruzione. Lei è così intrepida, coraggiosa, tenace, l'unica che riesce a vedere la natura autentica di quell’ angelo nero. inevitabilmente i loro cuori si parlano,cantano una canzone che solo l’ altro sa ascoltare,lei è e sarà sempre Poppymin,cioè la sua Poppy.

Dopo aver chiuso il kindle mi ritrovo qui ad ascoltare a ripetizione la colonna sonora della loro storia,che sembra essere stata scritta apposta per loro,già mi mancano,non riesco ancora a lasciarli andare,forse per paura di non riprovare emozini cosi forti,ho aspettato questo libro per ben due anni,ma mai avrei pensato superasse in modo esponenziale le mie aspettative,non è solo una storia d’ amore,è un romanzo che insegna tantissimo,porta a riflettere su tematiche vere,attuali e crude,dure e delicate ci mostra la vita nelle sue infinite sfaccettature,contraddizioni,gioie e dolori.
La scrittrice parte da un cliché per rivisitarlo al meglio,importantissimi il tema della  famiglia,gli scontri con i genitori e la ribellione al dolore cocente.


Dolcissima la figura della nonna,carinissimo il mini Rune,cioè Alton il suo fratellino,le sorelle super affiatate di Poppy,gli amici sempre presenti, tutto ciò insieme agli scenari spettacolari della spiaggia,al paesaggio del frutteto in fiore,alla delicatezza sprigionatesi dai petali dei ciliegi fioriti vanno a comporre quella girandola variopinta di mille emozioni che sono l’ essenza di questa narrazione che sembra svilupparsi quasi in un ambiente bucolico.

La scrittura della Cole è molto semplice,ma fatta di immagini,come le fotografie di Rune sembra fissare delle diapositive che continuano a fluttuare nella mente del lettore,usa la penna come un pennello per delineare i tratti di un amore epico,senza paragoni,quell’ amore che è talmente grande che fa male perché se l’ altro è lontano si soffre,se l altro prova dolore si soffre il doppio,quell’ amore dove ogni pensiero,gesto o azione è in funzione dell’ altro,ma un amore che vale la pena di essere vissuto,perché la perdita porta solo un vuoto incolmabile anche se fosse per un breve attimo vale una vita intera,come le cose più belle,è fragile e fugace ma proprio per questo speciale. In realtà sembra racconti un sogno,un amore talmente surreale che impossibile credere esista, ma la scrittrice grazie alla sua innata bravura riesce a convincerti che non è impossibile,che il sentimento è la ragione di tutto,ci dona la speranza che al mondo possa esistere qualcosa di così bello e prezioso,ogni bacio che ci descrive è diverso,unico e raro,ogni bacio sancisce il loro amore,lo rimarca,lo ribadisce,lo ravviva  e lo intensifica.


Spero davvero arrivi altro di quest’ autrice in Italia perché non vi ho trovato neppure un minimo difetto,già dal secondo capitolo avevo gli occhi a cuoricino,ho sottolineato tantissime citazioni,e ve lo confesso non ho mai pianto così tanto per un libro,spesso ho dovuto interrompere la lettura perché ero senza fiato,sentivo la gola serrata,annegavo nelle lacrime e annaspavo,potrò sembravi esagerata ma vi assicuro che trovare uno scritto che mi commuovi purtroppo è difficilissimo,questo libro mi ha distrutto,lo sento mio perché il mio cuore si è aperto per far fluire al suo interno mille emozioni,per poi cicatrizzarsi e non farle più uscire,ad ogni pagina pensavo che ormai il meglio era stato detto invece mi dovevo ricredere,il finale è magnifico ma amaro da digerire però inaspettatamente l’ epilogo è stato ancora meglio,una conclusione originale ed innovativa che mi ha spiazzato.

D’ ora in avanti ogni libro dovrà competere con questo,ha scatenato una tempesta di sensazioni sferzanti come una pioggia che batteva all’ impazzata sul mio cuore e pian  piano è penetrata in profondità,non so se sono riuscita a trasmettervi anche solo un minimo ciò che ho provato perché è del tutto ineffabile,se non siete ancora convinti vi posso consigliare di non avere paura di soffrire perché è un dolore che rende vivi,ogni bacio l’ ho sentito sulle labbra,ogni carezza sulla pelle e ogni dolore nel petto.Ora vorrei leggerlo di nuovo senza sosta,crogiolarmi nei miei pensieri,vorrei parlarne per ore e ore mi ha reso vulnerabile ed esposta,aprendovi con voi tutto ciò che è stato inciso dentro me è risalito a galla e non mi abbandonerà per un bel po’.
Questo romanzo  è indimenticabile,citando la nostra Poppy:
"così speciale come solo le cose speciali possono essere".



Nessun commento:

Posta un commento