giovedì 7 giugno 2018

Le Recensioni di Ilenia: "King. Un re senza regole" di Meghan March


Questa mattina iniziamo la giornata con una recensione di Ilenia: continua il suo viaggio nel mondo del dark romance e oggi ci parla di "King. Un re senza regole" di Megan March, pubblicato a maggio grazie a SEM, Società Editrice Milanese. Scopriamo cosa ne pensa.


Titolo: King. Un re senza regole

Autore: Meghan March

Editore: SEM

Genere: Dark Romance

Data pubblicazione: 24 maggio 2018

Prezzo: € 7.99 



Sinossi

New Orleans è il mio regno. Nessuno conosce il mio nome, ma in città il mio potere è assoluto.
Ciò che voglio lo ottengo sempre. Mi piace che la gente sia in debito con me. E che abbia paura. Soprattutto se si tratta di una bella, giovane vedova alle prese con un business da uomini.
Lei non sa che la volevo da molto tempo. D’ora in avanti io sarò il suo padrone. E poi potrei anche tenerla solo per il mio piacere. è il momento di riscuotere il mio debito. Keira Kilgore è proprietà di Lachlan Mount.




Recensione

Questo libro mi ha catturato con la sua semplicità. Una cover semplice, che non anticipa nulla, lasciando quel lieve alone di mistero che ti intriga e ti fa desiderare di sapere di più. La semplicità della trama, poche righe narrate dal protagonista: si capisce a grandi linee quello che si andrà leggere, ma non ti prepari abbastanza a quello che effettivamente succede!

La protagonista si chiama Keira Kilgore, ha rilevato la distilleria di famiglia dal padre: lei vive per la sua azienda, per il whisky che produce, quel Seven Sinners tanto apprezzato dagli intenditori. Ha debiti su debiti, ma non è preparata a scoprirne altri. Pochi mesi fa, è rimasta vedova, mentre stava per firmare le carte del divorzio: legalmente, quindi, eredita anche i debiti del marito. Debito che ha le sembianze di Lachlan Mount, colui che non va nominato. Lachlan è il Re di New Orleans, nessuno sa chi sia, dove sia, ma tutti vivono nel terrore: i fatti parlano per lui, come la scia di sangue, di sparizioni misteriose, di crudeltà e di potere.

L’ex marito di Keira si è rivolto a Lachlan e ora lui vuole indietro quanto dato, ma in modo diverso: niente bigliettoni, il Re vuole Lei. Vuole essere ripagato in natura, la vuole consenziente, al suo servizio, a tempo indeterminato e sa come farla accettare: sfidandolo, sfuggendogli, Keira metterebbe in pericolo la sua famiglia, i suoi amici e anche i dipendenti della distilleria.

Keira è una donna forte, una vera guerriera, ma in questo caso non ha scelta: deve arrendersi se vuole continuare a essere la proprietaria della distilleria, se non vuol vedere ferito qualcuno che ama, ma lo farà mantenendo il suo spirito. Lachlan potrà entrarle in testa, potrà avere il suo piacere, i suoi orgasmi, ma lei intende lottare fino alla fine.

Riuscirà a non farsi piegare? Riuscirà a saldare il debito, a mantenere la sua distilleria? E se alla fine… No, non posso dirvelo! Keira ha commesso uno sbaglio, ha creduto di amare un uomo che in realtà l’ha solo usata per i suoi scopi. E’ una donna che sa cosa vuole ed è apprezzata da tutti proprio per questo: nonostante le paure e le incertezze, continua a fare a pugni con la vita.

Ma Lachlan è un uomo forte, determinato, in quel poco che si è fatto conoscere: misterioso, bello, pericoloso, un predatore che colpisce la preda, che la porta a fare quello che vuole lui solo grazie all’intimidazione.
Governa con la paura, ottieni rispetto con le azioni.
Frase perfetta per descrivere Lachlan. Ed è così che inizia la loro frequentazione, con giochi di potere, di manipolazione, Lachlan si infila tra le trame dell’anima di Keira, monopolizza il suo piacere, dandole finalmente quello che lei vuole. Lui sembra conoscerla profondamente, sembra anticipare ogni sua mossa, ogni suo pensiero. Brutalità e sensualità, potere, dolore ma anche sensibilità e dolcezza, il loro rapporto assomiglia a un giro sulle montagne russe, lasciando il lettore senza veri appigli. Si viene travolti dalla passione, dalla suspense, facendoci dimenticare una storia di base che assomiglia a tante altre di questo genere. La bravura dell’autrice è proprio in questo, nel pensare una storia comune e portarla a un livello superiore, dove due protagonisti delineati in modo sublime, un erotismo mai volgare e a tratti inedito nella delicatezza col quale viene narrato.

Un romanzo che lascia con la bocca aperta, completamente scioccati dal finale: sia per quello che succede, ma anche perché ci si arriverà in fretta, divorando letteralmente tutta la storia. Personalmente non vedo l’ora di poter leggere Queen, il secondo volume di questa trilogia che mi farà impazzire sempre più! Consigliatissimo


Nessun commento:

Posta un commento