lunedì 23 aprile 2018

Le recensioni di Stefania: "Una m@il di troppo" di Simona Friio e Amanda Foley

Una mail inviata per errore ad uno sconosciuto può cambiare la vita?
Scopriamolo insieme a Stefania che ci parlerà del romanzo scritto a quattro mani da Simona Friio e Amanda Foley, UNA M@IL DI TROPPO, online dal 15 aprile scorso.



Titolo: Una m@il di troppo

Autore:  Simona Friio - Amanda Foley

Editore: Self publishing

Data di pubblicazione: 15 aprile 2018

Prezzo: 0.99 € ebook


Sinossi


Chris è mortalmente annoiato dal suo lavoro, pressato da una fidanzata capricciosa e stanco di non riuscire a trovare uno sfogo nemmeno nelle passeggiate serali con Bell, il suo bellissimo esemplare di Pastore tedesco. Finché…
Finché un giorno, seduto nell'angusto spazio del suo ufficio riceve una mail dal tono intrigante che...
Silvia, in attesa del principe azzurro, fa ruotare la sua vita attorno a un capo isterico ed esigente nella speranza di un avanzamento di carriera. Nella smania di accontentarlo, si lascia guidare dall'entusiasmo e crea un progetto adottando diverse strategie, ma per un'inspiegabile ragione quelle mail schizzano nella casella di posta elettronica sbagliata... E, siccome i guai non arrivano mai soli, quando Polo, un cucciolo di bulldog francese busserà alla sua porta...

"Una mail di troppo" vuole essere una commedia romantica e spensierata capace di far sorridere. Consigliata a chi desidera una lettura vivace e leggera.

Le autrici hanno usato volontariamente uno stile fresco, colloquiale, proprio per conferire all'opera una certa vivacità.




Recensione

Silvia e Chris lavorano per la stessa azienda ma in reparti e piani diversi. Non si conoscono, non si sono mai visti per i corridoi. La mail che Silvia dovrebbe spedire al suo direttore arriva invece per sbaglio a Chris. Una H in più che cambia tutto.
Chris è stufo. Il lavoro non lo entusiasma ma questo ha e non può lamentarsi. Appassionato di fumetti, adora la sua Bell, un pastore tedesco sempre al suo fianco. Manca niente? Ah, sì. Una fidanzata bellissima ed elegante ma viziata, arrogante che non patteggia mai per il suo uomo ma gli dà contro come e quando può. Per non parlare dei futuri suoceri: lui apatico signore di mezza età che, lasciatemelo dire, ha capito come vivere in pace, e lei. Oh, lei. Una vera vipera la madre di Ginevra, attentissima alle formalità, che ama più di tutto e tutti il suo adorato e obeso gatto Romeo e soprattutto non vede Chris come papabile genero. Può un uomo sopportare così tanto? È già un miracolo se non è ancora impazzito!!

Il giorno che Silvia86 irrompe nella sua noiosa e triste esistenza porta con sé gioia e luce.
Lo scambio di mail diventa assiduo a questo punto. Un botta e risposta sempre ironico. Si punzecchiano e si divertono a prendersi in giro ma lo status di sconosciuti rimane. Chris vorrebbe capire quale collega si nasconde dietro al pc ma Silvia no, per lei è più divertente così. A dirla tutta lei aspetta il principe azzurro e non certo una brutta imitazione, quindi meglio rimanere dietro ad un pc.

"Inizio a pensare che i principi azzurri li abbiano ritirati dal mercato per davvero, o forse non sono mai estistiti."

E quindi, direte voi, come finirà? Riusciranno ad incontrarsi? E una volta uno di fronte all’altro cosa succederà? Io non dico niente, bocca cucita!!!!


La frizzantezza di questa storia è data da come si conosceranno. Complici due cuccioli di cane, Polo e Bell, i due non hanno alternativa. Entrambi hanno un sogno ma realizzarlo è complicato.
“Cosa ne dici Bell? Ci mettiamo in gioco? Rischiamo tutto? Tutto cosa? Tutto ciò che abbiamo, tipo la felicità!”
Questo romanzo è breve ma ben scritto e coinvolgente. Per un paio d’ore mi sono divertita con Silvia e la sua mania per gli hashtag. È una ragazza solare e autoironica. Sfortunata nel lavoro e con un capo assurdo che la vuole sull’attenti come e quando vuole.
Chris ha avuto tutta la mia solidarietà. Diplomatico, silenzioso, troppo accomodante, ora paga il conto di un rapporto ormai al capolinea. Non che non ami più la compagna ma è stanco di dover scodinzolare e accettare ogni cosa gli viene imposta. Con Silvia si riscopre leggero, spensierato.

Ricapitolando, divertente e originale. La trama è pulita e completa nonostante la brevità e si legge veramente in modo fluido. I pov sono alternati ma qui c’è un di più che fa sorridere. Sono stati inseriti altri pov che rendono ancora più ironica e frizzante la lettura.
Ve lo consiglio per passare un pomeriggio rilassato e leggero!



Nessun commento:

Posta un commento