lunedì 11 giugno 2018

Le recensioni di Viola: "Indelebile" di Rebecca Smith


Torniamo con la recensione di un romance uscito poco tempo fa. Vediamo come ha trovato Viola, INDELEBILE, scritto da Rebecca Smith e edito Butterfly Edizioni

Titolo: Indelebile

Autore: Rebecca Smith

Editore: Butterfly Edizioni

Genere: Romance

Collana: Digital Emotions

Data di pubblicazione: 18 aprile 2018

Prezzo: 1,99 € [l'ebook resterà in offerta a 0,99 € fino alla fine di aprile]


Sinossi


Gilbert sa che l'amore per la sua amica d'infanzia è irruente, violento, passionale, imprevedibile, dolce, beatitudine e dannazione al contempo. Ma quando ritorna nella sua città è convinto che il suo tormento interiore sia ormai finito, che la vista della bellissima Margot non gli procuri nessuna emozione. È stato mandato via ingiustamente, accusato di colpe non sue e la sua amica del cuore, la ragazza che avrebbe voluto al proprio fianco per sempre, si sta per sposare. Non dovrebbe volerla, dovrebbe soltanto odiarla e tenerla lontano da sé. Invece, quando i loro occhi si incrociano, il passato torna prepotente a ricordare loro quando indelebile sia il sentimento che provano. A distanza di anni, lei è ancora in grado di fargli ardere il cuore e, anche se si tratta di un amore malato che va dimenticato, una volta di nuovo vicini non riescono a fare a meno l'uno dell'altra e a volersi più di prima.


Recensione

Indelebile è l'amore che Gilbert prova per l'unica donna che abbia mai amato in tutta la sua vita, ma al tempo stesso è un amore impossibile da recuperare dopo che lui è stato obbligato a volare oltreoceano per allontanarsi da Londra, e da lei, che  ha scelto di vivere la propria vita al fianco di un altro uomo...
Se solo Lei avesse scelto un uomo diverso, un altro qualsiasi, Gil le avrebbe provate tutte pur di riprendersi l'unica donna che gli faccia battere forte il cuore e al tempo stesso fargliene perdere i battiti. Ma non può e non vuole che l'altro soffra, che scopra cosa c'è stato prima della sua partenza e cosa lo lega ancora a Margot, nonostante la sua prolungata assenza.
Mi trovo in un limbo: a un passo da me beatitudine e dannazione,
ma a quale delle due cedere?
Forse sarebbe più semplice continuare a vivere questa farsa nella speranza che magari, un giorno, il tempo lenisca ogni ferita e che questo sentimento cada come pioggia in mare, permettendo che ogni singola goccia di ciò che provo venga fagocitata e sparisca per non lasciare traccia.
Sento le cicatrici tirare, persino il cuore mi rema contro e mi rammenta che quest'amore è talmente totalizzante che, se credo di potermene liberare, sono solo un cretino oltre che un povero illuso, anche indegno di poterlo provare e vivere un sentimento così profondo.
E l'unico modo di smettere di soffrire è scappare, allontanarsi ancora una volta da tutti e da tutto quello che gli ricordi cosa non può più avere.
Il destino col tempo li farà incontrare di nuovo e dovranno entrambi scegliere: rinnegare ancora quell'amore o finalmente lottare e pagarne le conseguenze per vivere la felicità di entrambi?
Lei risveglia in me qualcosa che non credevo più esserci,
riporta i colori in quelle tenebre che a lungo hanno albergato nel mio cuore, mi fa sentire vivo, speciale, e mi fa guardare alla vita come a un dono magico e prezioso che non va sprecato.
Il libro è di lettura scorrevole, veloce e piacevole, l'autrice sceglie di parlare in prima persona attraverso il protagonista maschile e devo dire che non mi è dispiaciuto affatto.
Scorrendo le pagine si vivono i pensieri, i dubbi se agire o lasciare le cose come stanno, la necessità fisica di stare accanto alla donna che si ama, ma al tempo stesso la consapevolezza dell'impossibilità di poterlo fare di Gil e pian piano si scopre soprattutto il perchè del suo trattenersi.
Pensavo di trovarmi di fronte ad un libro con carenze descrittive avendo non tantissime pagine invece c'è tutto quello che serve in un buon libro.
Leggerò sicuramente altro della stessa autrice.


Nessun commento:

Posta un commento