mercoledì 18 aprile 2018

Recensioni di Silvia: "Gridare amore dal centro del mondo" di Kyoichi Katayama



Titolo: Gridare amore dal centro del mondo 

Autore: Kyoichi Katayama 

Uscita: 2006

Editore: Salani 

Genere: Romanzo Rosa 


Sinossi:

Sakutaro sta andando in Australia, ma la sua non è una gita qualunque: porta con sé le ceneri di Aki, morta a soli diciassette anni di leucemia. L'Australia è la terra che Aki ha sempre sognato ed è là che lui disperderà le sue ceneri. Comincia così il racconto di Sakutaro, che rievoca il loro primo incontro, gli appuntamenti dopo la scuola, il lento e dolce avvicinamento tra i due ragazzi. E infine la malattia, il ricovero, la disperata fuga dall'ospedale... Da questo romanzo, grande successo in Giappone, Taiwan e Corea, sono stati tratti un film, una serie televisiva e dei manga.



Recensione:

Sono sempre stata attratta dal mondo orientale e da tutto quello che lo riguarda. E leggendo questo libro non ho potuto fare altro che innamorarmi ancora di più di questa cultura, della sottile bravura dell'autore nel descrivere in modo delicato e romantico un amore che va oltre ogni barriera. Un amore giovane tra Sakutaro, il nostro protagonista e Aki. Aki è malata, ma questo non fa perdere le speranze a Sakutaro che farà di tutto per aiutarla, starle vicino e regalarle attimi di felicità che nemmeno la malattia potrebbe sovrastare.

La delicatezza con cui si amano, l'intensità dei loro incontri, la sensibilità disarmante di un ragazzo che ama a dismisura, senza freni senza avidità.

Questa è una storia capace di toccare le corde più profonde del cuore, regalando attimi di tristezza per una realtà cruda che colpisce due ragazzi pieni di vita, ma anche di amore vero. Quello che tutti vorrebbero provare... la magia del primo amore e tutte le sensazioni che rimangono nonostante esso rimanga tale...

Mi è rimasta nel cuore... non mento se dico che più di una volta mi sono commossa.







Nessun commento:

Posta un commento