giovedì 21 giugno 2018

Le recensioni di Mary: "Piano con i desideri" di Lucia Cantoni


Seconda recensione per oggi. La nostra Mary ha letto Piano con i desideri di Lucia Cantoni. Scopriamo come ha trovato la lettura...

Titolo: Piano con i desideri

Autore: Lucia Cantoni

Editore: Self publishing

Genere: Romance

Data di pubblicazione: 16 marzo 2018

Prezzo: 0.99 € ebook


Sinossi

Il mondo per Clara è una girandola di colori, di sapori speziati e di fantasiose teorie hippie sull'amore.
Tutta la sua esistenza si basa su nozioni spirituali e sul fatto che la felicità dipenda solo da se stessa.
Ivan è un musicista spiantato, ma di grande talento che sta cercando di risalire la china e che pare finalmente aver trovato la chiave di volta per il successo.
Ivan e Clara sono l'opposto l'uno dell'altra, tranne che per una cosa: entrambi credono che le relazioni per funzionare debbano essere senza complicazioni.
Aggiungiamo a questo brillante puzzle una sorella gelosa, una zia fuori dagli schemi e la passione sfrenata per Raffaella Carrà e avremmo ottenuto tutti gli ingredienti per un disastro d'amore.
Perché se Cupido e uno sleale patto ci mettono lo zampino… nulla sarà più come prima!




Recensione

Quando ho iniziato a leggere Piano con i desideri, ho pensato : “Evvai! Un libro che parla di amore in modo divertente e spiritoso!”
Peccato che quel sorriso sulla mia bocca e gli occhi incollati alla carta pieni di aspettative, siano spariti presto, troppo presto. E hanno lasciato il posto al tedio e a molti interrogativi su svariati aspetti della storia.
Alcuni esempi. Capisco l'estro e le stranezze della cucina new age, ma mangiare pane e escrementi di lombrico (alias “humus”), in luogo della più probabile salsa ai ceci (alias “hummus”), mi ha lasciato perplessa. In modo particolare su come un errore linguistico possa trasformare completamente uno spensierato spuntino.
Altro esempio: la protagonista è una hippy, fiera e impavida sostenitrice del sesso senza amore e che in proposito cura una “posta del cuore” al vetriolo, fan della Carrà (chi non lo è?!), che… nel giro di poche sveltine, piuttosto scialbe e senza pathos, col vicino musicista bello, sexy e donnaiolo, già lo ama alla follia. E lui ama lei. In pratica, al secondo incontro di sesso, mentre già sono quasi al "fare l'amore" lui le dice:

"Sei un capolavoro, Clara, non mi stancherò mai di perdermi tra le tue pagine".


Le magie del sesso!
Tuttavia, nonostante tutto il racconto mi sia apparso improbabile e frettoloso, nonostante la storia della guru interiore l'abbia già letta troppe volte per stimolare i miei neuroni, qualcosa di buono senz'altro c'è!
Ho trovato, ad esempio, deliziosa l'idea delle risposte di Clara ai suoi lettori, intercalate tra i vari passaggi della storia, a scandirne l'evoluzione e ad approfondire le sensazioni dei protagonisti.
Inoltre la stoccata del colpo di scena finale, ha ridestato il mio interesse, già avviato si da tempo verso il cammino della rassegnazione.
Alla prossima...


Nessun commento:

Posta un commento