mercoledì 20 giugno 2018

Le recensioni di Viola: "The golden boy" di Elisa Gioia


Ed ora tocca alla nostra Viola parlarci dell'ultimo romance targato Elisa Gioia! Ecco a voi la sua opinione su THE GOLDEN BOY, primo capitolo della The broken strars series...


Titolo: The Golden Boy

Serie: The Broken Stars Serie Vol. 1

Autore: Elisa Gioia

Editore: Self publishing

Genere: Contemporary Romance

Data di pubblicazione: 27 gennaio 2018

Prezzo: € 2,99 ebook, € 13,90 cartaceo


Sinossi

“Mi ci era voluto solo un secondo per notarlo. Mi era bastato meno di un mese per innamorarmi di lui.”

Lo chiamano The Golden Boy per un motivo.
Chad Hart, divo di Hollywood del momento, è amato dalle donne, rincorso dai paparazzi e richiesto dai migliori registi.
Summer Davis è una semplice ragazza che cerca di sopravvivere nella giungla di New York, tra le lezioni alla Tisch e i turni di lavoro come cameriera e dog-sitter.
Due vite agli antipodi, ma solo in apparenza.
Mentre i giornalisti gli danno la caccia, Chad cerca di combattere i demoni del suo passato lontano dai riflettori, finché Summer non irrompe nella sua vita. Lei ha imparato fin da piccola che l’amore porta solo dolore, è meglio difendere il cuore dietro a una corazza e una lingua tagliente, che permettere a qualcuno di avvicinarsi e correre il rischio di soffrire di nuovo.
Doveva essere un semplice incontro, invece è cambiato tutto…
Summer credeva di essere solo una comparsa nella vita del ragazzo d’oro di Hollywood, invece si ritrova catapultata al centro della scena. Nonostante il passato misterioso di Chad e le sue storie che riempiono i tabloid, Summer si sente comunque attratta da lui, bello e dannato e con il viso da angelo vendicatore.
Solo che Chad non è previsto nei suoi piani. Ma nemmeno innamorarsi di lui.
I destini di entrambi sono però legati più di quanto pensino e ora è tutto nelle loro mani: permettere ancora una volta al passato di negargli un futuro o salire al centro del palco, lasciar cadere tutte le maschere e ricordare come si fa ad amare.

The Golden Boy è un romanzo che racconta come un semplice incontro possa cambiare ogni cosa, un imprevisto rivelarsi l’occasione di una vita.




Recensione

Chad Hart ha venticinque anni. Ha i genitori inseriti nel mondo della politica. E' un gran bel ragazzo di quasi due metri ed è sulla cresta dell'onda dei riflettori di Hollywood fin dall'età di sette anni. E' un attore talmente bravo da essersi guadagnato l'appellativo di "the golden boy" , il ragazzo d'oro.  Ovviamente ha "quasi" tutte le le donne pronte a gettarsi ai suoi piedi pur di stare con lui anche solo una notte o pur di essere visti insieme e odia tutte le domande che vadano a toccare la sua vita privata. Ma si sa, non è tutto oro quello che luccica e di fatto Chad ha un rovescio della medaglia che lo porta ad ubriacarsi e finire su moltissime riviste di gossip che gridano allo scandolo e a mettere in cattiva luce sia lui che la sua famiglia in periodo di elezioni. Dopo l'ennesima bravata viene "spedito" a New York per seguire una terapia di gruppo e sparire un po dai social e dal mondo del jetset.

Summer Davis ha vent'anni, non ha mai conosciuto i suoi genitori naturali. E' stata adottata all'età di dieci anni da una coppia del Vermont e si è trasferita a New York per laurearsi alla Tisch per seguire il sogno di diventare un'attrice o una sceneggiatrice. Stabilisce un piano quinquennale da seguire senza intoppi e senza la voce "uomini". Ha stilato una lista di desideri da realizzare entro il suo compleanno su suggerimento del padre adottivo ed è solita fare domande personali a chi conosce.
Gestisce una struttura che accoglie i bambini orfani e si è accollata i debiti della casa famiglia dopo che, chi avrebbe dovuto sanare i debiti, è scappato lasciandola con una bella somma da restituire alla banca così da ritrovarsi a fare due lavori in contemporanea per pagarsi le spese ed organizzare uno spettacolo di beneficenza per riuscire a pagare il debito e permettere ai bambini ospiti della struttura di continuare a poterne usufruire.

Come potranno mai incontrarsi due poli opposti come Chad e Summer?
Lei se lo ritroverà davanti alla porta del teatro dove si dovrà esibire, vestita in abiti ottocenteschi, sotto ad un temporale. In lui non riconoscerà il divo di Hollywood ma lo scambierà. prima per uno strafatto. poi per un attore alle prime armi mandato dalla sua insegnante per interpretare il suo coopratogonista nella rivisitazione dell'opera da portare in scena.
Lui si ritroverà ad affrontare una ragazza inzuppata fradicia vestita da dama che al posto di idolatrarlo gli inveisce contr.  Non si scioglie davanti al suo sorriso strappamutande ma sembra infastidirsene e quando lo scambierà per un attorino qualsiasi deciderà di far finta di niente e collaborare con lei e si ritroverà accidentalmente per le mani la lista dei desideri di Summer.


"Avevo bramato un pò di anonimato dai fan, dalla stampa e da tutte quelle persone che sapevano solo baciarmi il culo da sempre e ora, 
che avevo trovato una donna che mi considerava fastidioso come una candida,ero quasi seccato."


Saranno le prove teatrali più strane e divertenti per lui e le più singolari ed ipnotiche per lei che, per quanto voglia tenere alla larga lo sconosciuto pieno di sè non può far altro che riconoscerne il fascino e sentirne attrazione (soprattutto perchè si denuda di maglietta inzuppata d'acqua.. chi non verrebbe distratta a guardare?!!).
Ci saranno scambi di battute divertenti e taglienti al tempo stesso. Summer si ritroverà Chad nella caffetteria dove lavora e sarà la sua amica Emmeline a riconoscerlo e a svelare la sua identità ad una ,prima sbalordita e poi incavolata, Summer.
Il tempo di Chad a New York però sta per concludersi e riinvierà il rientro forzato a casa il più possibile pur di partecipare allo spettacolo e favorirne la riuscita per aiutare la raccolta fondi e in questo lasso di tempo proverà ad avvicinarsi il più possibile a questa ragazza che lo tratta come una persona qualsiasi e non come il divo che è diventato.


"Quante donne hai tormentato coi tuoi frappuccini?" 
"Non sai quante vorrebbero essere tormentate da me, 
ma io ho deciso di premiare te."


"Mi sento molto fortunata."Mi strizzò L'occhio e iniziò a giocherellare con la cannuccia, mentre in silenziobeveveamo le nostre bevande. 
"Invece tu, Davis, quanti uomini hai demolito con quella lingua tagliente?" 
"A quanto pare devo affinare la mia tecnica se tu sei ancora qui, impavido."


Chad chiederà a Summer di passare la sua ultima notte nella grande mela insieme a lui e lei sceglierà di portarlo dentro un centro commerciale corrompendo una delle guardie per poter entrare e ricomincerà a fargli le domande che lui tanto odia pur di conoscerlo un pò di più e raccontando si se quando lui avrebbe eluso la sua domanda.


"Ho passato la mia ultima serata da semplice ragazzo esattamente come la volevo. 
Solo che non vorrei porre fine a questa notte. 
Lo so, è sbagliato. 
Lo so che io sono sbagliato per te, l'ho capito fin dal primo giorno che ti ho visto fuori da quel teatro. 
Dovevo darci un taglio, ma la verità è che non riesco a pensare a nient'altro che a te e l'ultima cosa che vorrei fare in questo momento è riportarti a casa e che passassimo il resto della notte da soli."


E se pensate che vi dica come finisce la serata potete scordarvelo! Ho già scritto abbastanza!
Summer si ritroverà a dover prendere un aereo per Los Angeles. Affronterà a suon di lingua tagliente e biforcuta la nonna Mallory e lasciatevi dire che saranno divertenti insieme ma dovrà affrontare soprattutto i sentimenti contrastanti che prova per Chad, a cercare di nasconderli e a tentare di non innamorarsi di lui perchè è una relazione a tempo determinato quella in cui si è ritrovata senza scelta. Dovrà fare i conti con la vita mondana e le testate giornalistiche pronte a sputare veleno.


"...Noi due siamo come una canzone triste, 
un libro senza lieto fine, 
una puntata del trono di spade spoilerata. 
Siamo tristi come un lunedì."


E quando tutto andrà a rotoli l'ultima cosa che Summer pronuncerà sarà l'augurio che le ripete sempre suo padre:


"Spero che un giorno troverai qualcuno che riuscirà a vederti, 
mentre il resto del mondo non si accorgerà di te."


E a Chad ritornerà sempre in mente una delle mille domande di Summer, quella che forse, se riuscisse a trovare dentro di se la risposta, potrebbe portarlo finalmente a vivere:

"Se dovessi usare una parola per dire cosa ti rende FELICE, cosa scriveresti?"

Cosa pensate abbia risposto il nostro Golden boy?
E voi cosa scrivereste se vi ponessero la stessa domanda?
Ho adorato il personaggio di Summer e a volte avrei voluto prendere a sberle Chad ma pian piano nella lettura del libro si scopre il perchè del suo comportamento e delle sue scelte e ho cambiato idea su di lui.
L'autrice mi ha fatto ridere e sorridere con nonna Mallory e il suo modo di fare. Il libro ti tiene incollata alla pagina e non sono riuscita ad indovinare o a prevedere cosa mi sarei trovata nella pagina successiva quindi è una valutazione totalmente positiva quella che andrò a fare.
Essendo una serie sono proprio curiosa di scoprire cosa ci riserverà Elisa con la sua penna lineare e originale.



Nessun commento:

Posta un commento